Alfa Romeo, ansia tra i clienti: ecco cosa accadrà a questi modelli con l’Euro 7

L’Alfa Romeo affronta una fase di transizione con il passaggio all’elettrico, ma ora arriva una decisione che può cambiare tutto.

In casa Alfa Romeo si vive un momento estremamente positivo, come non capitava da tanto tempo. Il marchio del Biscione è in continua crescita e può chiudere il 2023 con circa 80-90.000 auto vendute a livello globale, il che significa che il programma di rilancio ha avuto il suo effetto. Sin dal 2016, quando furono svelate la berlina Giulia ed il SUV Stelvio, fortemente volute da Sergio Marchionne, si era capito che la volontà era quella di tirare su questo brand, ed i risultati sono ora sotto gli occhi di tutti.

Alfa Romeo motore v6
Alfa Romeo logo (Pixabay) – Allaguida.it

Le ambizioni si alzano di anno in anno, e per il 2025 si è fissato il target di siglare il record assoluto di vendite. Per riuscirci, occorrerà far meglio delle circa 223.000 auto immatricolate nel 1990, all’epoca del periodo d’oro della casa di Arese, il che significherebbe triplicare i numeri attuali in appena un paio d’anni.

Di certo non sarà un’impresa facile, ma molto dipenderà dal B-SUV che l’Alfa Romeo lancerà il prossimo anno. Si tratterà della prima vettura ad emissioni zero della casa di Arese, che però sarà in vendita anche in versione a benzina. Il marchio di proprietà del gruppo Stellantis punta ad elettrificare tutta la gamma nel corso dei prossimi anni, ma c’è comunque l’intenzione di tenere in vita un motore che è ormai iconico.

Alfa Romeo, il motore V6 vuole resistere

Il motore più potente dell’Alfa Romeo è il V6 a benzina 2,9 litri, che equipaggia dei gioielli come le versioni Quadrifoglio del SUV Stelvio e della berlina Giulia. La potenza massima va oltre i 500 cavalli, e garantisce delle prestazioni eccezionali. Secondo quanto affermato dal CEO del Biscione, ovvero Jean-Philippe Imparato, ci sarà spazio anche in futuro per questo motore.

Alfa Romeo SUV in arrivo
Alfa Romeo SUV render (YouTube) – Allaguida.it

Infatti, l’obiettivo è quello di farlo resistere anche all’Euro 7, ovvero la normativa europea che mira ad abbattere le emissioni gassose provenienti dal mondo della mobilità. Il motore in questione, che è di derivazione Ferrari, continuerà ad esistere anche dopo il 2025, ovvero il momento in cui dovrebbero essere introdotte le nuove normative.

Tuttavia, da questo punto di vista può cambiare ancora molto, visto che si parla di un rinvio di due anni per la normativa Euro 7. Tanti paesi, tra cui l’Italia, si stanno facendo sentire con l’Unione Europea, cercando di mettere in luce tutti i problemi che si potrebbero creare tra un paio di anni. L’obiettivo è quello di elettrificare al più presto il settore automotive, o quantomeno di renderlo più sostenibile, ma per il momento questa idea sembra essere troppo difficile da attuare.

I fan dell’Alfa Romeo, dunque, possono tirare un sospiro di sollievo, anche se c’è un dilemma da risolvere. Stando a quanto sappiamo, le Alfa diventeranno elettriche a partire dal 2026, e sorge spontanea una domanda: su quale auto verrà montato il V6 dopo il 2025? Al momento, dare una risposta precisa non è possibile, ed attendiamo novità importanti su questa tematica nei prossimi mesi, sognando magari un’altra supercar dopo la 33 Stradale.

Impostazioni privacy