Fusione motorizzazione Pra

Motorizzazione civile e PRA: presto la fusione dei registri con l'Aci?

Fusione motorizzazione Pra

Motorizzazione civile e PRA: presto la fusione? Vista l’attuale situazione economica italiana ed europea (leggi Grecia, ndr), il risparmio di soldi pubblici diventa di fondamentale importanza. Elevato l’esborso annuale per la Motorizzazione Civile ed il Pubblico Registro Automobilistico.
Secondo il Vice Ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Riccardo Nencini, l’unica via per far risparmiare denaro ai cittadini ed aumentare l’efficienza del servizio è quella di unificare i registri di ACI e PRA.

Presto la fusione dei registri con l’Aci?

La Camera attualmente ha in discussione il provvedimento Madia sulla semplificazione delle Pubbliche Amministrazioni. Tra i punti toccati da questo emendamento vi è anche l’unificazione dei registri ACI e PRA sotto la responsabilità del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.
Questa ipotesi è in discussione da più di un anno ma è tornata a galla solamente all’incontro a Firenze tra il Vice Ministro Nencini, l’architetto Maurizio Vitelli direttore della Motorizzazione Civile e l’Unasca, l’associazione mondiale di rappresentazione delle autoscuole e degli studi di consulenza automobilistica.
Tanti gli argomenti trattati all’incontro voluto proprio dall’Unesca, tra questi anche l’introduzione del reato di omicidio stradale.

Parole di Marco Dal Prà

© 2005-2022 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Allaguida è supplemento a DesignMag, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Roma n° 63 del 4 maggio 2022.