Aston Martin DBX vs Jaguar F-Pace, la sfida tra SUV in salsa inglese

Gli Sport Utility che hanno fatto da apripista nel segmento per i due brand inglesi si sfidano in questo particolare face to face di alto livello

Aston Martin DBX vs Jaguar F-Pace

Aston Martin DBX vs Jaguar F-Pace. Due SUV di lusso in pieno stile inglese con linee filanti e dettagli all’insegna della sportività. Maggiori quelle della DBX grazie ad un design grintoso a ricordare quello delle granturismo del brand centenario, con F-Pace realizzata sullo stesso pianale in alluminio delle berline XE e XF, progettato per offrire oltre a tanta rinomata raffinatezza, reattività e agilità in strada. Per entrambi i brand parliamo dei primi SUV progettati, con il DBX di più recente uscita dopo un lavoro di ben 4 anni e di test in Galles. Aston Martin DBX vs Jaguar F-Pace diventa quindi una sfida di altissimo livello, dove c’è davvero l’imbarazzo della scelta.

Aston Martin DBX vs Jaguar F-Pace dimensioni e interni

aston martin DBX interni
Gli interni di Aston Martin DBX

Il SUV firmato Aston Martin è lungo 5,03 metri e largo 2 metri, con un peso complessivo di 2.245 kg, progettato fin dalla sua genesi per consentire il massimo spazio in cabina, privilegiando la raffinatezza e la spaziosità di prima classe sia per gli occupanti anteriori che posteriori. Con 632 litri di spazio nel bagagliaio e sedili posteriori ribaltabili divisi 40:20:40, DBX possiede tutta la capacità di carico flessibile che ci si aspetta da un SUV ai vertici della categoria. 

All’interno dell’abitacolo tutto è votato al lusso, in perfetto stile Aston Martin con i rivestimenti in pelle e la finitura d’Alcantara del tendalino per il tetto panoramico mentre per la strumentazione c’è un display da 12,3’’ abbinato a un sistema di infotainment con schermo da 10,25’’ che include di serie il supporto per lo standard Apple CarPlay. Tantissimi gli optional proposti che vanno dalle cuciture colorate per i pellami al portellone elettrico a comandi gestuali, passando per i sedili ventilati al set di valigie su misura fino al sistema Park Assist.

Gli interni di Jaguar F-Pace

Jaguar F-Pace “regala” alla DBX 30 cm di lungezza. Parliamo di un SUV lungo 4,73 metri in grado comunque di offrire un abitacolo spazioso e pratico, oltre a un bagagliaio di notevole capienza e ben sfruttabile. Ben 650 litri senza sedili abbattuti. Notevole il passo di 2.874 mm. La struttura del corpo leggera e rigida comprende l’80% di alluminio. Il risultato è che il modello con cambio manuale diesel 180 CV a trazione posteriore pesa solo 1.665 kg. La Jaguar F-Pace fa sedere cinque occupanti in assoluto comfort. L’interno è una miscela perfetta di materiali e finiture di alta qualità, dettagli raffinati, lussi come sedili posteriori riscaldati, reclinabili elettricamente e tecnologie all’avanguardia tra cui il sistema di infotainment InControl Touch Pro e il quadro strumenti virtuale HD da 12,3 pollici. La navigazione può anche essere visualizzata a schermo intero, in 3D.

Motorizzazioni e prestazioni

A svelare la natura sportiva del SUV Aston Martin è soprattutto il motore V8 da 4 litri a doppio turbocompressore da 550 CV a 6.500 giri e 800 Nm di coppia, costanti fra 2.200 e 5.000 giri, derivato da quello della Vantage e dalla DB11, che abbinato al cambio automatico a 9 rapporti consente all’auto di accelerare da 0 a 100 km/h in 4,5 secondi raggiungendo la velocità massima di 291 km/h. Tutto questo nonostante il peso “non piuma”. Al momento Aston Martin DBX è proposto solo con questo propulsore di origine Mercedes-AMG.

Jaguar f pace schede hub

La Jaguar F-Pace ha invece una scelta vastissima e monta motori diesel e benzina. I propulsori a gasolio sono un 2.0 litri (disponibile con 163, 180 e 241 cavalli) e un tremila da 300 cavalli e qualcosa come 700 Nm di coppia massima (disponibile già a 1500 giri), mentre a benzina ci sono un duemila (da 250 o 300 cavalli) e un 3.0 litri che eroga la bellezza di 381 cavalli. La versione consigliata della Jaguar F-Pace è la duemila da 180 cavalli a gasolio con la trazione integrale, visto che altrimenti sarebbe solamente posteriore. Maggiore anche la gamma che alimenta un listino di quasi 30 modelli composta da: F-Pace Pure, F-Pace Prestige, F-Pace Portfolio, F-Pace R-Sport, F-Pace S, F-Pace Prima edizione (solo 2.000 costruiti in tutto il mondo).

Conclusioni e prezzi

La Jaguar F-Pace è una grossa SUV premium, che ha aperto la strada alle sport utility vehicles a marchio Jaguar. Come del resto la DBX per Aston Martin che punta forte sul rilancio delle vendite grazie al suo primo SUV. A livello di spazio stiamo parlando di una capienza top di gamma per entrambe le inglesone. Cosa fa la differenza? Innanzitutto il prezzo. Se per la DBX bisogna sborsare 198mila euro, la versione più costosa della F-Pace, ovvero la potente 3.0d V6 300 CV 300 Sport AWD automatica costa “solo” 79mila euro. E qui però bisogna fare un appunto.

Aston Martin DBX Ginevra 2020

Il livello di lusso della DBX è maggiormente percepito. I materiali usati internamente hanno una finitura migliore e con i tanti optional messi a disposizione si può creare l’auto su misura. Di contro non c’è scelta. Il SUV ha un solo motore disponibile. Mentre Jaguar F-Pace attualmente è più alla mano come portafoglio, ed offre motori benzina e diesel in varie potenze. Ma sebbene l’abitacolo sia curato e ben fatto qualche economia nelle plastiche e nei materiali rispetto alla DBX si nota. Diciamo che se F-Pace attualmente è il SUV per il professionista la DBX se la può giocare un’imprenditore di livello.

Parole di Riccardo Mantica

Nell’editoria online dal 2001 quando scrivere per il web era una chimera. Pubblicista dal 2005, blogger per caso nel 2010, ha vissuto l’avvento del web 2.0 e dei social network condividendone gioie e dolori. Le passioni coltivate negli anni per sport, motori e tecnologia sfociano oggi anche nel panorama della mobilità sostenibile. Il motto preferito? Guardare sempre avanti senza dimenticare il passato. Stay tuned!