Audi A4 Avant, prova su strada: dimensioni e caratteristiche [FOTO]

Ottima tenuta di strada, tanto spazio per i passeggeri e bagagli, facile da guidare ed in manovra, rifinita con cura. Tutto sul test drive della nuova Audi A4 Avant 2017. Dimensioni, caratteristiche, motori e le nostre opinioni nella prova su strada.

da , il

    Nuova prova su strada di Allaguida.it, parliamo ora della nuova Audi A4 Avant 2017. La familiare teutonica è da sempre una colonna portante della Casa dei quattro anelli, grazie alle sue ottime doti di stradista e di auto di famiglia. Giunta alla quinta generazione, sotto la pelle è cambiata parecchio rispetto a quella che ha sostituito. Il telaio ora è più rigido ed il pianale MLB EVO ha consentito di ridurre il peso fino a 120 kg: tutto a vantaggio della dinamica di guida, dei consumi e delle emissioni. Esteticamente è allineata all’ultimo corso di stile del Costruttore tedesco: ecco quindi linee più spigolose sia dentro che fuori ma sempre nel rispetto delle proporzioni classiche dell’A4. L’abbiamo provata su strada spinta dal 2.0 TDI 190 cavalli abbinato alla trazione integrale quattro ed al cambio automatico S-Tronic. Andiamo a scoprire come si è comportata nel test drive.

    Guarda anche:

    Audi A4 Avant 2017: Estetica e Design

    audi a4 avant 2017 laterale posteriore

    Da fuori la nuova Audi A4 Avant 2017, paragonata col modello precedente, sembra parecchio più larga. Quest’impressione arriva soprattutto dalla calandra single frame di grandi dimensioni e sviluppata parecchio in larghezza. Contribuiscono poi ad allargare l’immagine della vettura anche i gruppi ottici a led Audi Matrix: garantiscono una visuale eccellente in qualsiasi condizione di marcia, grazie anche agli abbaglianti automatici ed alla funzione all weather.

    audi a4 avant 2017 gruppo ottico

    Spigoloso il paraurti, soprattutto nella versione S-Line dove assomiglia a quello della più prestazionale S4. L’occhio più attento apprezzerà il taglio del cofano che coincide con la linea che segna tutta la vettura nella fiancata. La linea elegante della carrozzeria è impreziosita dagli inserti cromati attorno alla griglia e nei lati del paraurti anteriore (dove non vi sono i fendinebbia ma bensì i sensori per l’adaptive cruise control). Ben si sposano quindi con le finiture satinate attorno alle cornici dei vetri ed alle barre sul tetto. La vettura della prova montava cerchi in lega da 19 pollici marchiati “RS”, dal disegno sportivo a cinque doppie razze. Al posteriore spicca il finto estrattore aerodinamico, dal quale sbuca il doppio terminale di scarico cromato. Bello lo spoiler sopra il lunotto: sembra piccolo, grazie agli inserti a lato del vetro in colore nero lucido, ma è lungo ben 25 cm.

    Audi A4 Avant 2017: Dimensioni e Capacità di carico

    audi a4 avant 2017 baule

    Voci importanti, quelle delle dimensioni e della capacità di carico in una wagon. Rispetto alla generazione precedente, l’Audi A4 Avant è cresciuta di 3 centimetri in lunghezza, 1 centimetro in larghezza mentre in altezza ne ha perso 1. Ora è infatti lunga 4 metri e 73, larga 1 metro ed 84 centimetri ed infine alta 1 metro e 43. Lungo 2.83 metri il passo. Il vano di carico è ampio e ben sfruttabile, grazie alla forma regolare. Con i sedili in posizione d’uso offre 505 litri, aumentabili fino a 1510 agendo sulle pratiche leve ai lati per abbattere gli schienali. Rivestito con cura, è dotato anche di comodi ganci portaborse che però sono in plastica (nel vecchio modello erano in acciaio, quindi più robusti). Aprendo elettricamente il grande portellone, sale anche il tendalino facilitando le operazioni di carico-scarico. La soglia di carico è a 63 centimetri da terra; con il buio si apprezzano le due strisce di led che illuminano alla perfezione il baule.

    Audi A4 Avant 2017, Interni: confort e finiture curate

    audi a4 avant 2017 dentro

    Accomodiamoci finalmente all’interno dell’abitacolo della wagon teutonica. Fin da subito rimaniamo colpiti dal design della plancia, nettamente diverso da quello del modello che ha sostituito e molto pulito nelle linee. I pulsanti sono ridotti all’osso, semplificando l’uso del sistema di infotainment. Quest’ultimo si gestisce comodamente tramite il rotellone posto davanti la leva del cambio automatico: in caso di cambio manuale, i comandi dell’MMI sono posti dietro la leva, per essere più comodi da utilizzare.

    audi a4 avant 2017 sedili

    Passeggeri e guidatore apprezzano l’aumento di dimensioni dell’abitacolo, oltre al confort offerto dai sedili S-Line rivestiti in pelle e tessuto. All’anteriore sono regolabili elettricamente nel supporto lombare, manualmente nella seduta allungabile ed inclinabile (oltre che le classiche regolazioni in altezza e nell’inclinazione dello schienale). Alta la qualità percepita, grazie ad una cura certosina nell’assemblaggio dei materiali e nelle finiture. La versione in prova era dotata del sistema di navigazione plus con MMI touch: l’immissione dell’indirizzo è possibile “scrivendo” le lettere col dito sul touchpad collocato sul rotellone. Inizialmente potrebbe non essere intuitivo, ma una volta presa la mano non se ne può più fare a meno. Comodi anche i comandi collocati sulle razze del moderno volante in pelle a tre razze con quella inferiore appiattita. Tramite questi è possibile navigare attraverso le numerose funzioni del quadro strumenti digitale Audi Virtual Cockpit, scegliendo tra diverse schermate da visualizzare. Pratica la funzione che permette di vedere la mappa del navigatore ingrandita, con il tachimetro ed il contagiri spostati ai lati e rimpiccioliti (ma comunque consultabili facilmente). L’eleganza dell’abitacolo è completata dal pacchetto luci ambientali, caratterizzato da punti di soffusa luce a led configurabili in diversi colori.

    Se volessimo trovare una sbavatura negli interni dell’Audi A4, i portaoggetti disseminati lungo l’abitacolo ci sono sembrati meno sfruttabili nell’uso di tutti i giorni rispetto a quelli della generazione precedente.

    Audi A4 Avant 2017: Assistenza alla guida

    audi a4 avant 2017 frontale

    Come ogni auto moderna di un certo livello, anche l’Audi A4 Avant ha una lunga lista di sistemi di assistenza alla guida. Nei trasferimenti autostradali, nelle tangenziali e nelle interminabili statali, si fa apprezzare l’adaptive cruise control ACC con assistenza agli incolonnamenti Stop&Go. Grazie ai numerosi sensori posti sul frontale, fino alla velocità di 65 km/h sostituisce il guidatore in colonna, accelerando e frenando quando serve ma anche agendo sullo sterzo grazie al lane assist.

    Utilissimo nelle caotiche città odierne il “Collision Avoid Assist“: tramite i dati forniti dai sensori dell’ACC, dalla telecamere frontale e dai radar, individua un possibile incidente e corre ai ripari per evitarlo. In primo luogo avvisa il conducente del pericolo imminente con un segnale acustico ed un’icona a tutto schermo sul quadro strumenti. Successivamente provvede ad effettuare una frenata d’emergenza ed aiuta il guidatore ad impostare la traiettoria corretta agendo sullo sterzo.

    Grazie al monitor dell’angolo cieco, vi è anche l’assistenza all’uscita dai parcheggi: svoltando a sinistra tra i 2 ed i 10 km/h, se il sistema individua una situazione di pericolo provvede ad arrestare la vettura.

    Completa il quadro l’Audi Pre Sense City, attivo fino ad 85 km/h per monitorare la presenza di oggetti, pedoni e veicoli sulla strada per evitare possibili impatti.

    Audi A4 Avant 2017: Prova su strada

    Andiamo ora ad esaminare l’Audi A4 Avant nella prova su strada. Una volta entrati a bordo, è facile trovare la posizione di guida più confortevole grazie alle numerose regolazioni offerte sia dal sedile che dal volante. Apprezzabile la notevole escursione in altezza della seduta, la quale si adatta quindi a chi piace guidare tutto in basso oppure ad una guida rialzata per beneficiare di una maggiore visibilità in tutte le direzioni. Piacevole da impugnare, il volante risulta ben tarato e preciso: morbido in manovra, si irrigidisce in velocità offrendo il giusto feedback in extraurbano.

    audi a4 avant 2017 virtual cockpit

    Accendiamo il motore pigiando il tasto start ed il 2.0 TDI da 190 cavalli e 400 Nm di coppia, si avvia morbido e silenziosamente partiamo. Il cambio S-Tronic a sette rapporti è rapido e dolce nelle cambiate, ma anche in modalità Sport capita che non sia sempre pronto alla pressione dell’acceleratore. E’ comunque possibile inserire o scalare le marce tramite le comode palette al volante.

    Cinque le modalità di guida selezionabili tramite i comandi dell’Audi Drive Select: efficiency, comfort, auto, dynamic ed il configurabile individual. A seconda di quella selezionata, cambia la risposta dell’acceleratore, la rigidità del volante e la velocità di risposta del cambio (è comunque selezionabile la modalità Sport della trasmissione tramite la leva sul tunnel).

    Durante il nostro test abbiamo spesso avuto modo di mettere alla prova la trazione quattro sull’asfalto bagnato. Notevole la sicurezza garantita qualsiasi sia la condizione del fondo di marcia, grazie alla ripartizione della coppia che può arrivare fino all’85% al posteriore e 70% all’anteriore (normalmente il rapporto e 60/40). In curva aiuta anche il sistema elettronico che provvede a frenare le ruote esterne. Per essere sempre facile ed intuitiva da guidare, l’A4 quando si esagera tende ad allargare all’anteriore: lasciando fare al quattro si riprende trazione all’istante.

    audi a4 avant 2017 tetto in vetro

    Grazie al potente climatizzatore tri-zona (di serie è monozona) è possibile abbassare rapidamente la temperatura dell’abitacolo, non manca la modalità eco per abbassare i consumi. Quest’ultimi variano particolarmente a seconda dello stile di guida. Abbiamo rilevato una percorrenza media pari a 15 km/l guidando normalmente nel ciclo misto. Con una guida più spigliata i consumi scendono anche a 12 se ci si reca in montagna e si fanno salite parecchio ripide. Sfruttando però a dovere l’ottima funzione veleggio offerta nella modalità di guida efficiency, è possibile abbassare notevolmente i consumi, arrivando anche a 18-19 km/l. Dimostrazione quindi che la trazione quattro ed il cambio S-Tronic risultano essere molto efficienti ed assorbono energia solo quando si chiedono le ottime prestazioni garantite dalla corposa coppia del turbodiesel Audi. A nostro avviso, questo motore è il più equilibrato poiché risulta pronto all’acceleratore senza avere troppa sete di gasolio.

    Conoscendo particolarmente la generazione precedente di A4 Avant, abbiamo notato un sensibile miglioramento nella dinamica, nei cambi di direzione ed in curva. Ottimo quindi il lavoro svolto dagli ingegneri Audi sulla nuova piattaforma modulare, più rigida della base telaistica precedente.

    Infine dobbiamo spendere qualche parola sui proiettori Audi Matrix LED: attivando la funzione di abbaglianti automatici, la visibilità anche nelle strade più buie risulta eccellente e stupisce la profondità del fascio luminoso.

    Nel complesso questa vettura ci è piaciuta. Ottima auto da famiglia con una tenuta di strada impeccabile in qualsiasi condizione che consente quindi di viaggiare in tutta sicurezza anche nei viaggi più stressanti.

    Audi A4 Avant 2017 Prezzi

    audi a4 avant 2017 motori

    Prezzi

    Benzina:

    Audi A4 Avant 1.4 TFSI 150 cavalli 35.400 Euro

    Audi A4 Avant 2.0 TFSI 190 cavalli ultra 40.400 Euro

    Audi A4 Avant 2.0 TFSI 252 cavalli quattro S tronic 49.100 Euro

    Audi S4 Avanti 3.0 TFSI 354 cavalli quattro tiptronic 65.500 Euro

    Diesel:

    Audi A4 Avant 2.0 TDI 150 cavalli 38.250 Euro

    Audi A4 Avant 2.0 TDI 150 cavalli ultra 38.460 Euro

    Audi A4 Avant 2.0 TDI 190 cavalli 40.750 Euro

    Audi A4 Avant 2.0 TDI 190 cavalli ultra 40.960 Euro

    Audi A4 Avant 2.0 TDI 190 cavalli quattro S tronic 45.650 Euro

    Audi A4 Avant 3.0 TDI 218 cavalli S tronic 47.300 Euro

    Audi A4 Avant 3.0 TDI 218 cavalli quattro S tronic 49.900 Euro

    Audi A4 Avant 3.0 TDI 272 cavalli quattro tiptronic 51.900 Euro