Corvette C7, l'insolito record da Guinness dei primati

La vettura statunitense ha messo a segno un insolito record facendo segnare il primato sul miglio in retromarcia

Corvette C7

Corvette C7 - Foto credits Corvette press

Corvette C7, la vettura di uno dei marchi d’auto americane più famose al mondo, entra nella storia. E lo fa con un’impresa decisamente fuori dal comune: l’auto, con al volante Scot Burner, ha scritto il proprio nome nel libro dei Guinness World Records completando un miglio in retromarcia nel minor tempo possibile al mondo.

Lo statunitense, infatti, ha deciso lo scorso giugno di mettersi al volante di una Corvette C7 e tentare di stabilire un nuovo primato presso l’autodromo del National Corvette Museum: per certificarlo ha dovuto incaricare Daniel Decker del NCM e Dennis Smith della DDS Engineering di verificare rispettivamente che la vettura fosse idonea ad effettuare il record e che il tratto di pista scelto fosse effettivamente piatto.

Battuto il precedente record del mondo

Burner è così riuscito a stabilire il primato mondiale in tre prove effettuate, la Corvette C7 è stata in grado di stabilire un miglior tempo di 75,18 secondi, percorrendo il miglio ad una velocità media di 72 km/h toccando picchi massimi di 85 km/h e battendo così il record mondiale di ben 20 secondi.

Chevrolet Corvette C7
Chevrolet Corvette C7 – Foto credits Chevrolet press

Un’impresa storica che ha richiesto anche una vettura altrettanto storica. Particolare da non sottovalutare, proprio in fatto di vettura, la presenza del cambio manuale visto che quello automatico, ormai presente su quasi tutte le auto del mondo, è dotato infatti di un limitatore di velocità in retromarcia, mentre quello manuale è semplicemente limitato dal numero di giri massimi dell’auto.

Parole di Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti