Alpine R5 elettrica, Renault conferma la piccola bomba da 218 CV

L'auto sarà costruita sulla piattaforma Cmf-Bev dedicata alle segmento B e avrà due declinazioni con nuove generazioni di batterie

Alpine R5 elettrica prototipo

L’Alpine R5 elettrica è confermata e arriverà nel 2024. La marca francese fondata nel 1955 ed entrata dal 1973 a far parte del Gruppo Renault svelerà tre modelli diversificati. Una city car sportiva, un SUV ad alte prestazioni e una berlinetta che sostituirà l’attuale A110.

Il motore che spingerà la nuova R5 Alpine elettrica sarà da 218 CV e l’auto sarà costruita sulla piattaforma Cmf-Bev dedicata alle segmento B (la Cmf-Ev è per C e D). Ci sarà poi una versione da 136 CV, che dovrebbe prendere il posto della Zoe sempre a partire dal 2024.

Vedremo quindi una declinazione ad alte prestazioni della concept della R5 mostrata dall’amministratore delegato del gruppo Luca De Meo anche durante la conferenza Renault eWays.

alpine R5 elettrica

Qualche incertezza invece sulla silhouette rimane. L’Alpine R5 elettrica sembrerebbe assomigliare molto ad una riedizione della R5 Maxi Turbo ma l’azienda avrebbe precisato che questa auto elettrica prestazionale avrà una carrozzeria propria, pur essendo costruita sulla stessa piattaforma CMF-BEV della futura R5 elettrica.

L’esperienza che Luca de Meo ha maturato in Fiat con l’operazione di rilancio di Abarth potrebbe aver indirizzato il programma della ‘city car’ Alpine verso un modello di dimensioni più compatte rispetto alla R5.

Quello che è sicuro, la presenza della nuova generazione di batterie ad alte prestazioni che Renault sta sviluppando con la startup Verkor proprio per distinguere i prossimi modelli Alpine attraverso celle ad alta densità energetica e di conseguenza con un conveniente rapporto tra peso e potenza.

Insieme ad Alpine R5 elettrica arriveranno in seguito una crossover-coupé, che la casa definisce “compatta” quindi potrebbe avere una lunghezza fino a 460 cm, mentre come terzo modello vedremo l’erede dell’attuale Alpine A110.

La nuova A110 dovrebbe restare un’auto prettamente sportiva a due posti. La casa francese la sta sviluppando insieme alla Lotus che dal progetto ricaverà un suo modello. Dovrebbe quindi derivare  dalla prossima generazione della Lotus Elise.
   

Parole di Riccardo Mantica

Nell’editoria online dal 2001 quando scrivere per il web era una chimera. Pubblicista dal 2005, blogger per caso nel 2010, ha vissuto l’avvento del web 2.0 e dei social network condividendone gioie e dolori. Le passioni coltivate negli anni per sport, motori e tecnologia sfociano oggi anche nel panorama della mobilità sostenibile. Il motto preferito? Guardare sempre avanti senza dimenticare il passato. Stay tuned!