Gancio traino: omologazione, normativa e prezzi usato

Norme vigenti e come fare per omologazione, installazione e collaudo del gancio traino. Sono molti gli aspetti da considerare prima dell'installazione, tra cui prezzi, assicurazione e aggiornamento del libretto.

da , il

    gancio traino nuovo usato installazione omologazione

    Il gancio traino è un accessorio per auto o furgoni fondamentale nel caso in cui si abbia una roulotte, un carrello tenda o un carrello adibito al trasporto di merce. Si tratta letteralmente di un profilo metallico a forma di gancio (da qui il nome), che termina con una forma quasi sferica. I diversi tipi di gancio di traino devono essere in grado di assicurare facilità di utilizzo e sicurezza.

    Il gancio traino nasce per rimorchi leggeri, ovvero quelli con massa a pieno carico non superiore ai 750 kg oppure, considerando veicolo e rimorchio, che abbia una massa a pieno carico complessiva non superiore alle 3,5 tonnellate.

    E’ bene precisare fin da subito che il gancio traino auto richiede l’omologazione per essere in regola a circolare dopo l’installazione. L’omologazione gancio traino prevede un collaudo che ne accerti la corretta robustezza e, se superati i test, vi permetterà di avere i documenti in regola per la normale circolazione su strada.

    Gancio traino: normativa vigente

    gnacio traino

    L’articolo 78 del Codice della Strada sostiene che il montaggio e lo smontaggio del gancio traino prevede un aggiornamento del libretto di circolazione, dopo aver superato visita e prova di collaudo gancio traino presso la motorizzazione civile. Ecco le norme da seguire e cosa bisogna presentare:

    • Domanda redatta sul modello TT2119 disponibile presso lo sportello informazioni compilato dal proprietario del veicolo;
    • Dichiarazione di montaggio a regola d’arte e secondo le prescrizioni del costruttore rilasciata dall’installatore;
    • Documentazione tecnica del dispositivo installato completa di tutti i dati tecnici utili per la verifica che viene rilasciata dal costruttore;
    • Fotocopia della carta di circolazione;
    • Versamento euro 25,00 sul bollettino di conto corrente n.9001 tariffa motorizzazione;
    • Versamento euro 14,62 sul bollettino di conto corrente n.4028 imposta bollo.

    Omologazione gancio traino

    gancio traino omologazione

    Per ottenere una omologazione bisogna compilare alcuni moduli e poi prenotare un collaudo con la motorizzazione. Per l’installazione invece, quindi per il montaggio e lo smontaggio del gancio traino si prevede un aggiornamento della carta di circolazione, dopo aver superato visita e prova di collaudo gancio traino, sempre presso la motorizzazione civile.

    Dopo aver compilato il modulo fornito, allegando tutta la documentazione necessaria, è possibile prenotare il collaudo gancio traino presso la Motorizzazione. Una volta superato il collaudo, verrà rilasciato un tagliando autoadesivo da incollare sul libretto di circolazione. Questa è un’operazione che viene fatta in giornata e nel caso in cui ci fosse bisogno di più tempo vi verrà consegnato un permesso provvisorio.

    I veicoli omologati secondo la direttiva europea n. 2001/116/CE possono essere dotati fin dall’origine della struttura di traino. Acquistando il gancio traino previsto dalla casa costruttrice, bisognerà recarsi in motorizzazione ma non si verrà sottoposti al collaudo. Tutto questo naturalmente è legale.

    Parlando di costi omologazione gancio traino, bene o male le cifre sono quelle appena citate: con circa 35 euro ve la cavate. Ricordatevi anche che se circolate su strada su di un’auto con gancio traino non omologato, rischiate una multa anche superiore ai 400 euro ed il ritiro del libretto di circolazione: non si scherza!

    Un buon consiglio, parlando di auto usate con gancio traino, è quello di verificare la corretta omologazione dell’accessorio, prima dell’acquisto del mezzo.

    Tipologie di gancio traino

    gancio traino installazione

    Il primo passo è, ovviamente, l’acquisto di un gancio traino. Che optiate per un gancio traino nuovo (Thule, Ellebi, Bosal Westfalia e Aragon sono tra le marche principali) o un gancio traino usato è poi possibile scegliere tra un gancio fisso, quello che è sempre visibile, oppure un modello estraibile, che ha un prezzo superiore, ma che offre la possibilità di spuntare la parte esterna quando non viene usato.

    La scelta migliore, per andare sul sicuro, è quella di comprarlo nuovo, ma in caso vogliate risparmiare qualcosa e prenderlo usato, vogliamo darvi qualche consiglio. Per prima cosa dovete sincerarvi che il gancio traino usato che volete comprare sia completo di tutti i documenti (quali lo schema di montaggio e la dichiarazione di corretto montaggio, che deve essere timbrata e firmata da un installatore gancio traino), completo di tutte le sue parti necessarie per il montaggio (viti, piastre e tutto l’occorrente) e che includa centralina e il kit elettrico necessario. Inoltre bisogna essere certi che il modello sia quello corretto: uno indicato genericamente per “Fiat Punto”, non è detto che sia il corretto gancio traino per una Grande Punto, giusto per fare un esempio.

    Gancio traino: prezzi

    gancio traino prezzi

    Il costo del gancio traino varia a seconda del fatto che si tratti di un gancio traino auto o un gancio traino camper e, ovviamente, che sia nuovo o usato. Il prezzo del gancio traino dipende anche dal modello di auto e dal tipo di gancio che si vuole, se fisso o mobile.

    Un gancio traino nuovo indicativamente costa dai 170 euro circa, prezzo che include anche la centralina elettronica se necessaria, adatto alle utilitarie, fino ai 725 euro, per quelli adatti ai veicoli commerciali o ai camper. Per fare un paio di esempi, un gancio traino per Jeep Renegade modello fisso costa circa 170/180 euro, mentre il modello estraibile si aggira attorno ai 250 euro. Oppure, proseguendo, un gancio traino per Panda 4×4 si trova sui 130/140 euro, parlando del modello fisso.

    Installazione gancio traino

    Per il montaggio del gancio traino, il Codice della Strada prevede un lavoro svolto da tecnici specializzati e con una documentazione che attesti tutto ciò che è stato fatto. In questo caso non è possibile fare da soli, ci vuole un’installatore con firma depositata. Dopo aver superato il collaudo, l’operazione di montaggio del gancio traino è definitivamente conclusa. Dopo il montaggio si deve contattare l’assicurazione perchè alcune compagnie prevedono un aumento dei costi in caso di traino.

    In caso di auto bifuel (a GPL o Metano) non ci sono particolari problemi di installazione del gancio traino. Lo stesso discorso vale anche per le auto storiche, dove non ci sono restrizioni.

    Montaggio gancio traino: prezzo del lavoro

    E i costi di installazione gancio traino? Il costo montaggio gancio traino si aggira attorno ai 100/150 euro. Considerando questa cifra, sommando i prezzi citati in precedenza, è possibile calcolare (o stimare) il totale costo di installazione del gancio traino per la propria auto.

    Portabici da gancio traino

    Gancio traino

    Se avete il gancio montato sull’auto, potete approfittare a pieno delle sue potenzialità. Ad esempio ci sono in vendita molti portabici per gancio traino (ad esempio Thule), che sono facili da montare ed utilizzare e permettono di portare fino a 4 biciclette. Si fissano direttamente al gancio di traino dell’auto senza bisogno di ulteriori accessori.

    Anche in questo caso si può pensare ad un portabiciclette gancio traino usato. I prezzi variano molto, da circa 100 euro per un prodotto usato, fino ad oltre 800 euro per un portabici gancio traino di fascia alta (ad esempio il portabici gancio traino Thule EasyFold XT costa 885 euro).