BMW X7, un restyling con motori elettrificati e un nuovo volto

Cambiamenti importanti per lo Sports Activity Vehicle con tre versioni elettrificate e interni rivoluzionati

BMW X7

Fonte BMW

Più presenza, più sportività, più digitalizzazione. La nuova BMW X7 si rifà il look nel segmento delle auto di lusso e lo fa con cambiamenti importanti.

L’ammiraglia si ripropone con una lunghezza di 5.162 millimetri, una larghezza di 2.000 millimetri, un’altezza di 1.819 millimetri e un passo di 3.105 millimetri. Mastodontica e con caratteri esclusivi per chi desidera comfort e prestazioni, la X7 è immediatamente identificabile come il più grande SAV (Sports Activity Vehicle) della gamma BMW. Con possibile configurazione a 6 o 7 posti.

BMW X7 frontale rinnovato
Fonte BMW

Al debutto i fari sdoppiati. Ed è proprio il suo sguardo a mutare in maniera importante. A caratterizzare il frontale, infatti, è lo stile dei fari anteriori, separati su due livelli. In alto sono state posizionate le luci diurne, in basso anabaglianti e abbaglianti a matrice di LED. Alla gigantesca calandra a doppio rene è stato dato un’effetto speciale, detto Iconic Glow.

Nel posteriore minori le modifiche, e riguardano i fari a LED con effetto tridimensionale e brunito separati da una barra cromata. Introdotti poi i cerchi da 20″ di serie su tutta la gamma e propone, per la prima volta, quelli opzionali da 23″. Inoltre, viene considerevolmente ampliata la scelta di tinte esterne disponibili. Sono ora offerte le varianti metallizzate Sparkling Copper Grey, M Marina Bay Blue e ben 40 tinte Individual. 

BMX X7, un ambiente digitale

BMW X7 interni
Fonte BMW

A livello tecnologico, l’abitacolo può contare sull’aggiunta del BMW Live Cockpit Plus con sistema operativo BMW OS 8. Il display curvo integra uno schermo da 12,3” per il quadro strumenti e uno da 14,9” per l’infotainment. Per interagire col sistema e col BMW Intelligent Personal Assistant si può impartire un comando vocale o utilizzare il Gesture Control effettuando determinati gesti con la mano.

Anche  la console centrale è stata ridisegnata eliminando gran parte dei comandi fisici e la leva del cambio automatico, sostituita da un piccolo bilanciere.

Un tripudio al mild hybrid

BMW-X7-2022-gamma-motori
Fonte BMW

Al momento del lancio per BMW X7 i motori disponibili sono tre, tutti mild hybrid da 48 volt con trazione integrale e cambio automatico a 8 marce.

Si parte dal 3 litri turbodiesel, sei cilindri 40d da 352 cavalli, mentre un gradino più su si trova il sei cilindri benzina 40i da 380 cavalli. La 40i tocca i 100 km/h da fermo in 5,8 secondi.

Al top della gamma la mostruosa M60i, spinta dal V8 4.4 da 530 cavalli, che tocca i 100 km/h da fermo in 4,7 secondi. La velocità massima è per tutte le varianti autolimitata a 250 km/h. 

Per addomesticare l’inerzia della versione più potente, BMW ha dotato l’M60 delle barre antirollio attive e delle quattro ruote sterzanti e dell’M Sport Package Pro come optional. La dinamica delle altre può essere, invece, implementata con il pacchetto xOffroad.

Sistemi di sicurezza aggiornati per BMW X7

BMW X7 posteriore
Fonte BMW

Adas aggiornati. Il front-collision warning system è ora capace di ridurre i rischi di collisione con ciclisti, pedoni e veicoli durante le svolte. Inoltre, il cruise control adattivo integra ora lo Speed Limit Assist, il Route Monitoring e il Traffic Light Recognition.

Si aggiungono alla dotazione anche l’Exit Warning System installato nelle luci a Led delle portiere, il Trailer Assistant e  ultima chicca il Manouvre Assistant che, in base alla memorizzazione degli ultimi 200 metri percorsi, fa uscire da sola la macchina dal parcheggio per evitare danni in spazi troppo stretti.

La rinnovata SAV sarà proposta sui principali mercati internazionali a partire da agosto 2022

Parole di Riccardo Mantica

Nell’editoria online dal 2001 quando scrivere per il web era una chimera. Pubblicista dal 2005, blogger per caso nel 2010, ha vissuto l’avvento del web 2.0 e dei social network condividendone gioie e dolori. Le passioni coltivate negli anni per sport, motori e tecnologia sfociano oggi anche nel panorama della mobilità sostenibile. Il motto preferito? Guardare sempre avanti senza dimenticare il passato. Stay tuned!