Auto moto d'Epoca 2021, cosa si potrà ammirare al Salone di Padova

Ben 115000 mq allestiti, 11 padiglioni, 1600 espositori, più di 5000 macchine e 4 mostre per la kermesse dedicata agli appassionati di vetture che hanno fatto la storia

Auto moto d'Epoca 2021 cover

Alla Fiera di Padova luci su Auto moto d’Epoca 2021. Una quattro giorni dedicata alla passione per i motori con i riflettori puntati sul glorioso passato dell’automotive con una kermesse che vedrà 1.600 espositori distribuiti in 11 padiglioni, più di 5.000 auto in mostra, accompagnate da 4 eventi tematici e dagli spazi espositivi.

Diamo qualche anticipazione di cosa ci sarà a disposizione dei tanti appassionati che vorranno essere presenti ad Auto moto d’Epoca 2021.

Fiat 128 club Italia ad Auto moto d’Epoca 2021

Fiat 128 club italia

Per il 2021 la partecipazione del Fiat 128 Club Italia è incentrata sui 50 anni della Fiat 128 Sport coupé. Il club presenta in fiera due 128 coupé, entrambe nella versione Sport Lusso (SL) 1300 cc.

Una è un esemplare del 1971 allestito per il gruppo 1, Turismo di Serie, che ha corso per diversi anni nelle gare riservate alle auto storiche in pista e salita.

L’altra è un esemplare del 1973 allestito per il gruppo 2, Turismo Competizione, già in gara nelle cronoscalate trivenete e convertito negli ultimi anni ai rally storici, dove ha conseguito nel 2020 e 2021 la vittoria nel Campionato Italiano Rally Storici per la classe 1600 del 2° raggruppamento (1970-75).

Ferrari, Bugatti, Alfa Romeo

Lancia Stratos

E ci sono grandi sorprese sul versante del mercato delle auto d’epoca che si conferma il più grande d’Europa. Ben tre favolose Ferrari da Gipimotor e Carrozzeria Scartapatti con la 250 GT Drogo, la 308 GTB Gr.4 Elaborata Facetti e la 250 GT Pininfarina certificata Ferrari Classiche.

Una delle leggendarie Stratos e la rarissima Fiat OttoVù del 1953, la seconda mai costruita dopo le 6 pre-serie, arrivano nel più grande stand di sempre allestito a Padova da Ruote da Sogno.

Dall’Olanda con Fine Automobiles arrivano, invece, la Bugatti T37 del 1926, vettura che all’epoca corse a Le Mans, l’Alfa Romeo TZ del 1964, e la Bugatti T57C Gangloff special convertible.

La collezione Bertone ad Auto moto d’Epoca 2021

Universo Bertone

L’Automotoclub Storico Italiano è presente al salone Auto modo d’Epoca 2021 con “Universo Bertone” composta da 15 prototipi provenienti dalla Collezione ASI Bertone.

C’è l’iconica Lamborghini Miura che fu l’auto personale di Nuccio Bertone e poi modelli unici e concept-car che stupirono il mondo nei più importanti saloni internazionali dell’automobile, allestiti su autotelai di 14 differenti Costruttori europei e americani, a dimostrazione dell’incredibile versatilità Bertone in ambito creativo e progettuale.

E poi ancora la Ferrari Rainbow, Chevrolet Ramarro, Lotus Emotion. Porsche Karisma, Lancia Kayak, Lotus Emotion, Aston Martin Jet2 e Jaguar B99 sono solo alcune delle #auto che compongono il percorso espositivo di “Universo Bertone”, articolato nei vari stand dei Club Federati che animano l’ampio spazio di “ASI Village” all’interno del Padiglione 4.

La Mercedes di Gina Lollobrigida

Mercedes 190 SL Gina Lollobrigida

E al Salone di padova ci sarà la 190 SL della famosissima attrice Gina Lollobrigida. Un’ospite d’eccezione dell’edizione 2021 grazie al Mercedes Benz 190 SL Club-Italia. Il modello con la sua storia unica sarà in mostra a Padova dopo un restauro totale che ha rispettato scrupolosamente l’allestimento originale.

Prima volta a Padova per la Morgan

Morgan PlusSix

La Morgan Motor Company è una delle più antiche case inglesi. Lo storico marchio inglese, che realizza artigianalmente vetture sportive inconfondibilmente rétro, esporrà la Plus 4 TR 2str del 1968. Fu una Plus 4 che vinse la classe alle 24 ore di Le Mans del 1962.

A simboleggiare ulteriormente la continuità tra passato e futuro – che rappresenta un elemento principe della Casa di Malvern – viene esposto sullo stand anche il nuovo modello di Morgan Plus Six se un altro prodotto artigianale inglese: la Caterham 485 CSR.

Non mancherà Porsche Italia

Porsche Italia

Porsche Italia conferma il suo legame storico con il salone. La 550 Spyder e una 908/03 tra i modelli esposti assieme alle tre vincitrici del Concorso di Restauro giunto alle VI edizione.

Al pubblico degli appassionati e degli addetti ai lavori, Porsche Italia si presenta con lo spazio espositivo dei catanesi LineaT Studio, già utilizzato nel 2018 e nel 2019 dopo essere stato scelto con il concorso ‘A Pavilion for Porsche’ promosso in collaborazione con la rivista di architettura The Plan e riservato a designer under 35.

Auto moto d’Epoca 2021, c’è il Club Fiat 500

Fiat Club 500 a Padova

E poteva mancare il Club Fiat 500 Nervesa. A Padova 2021 porta la sua storia con quattro rari e bellissimi esemplari di 500Nato nel 1994 a Nervesa della Battaglia, in Provincia di Treviso, dalla passione comune di quattro amici, il Club Fiat 500 Nervesa quest’anno farà conoscere la sua storia anche alla fiera di Padova esponendo quattro rari e bellissimi esemplari di 500:

500 Moretti: prodotta negli anni 70 dall’azienda fondata da Giovanni Moretti a Lesna, Torino, nel 1926.

Fiat 500 D: tra i primi modelli D, tutta originale e di colore bianco, fabbricata nel 1962 e immatricolata nel 1963.

Fiat 500 L: modello del 1972 che ha subito un restauro totale – mediante pezzi di ricambio originali – ottenendo la certificazione dai commissari del Registro Fiat con Targa Oro.

Abarth 595 D Tetto rigido: tra le auto più caratteristiche prodotte dalla casa dello scorpione, con particolare tetto rigido aerodinamico in vetroresina e omologazione del cofano motore aperto.

E le moto?

auto modo d'epoca 2021

Tante le collezioni specializzate nelle due ruote presenti al salone Auto moto d’Epoca 2021. Dalle rare Menon alle vecchie Moto Guzzi monocilindriche fino ad arrivare alle grandi giapponesi degli anni settanta.

Grazie ai grandi collezionisti ed esperti in materia, l’offerta delle due ruote sarà particolarmente ricca.

Tra questi Rino Nogarotto, autorità in materia di motociclette Menon, storica azienda di zona che fu tra le prime in Italia a realizzare un quadriciclo a motore, addirittura già nel 1897.

Paolo Rafido, la cui collezione è una piccola grande eccellenza del Padovano. Fabio Tognon, specialista dei modelli che del marchio di Mandello del Lario che celebrano il centenario.

E Alfredo Cecchinato che, nella sua officina laboratorio, iniziò con lungimiranza a specializzarsi nei modelli del sol levante quando ancora  si trattava di una piccola nicchia.

Parole di Riccardo Mantica

Nell’editoria online dal 2001 quando scrivere per il web era una chimera. Pubblicista dal 2005, blogger per caso nel 2010, ha vissuto l’avvento del web 2.0 e dei social network condividendone gioie e dolori. Le passioni coltivate negli anni per sport, motori e tecnologia sfociano oggi anche nel panorama della mobilità sostenibile. Il motto preferito? Guardare sempre avanti senza dimenticare il passato. Stay tuned!