Dacia Duster 2018, prova su strada: prezzo, interni, motori e opinioni

Prova su strada della nuova Dacia Duster con motore 1.5 dCi 110. Le nostre opinioni, il prezzo, la scheda tecnica e le dimensioni.

da , il

    Prova su strada della Dacia Duster 2018 – Quando è nata la prima generazione della Dacia Duster ha davvero rivoluzionato il segmento. Non si era mai visto un SUV dal design accattivante ad un prezzo da utilitaria. E la bontà della ricetta del gruppo Renault è stata dimostrata in anni e anni di successi commerciali. Per replicare il successo del modello precedente, la nuova Dacia Duster 2018 si propone con un look leggermente rinnovato, ma non stravolto. E’ più moderna e personale nel frontale, più muscolosa nelle fiancate, mentre dietro e più elegante grazie ai nuovi fari dal design simile a quelli della Jeep Renegade.

    Gli interni beneficiano di un design tutto nuovo, che regala un impatto visivo più piacevole. Certo, gli interni della Dacia Duster 2018 sono realizzati “al risparmio”, con finiture modeste e materiali di qualità migliorabile, ma questo è lo scotto da pagare per un prezzo di listino unico nel suo genere.

    Guarda anche:

    Insomma, sulla carta la seconda generazione della Dacia Duster sembra avere tutte le caratteristiche per replicare le vendite della sua antenata. Andiamo a scoprirla nel dettaglio, per vedere quali opinioni suscita la Dacia Duster 2018.

    Dacia Duster 2018: scheda tecnica

    La scheda tecnica della Dacia Duster 2018 mostra un pianale che è l’evoluzione di quello precedente, con un’impostazione piuttosto classica: sospensioni indipendenti McPherson all’anteriore e interconnesse con un ponte torcente al posteriore.

    La Dacia Duster oggetto del nostro test drive è una Prestige dotata del motore turbodiesel dCi 1.5 110 quattro cilindri. Il piccolo diesel si conferma molto interessante, proprio come sulla precedente Duster: è capace di esprimere una potenza massima di 109 cavalli a 4.000 giri al minuto ed una coppia motrice di 260 Nm già a 1.750 giri al minuto (che scendono a 250 Nm con il cambio automatico a doppia frizione EDC). Il cambio in abbinamento è un manuale a sei rapporti ed è abbinato ad una trazione integrale (sulla Duster della prova), ma c’è anche in versione 2WD per chi non ha esigenze particolari e vuole risparmiare qualcosa sul listino e sul peso della vettura. Le prestazioni della Dacia Duster 2018 1.5 dCi 110 4×4 parlano di un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 12,4 secondi e velocità massima di 169 km/h. E per quanto riguarda i consumi della Dacia Duster 2018? Con la nostra configurazione, la casa dichiara una media di 4,7 litri per 100 km, equivalenti a circa 21,3 km/l. Il serbatoio ha una capacità di 50 litri, che consentono un’autonomia massima teorica di circa 1.063 km.

    Dacia Duster 1.5 dCi 110 4×4
    Cilindrata: 1.461 cm³
    Alimentazione: diesel
    Potenza: 80 kW (109 CV)
    Coppia: 260 Nm
    0-100 km/h: 12,4 s
    Velocità massima: 169 km/h
    Consumo dichiarato: 4,7 l/100km

    Se cercate altro dalla Dacia Duster, sappiate che ci sono anche altre motorizzazioni: 1.6 aspirato a benzina SCe da 115 cavalli, 1.5 dCi turbodiesel da 90 CV ed il nuovissimo diesel 1.5 Blue dCi da 95 CV o 115 CV. L’offerta prevede sia versioni a due che a quattro ruote motrici e sia cambi manuali che automatici.

    Dacia Duster 2018: dimensioni e bagagliaio

    La Dacia Duster è un SUV di segmento C, ma le sue dimensioni la rendono piuttosto compatta rispetto alle concorrenti più gettonate. E’ lunga solo 4,34 metri, quando una Ford Kuga è lunga 4,54 metri, ad esempio.

    Dimensioni esterne
    Lunghezza: 4.341 mm
    Larghezza: 1.804 mm
    Altezza: 1.682 mm
    Passo: 2.673 mm
    Bagagliaio: 467 l

    Nonostante sia tra le più piccole della categoria, lo spazio a bordo non manca, sia davanti che dietro. Per quanto riguarda il bagagliaio, la Dacia Duster 4×4 ha una capienza di 467 litri (414 litri se si opta per la ruota di scorta), che sale fino ad un massimo di 1.614 litri abbattendo i sedili posteriori (1.559 litri con ruota di scorta). Le versioni 4×2 hanno qualche litro in più per il bagagliaio, dovuto a minori ingombri di natura meccanica.

    Dacia Duster 2018, la tecnologia di serie

    La Dacia Duster è proposta in quattro allestimenti: Access, Essential, Comfort e Prestige. La versione Access è quasi “fittizia”, dato che non include nemmeno il climatizzatore e serve quasi solo a mostrare un prezzo d’attacco super competitivo. L’allestimento più interessante è sicuramente il Prestige della nostra prova, che ha già di serie: Blind Spot Warning, bracciolo anteriore, cerchi in lega da 17’’, climatizzatore automatico, interni misto pelle, retrocamera di parcheggio, vetri posteriori oscurati, cruise control e Media Nav Evolution (Navigatore, Radio, presa Aux-in USB, Bluetooth con comandi al volante).

    La dotazione può solo essere arricchita dalla vernice metallizzata, dalla Multiview Camera e dal sistema Keyless.

    Come appare evidente la dotazione di serie è completa, ma pecca molto dal punto di vista delle dotazioni di sicurezza attiva. Non ci sono il Forward Collision Warning, il Lane Departure Warning o l’Adaptive Cruise Control.

    Dacia Duster 2018, prova su strada

    Abbiamo avuto il piacere di poter testare la versione 4WD di Dacia Duster nell’allestimento Prestige spinto dal suo “must have” il 1.5 dCi da 110 CV. Percorsi oltre 2mila Km durante l’estate, di cui quasi 1.200 sulle strade della Sardegna, siamo riusciti ad apprezzare tutte le caratteristiche di questo crossover che strizza sempre più l’occhiolino ai SUV. Ne sono testimonianza la presenza su questa versione di ben quattro telecamere sull’auto, LED a luce diurna, sistema di avviso del punto cieco e i sedili anteriori riscaldabili. Chi si sarebbe mai aspettato di trovare su una Dacia tanta assistenza alla guida e tanto comfort. Sia chiaro, le plastiche Dacia rimangono sempre le stesse, ma vi assicuriamo che sulla Prestige il sentore di avere qualcosa di più lo si comprende subito, ed in effetti lo si paga. Non trascuriamo poi le doti off-road con la presenza della trazione integrale che hanno fatto da cornice perfetta a tutte le nostre percorrenze.

    Il bello di Duster è che pur avendo dimensioni contenute, 4,38 metri di lunghezza, dal vivo risulta più grande. Ed in effetti l’abitabilità interna è una delle caratteristiche che piace di più. Di fatto persone con corporature importanti possono viaggiare molto comode. Apprezzato anche lo spazio per gli oggetti di tutti i giorni ed un bagagliaio in grado di ospitare fino a 3-4 trolley di dimensioni abbondanti in quanto il piano di carico è molto alto e sfruttabile in svariati modi.

    multicamera frontale Duster

    Partiamo. Avviamento senza chiave. Il telecomando Dacia permette di entrare e uscire dall’auto senza estrarre e inserire chiavi e avvia l’auto, con lo start&stop, quando presente all’interno dell’abitacolo. Una volta inserita la retromarcia si mette in funzione la telecamera multivisione che da ampia visibilità posteriore e allerta in maniera impeccabile l’avvicinamento di un ostacolo, anche se è in imminente avvicinamento. Una volta inserita la prima marcia si attiva la doppia telecamera anteriore che rimane in funzione fino al superamento dei 20 Km/h. Questo per dare un aiuto importante soprattutto durante le manovre su percorsi sterrati e ricchi di insidie.

    Dacia Duster 4x4 Prestige (38) (Large)

    La leva del cambio è molto lunga e comoda sebbene gli inserimenti risultano spesso un po’ “grezzi”. Capita di rado, ma capita, che quando bisogna inserire la sesta marcia si rischia di sbagliare e finire in quarta. Diciamo che bisogna farci un attimo la mano. Volante che si sposta in altezza e profondità ed è davvero un giocattolino quando si guida. Sulla Prestige presente anche il bracciolo per appoggiare il gomito destro mentre si guida.

    Dacia Duster 4x4 Prestige (16) (Large)

    In strada la Duster è decisamente stabile e grazie anche alla presenza di cerchi da 17” la guida è alta, la visibilità ottima e la stabilità su tracciati dove si incontrano avvallamenti eccelsa. Una delle peculiarità maggiormente gradite è stata proprio la capacità della Duster di adattarsi ad ogni tipo di fondo stradale senza mai dare scossoni o strappi all’interno dell’auto, con un comfort egregio per chi guida e chi viene ospitato.

    Dacia Duster 4x4 Prestige (36) (Large)

    Il plus su questa Dacia è quindi la presenza del sistema 4WD. Il selettore della modalità 2WD o 4WD si trova sulla plancia centrale prima del cambio. Ci sono tre principi di funzionamento se si considera anche la modalità “AUTO”. Quest’ultima distribuisce automaticamente la coppia motore tra gli assi anteriore e posteriore in funzione delle condizioni stradali e della velocità del veicolo. Questa posizione ottimizza la tenuta di strada e anche i consumi di carburante. La modalità “2WD” sfrutta invece solo la trazione delle ruote anteriori. Tratti stradali con ottima aderenza sono l’ideale. Consigliato l’uso in città. La modalità “4WD Lock” distribuisce invece la coppia tra gli assi anteriore e posteriore in modo da ottimizzare le capacità del veicolo di affrontare una condizione di guida su fuoristrada. Se il veicolo viaggia ad una velocità superiore ad 80 Km/h il sistema 4WD passa automaticamente alla modalità “AUTO”, e questo avviene anche se si viaggia tra i 60 e gli 80 Km/h per più di un minuto. Chiaro che la modalità 4WD è impostata per tratti dove ci sono fango, sabbia o forti pendenze e quindi con velocità inferiori ai 60 Km/h.

    Se in modalità “AUTO” e “4WD” si percepisce una maggior rumorosità del motore nessuna preoccupazione perché di fatto è normale. Soprattutto sui rapporti bassi quando si alza la coppia del motore la rumorosità può essere fastidiosa, a tratti quella di un fuoristrada diesel vintage. Di fatto a regime di marcia e in autostrada il motore risulta silenzioso.

    Dacia Duster prestige cruscotto

    Parlando di consumi con Dacia Duster 4×4 1.5 dCi da 110 CV si possono avere grandi soddisfazioni. Passando spesso da modalità “2WD” in paese a modalità “AUTO” su percorsi misti abbiamo ottenuto un ottimo consumo medio di 4,8L su 100 Km. Meno di 20 Km al litro e si può fare ancora meglio. Chiaro che in modalità “4WD” i consumi sono leggermente più elevati ma l’utilizzo dell’integrale l’abbiamo trovato utile solo in alcune strade sterrate della zona nord est della Sardegna che portava alle spiagge.

    Quello che davvero ci è piaciuto di questa versione di Dacia Duster è stata la sua versatilità in ogni tipo di situazione di viaggio e la comodità respirata all’interno dell’abitacolo.

    Dacia Duster 4x4 Prestige (39) (Large)

    Degno di nota anche l’impianto di climatizzazione bizona, facilissimo da usare ed efficace nel refrigerare l’auto in tempi brevi anche con temperature esterne elevate. Plauso anche per il sistema di infotainment Media Nav Evolution semplice, intuitivo e con un navigatore aggiornato e che allertava anche sugli autovelox. Insomma cosa si può desiderare di più con poco più di 20mila euro…

    Dacia Duster 2018: prezzi

    E adesso la domanda che tutti vi stavate chiedendo: e il prezzo della Dacia Duster 2018 è competitivo come prima? La risposta è sì e basta dare un’occhiata al listino per accorgersene.

    Benzina:

    Dacia Duster ACCESS 4X2 1.6 SCe 115cv: 11.900,00 €

    Dacia Duster ESSENTIAL 4X2 1.6 SCe 115cv: 12.850,00 €

    Dacia Duster COMFORT 4X2 1.6 SCe 115cv: 14.550,00 €

    Dacia Duster PRESTIGE 4X2 1.6 SCe 115cv: 15.550,00 €

    Diesel:

    Dacia Duster ESSENTIAL 4X2 1.5 dCi 90cv: 14.350,00 €

    Dacia Duster ESSENTIAL 4X2 1.5 Blue dCi 95cv: 14.700,00 €

    Dacia Duster ESSENTIAL 4X2 1.5 dCi 110cv: 14.850,00 €

    Dacia Duster ESSENTIAL 4X4 1.5 dCi 110cv: 16.850,00 €

    Dacia Duster ESSENTIAL 4X2 1.5 Blue dCi 115cv: 15.200,00 €

    Dacia Duster COMFORT 4X2 1.5 dCi 110cv: 16.550,00 €

    Dacia Duster COMFORT 4X4 1.5 dCi 110cv: 18.550,00 €

    Dacia Duster COMFORT 4X2 1.5 Blue dCi 115cv: 16.900,00 €

    Dacia Duster PRESTIGE 4X2 1.5 dCi 110cv: 17.550,00 €

    Dacia Duster PRESTIGE 4X4 1.5 dCi 110cv: 19.550,00 €

    Dacia Duster PRESTIGE 4X2 1.5 Blue dCi 115cv: 17.900,00 €