Auto elettriche, arriva il no definitivo: i fan si arrendono, non le vedremo

Sul fronte delle auto elettriche c’è una grande notizia per i puristi, che è molto negativa per chi è aperto alle nuove tecnologie.

Le auto elettriche sono uno degli argomenti più discussi in questo periodo storico, visto che di fronte a noi c’è in atto un cambiamento che non si è mai verificato in passato. L’Europa ha deciso che solo le auto a batteria potranno essere prodotte e vendute a partire dal 2035, mentre le termiche ed ibride potranno continuare a circolare sino alla fine del loro ciclo vita, ma poi sarà impossibile trovarne di nuove.

Auto elettriche che notizia clamorosa
Auto elettriche (allaguida.it)

La rivoluzione delle auto elettriche è epocale, ed in termini di vendite, si iniziano a vedere dei notevoli passi in avanti, anche se ciò è valido solo per alcuni paesi europei. In Italia, ad esempio, le EV costituiscono solo il 3% delle auto in circolazione, un brodino rispetto al quasi 20% della Francia o dei numeri che si registrano nel nord dell’Europa.

Dalle nostre parti, le elettriche non piacciono, e non sarà facile far cambiare mentalità ad un popolo come quello italiano. Un team di cui si parla molto è quello delle supercar, con la Ferrari che presenterà la sua vettura ad emissioni zero nel 2025. Qualche anno dopo toccherà anche alla Lamborghini, mentre la Maserati elettrica si è già svelata. Un marchio si è però opposto.

Auto elettriche, arriva il no di un noto marchio

Quasi tutti i costruttori stanno puntando sulle auto elettriche, ma c’è ancora qualcuno che è intenzionato a lottare ed a non piegarsi alle logiche di mercato. Qualche tempo fa vi abbiamo raccontato il caso della Pagani, che per il momento non ha alcuna intenzione di convertirsi alle auto a batteria, per un motivo piuttosto semplice, ma non certo banale.

McLaren no alle auto elettriche
McLaren la decisione è clamorosa (ANSA) – Allaguida.it

Il problema è legato al grande peso del pacco batteria, che va ad aumentare diverse centinaia di kg il peso dell’auto. In quel modo, l’auto perde di guidabilità e di fluidità, con i vertici della Pagani che hanno detto che il loro obiettivo è quello di realizzare delle supercar divertenti da portare a limite. Con un peso così elevato, ciò diventerebbe impossibile, ed è difficile dargli torto.

Di un parere piuttosto simile è la McLaren, che ha detto no in maniera molto chiara alle auto elettriche. Secondo quanto riportato da varie testate, la casa di Woking avrebbe escluso la nascita di un modello a batteria da qui alla fine del decennio in corso, il che significa che non vedremo una supercar di questo costruttore elettrica almeno sino al 2030, ed i fan più puristi non hanno potuto far altro che esultare a tale notizia.

Si tratta di una strategia di mercato che, come detto prima, è del tutto opposta a quello della quasi totalità degli altri brand che realizzano auto ad alte prestazioni, ma la McLaren non è intenzionata a cambiare idea per seguire la massa. La scelta della casa britannica è in realtà da apprezzare, e siamo sicuri che avrà il suo successo nei prossimi anni.

Impostazioni privacy