Bugatti Centodieci, il primo esemplare omaggia la storia

Il primo esemplare dell'hypercar ha lasciato la fabbrica rendendo omaggio a Bugatti EB 110, uno dei modelli storici del brand

Bugatti Centodieci

Bugatti Centodieci, hypercar prodotta in appena 10 esemplari al prezzo di 8 milioni di euro ciascuno, è senza dubbio una delle vetture più costose al mondo. Una vettura esclusivissima, ordinata da pochi facoltosi clienti che ora stanno per ricevere i propri veicoli: il primo esemplare, infatti, è uscito dalla fabbrica omaggiando il mitico modello di Bugatti EB 110, vettura storica per il brand.

Caratterizzato da una livrea blu e cerchi in lega in tinta argento, il riferimento al mitico modello è molto evidente. Oltre al colore e ai cerchi in lega, anche gli interni rendono omaggio alla storica vettura con il motivo a scacchi su pannelli delle portiere e tunnel centrale, mentre la tecnologia arriva direttamente dal XXIesimo secolo per sfruttare appieno tutte le potenzialità dell’hypercar.

Il debutto dell’hypercar

Le prime consegne di Bugatti Centodieci arrivano a circa tre anni dal debutto a Monterey, periodo nel quale la casa francese ha testato la vettura mettendola alla prova con una serie di test che hanno permesso agli ingegneri di capire fino a dove può spingersi la vettura.

Terminata l’attesa i proprietari – uno di questi dovrebbe essere Cristiano Ronaldo – potranno finalmente gustarsi a pieno le performance dell’auto equipaggiata con un motore 8.0 W16 da 1.600 CV che consente di passare da 0 a 100 km/h in 2,4 secondi e di sfiorare i 380 km/h.

Parole di Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti