Abarth, uno studio misura le emozioni alla guida

La casa dello Scorpione ha misurato le emozioni di piloti e passeggeri al volante delle proprie vetture: ecco i risultati del test

Abarth, uno studio misura le emozioni alla guida

Abarth, uno studio misura le emozioni alla guida - Foto credits Abarth press

Abarth, casa che da sempre ha fatto dell’emozione alla guida un marchio di fabbrica, ha deciso di condurre un esperimento che svela le sensazioni provate salendo su uno dei suoi veicoli.

La casa dello Scorpione, infatti, è diventato il primo produttore automobilistico ad utilizzare la tecnologia del riconoscimento facciale per comprendere meglio le emozioni vissute a bordo della sua auto conducendo un test in partnership con la Loughborough University.

Felicità e paura, ecco le emozioni provate

Alla guida di vetture del calibro di Abarth F595, 595 Esseesse e 595 Competizione, coloro che hanno preso parte a questo esperimento hanno effettuato una serie di test che comprendevano giri veloci, compiti di guida di precisione e veri e propri inseguimenti a Mallory Park, nel Leicestershire. I risultati hanno dimostrato le emozioni provate sia dai piloti che dai passeggeri: durante il giro veloce, ad esempio, la sensazione più evidente è stata la felicità, sia di chi si trovava al volante in quel momento – con un valore del 31,8%, sia di chi era passeggero con il 35,4%

Abarth 595 e 695,
Abarth 595 e 695 – Foto credits Abarth press

Nei momenti in cui le auto di Abarth erano spinte al limite dai piloti professionisti,  i passeggeri hanno sperimentato brevi momenti di paura e shock, con un valore che toccato 11,9%. Abarth per questo esperimento oltre alla tecnologia del riconoscimento facciale si è avvalsa anche di sensori di frequenza cardiaca – Elettrocardiogramma (ECG) e Fotopletismografia.

Parole di Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti