Il progetto Apple Car finalmente diventa concreto: possibile debutto nel 2024

Apple, dopo aver rivoluzionato il mondo della tecnologia, è pronta a cambiare quello dell'auto con un veicolo futurista

Apple Car

Foto | Apple

Il progetto della Apple Car, il cosiddetto Project Titan, automobile futurista del colosso di Cupertino, circola da anni, dal 2014 per la precisione: ora, dopo essere stato messo in stand by, potrebbe vedere finalmente la luce. Dovrebbe essere presentata l’anno prossimo l’autovettura elettrica e totalmente autonoma, per poi debuttare sul mercato nel 2024, forse addirittura 2025 a causa dei ritardi dati dalla pandemia.

Apple non è l’unico marchio estraneo che vuole lanciarsi nell’automotive, ovviamente elettrico, infatti anche Amazon, tramite la sua startup Zoox, ha presentato un innovativo robotaxi senza conducente. Tesla quindi rischia di perdere il primato nell’ambito delle auto elettriche, settore in cui sempre più case si avventurano.

Apple Car: come sarà

C’è ancora molto mistero intorno alla futura Apple Car, anche perché mancano comunicazioni ufficiali: per ora ci si affida ai soliti ben informati, contattati dall’agenzia Reuters.

Per ora, pare che la Apple non realizzerà totalmente internamente l’automobile, ma si appoggerà a realtà terze per perfezionare la guida automatizzata (forse l’americana TSMC) e la realizzazione di batterie ultratecnologiche (forse celle al litio ferro fosfato). Inoltre, sempre secondo fonti non ufficiali, pare ci siano stati contatti con la canadese Magna International per assemblarla materialmente, salvo poi puntare sulla Foxconn di Taiwan, con la quale Apple già lavora, ovvero la più grande produttrice di componenti elettrici ed elettronici, che proprio ora sta ampliando il suo raggio d’azione anche sull’automotive.

Dopo anni di stallo, ora Apple ha iniziato a concretizzare quel progetto nato quasi 7 anni fa, arruolando esperti e ingegneri con esperienza nelle più importanti case automobilistiche per far sì che la Apple Car veda la luce e che quanto prima rivoluzioni il settore. Infatti, l’idea è che sia una macchina privata accessibile a tutti, ma che non per questo sia meno all’avanguardia.

Parole di Carlotta Tosoni

"Una cosa bella è una gioia per sempre" diceva John Keats. Provo ad applicare questi versi nella pratica cercando e studiando tutto ciò che è esteticamente e intellettualmente interessante. Infatti arte, bellezza e comunicazione sono sempre stati la mia guida nello studio, nel lavoro e nella vita: ricercare contenuti validi da esprimere in maniera piacevole e da comunicare efficacemente. Solo così si può provare a cambiare le cose. La mia formazione è stata economica e artistica, la scrittura il mio mezzo preferito per raccontare il mondo, le mie passioni la storia dell’arte, il beauty, lo sport. Dal 2020, collaboro con Alanews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection.

Potrebbe interessarti