De Tomaso P900, l'hypercar più green del mondo

L'hypercar rappresenta una vera e propria rivoluzione grazie all'utilizzo del v12 con carburante sintetico che la rende la vettura più green del pianeta

De Tomaso P900

De Tomaso P900 - Foto credits De Tomaso press

Le auto sportive sono quelle che fanno battere il cuore degli automobilisti, ma con la nuova De Tomaso P900 sportività e mobilità sostenibile viaggiano di pari passo. La nuova hypercar del brand anglo-americano-tedesco, infatti, è l’auto non elettrica più ecologica del mondo grazie all’adozione di un carburante sintetico con il quale alimentare il potente motore V12.

Una vettura estrema, nata per la pista, e che può contare su un propulsore V12 su misura – il primo a zero emissioni grazie all’utilizzo del carburante specifico – che raggiunge i 12.300 giri/min. Tra i tanti vantaggi portati in dote da questa vettura spicca l’ottimo rapporto peso/potenza: da un lato l’output massimo raggiunge gli 888 CV, dall’altro la massa complessiva è di appena 900 kg, caratteristica questa dalla quale deriva il nome dell’auto.

Appena 18 esemplari per la De Tomaso P900

Ispirata nelle forme alla De Tomaso P70 disegnata da Carroll Shelby, la P900 è un’auto pensata solo per la pista e proprio dal mondo delle corse sono state ereditate diverse soluzioni come, ad esempio, l’ala posteriore collegata al sistema DRS (presente anche sulle monoposto di Formula 1) che migliora velocità e stabilità nei rettilinei.

De Tomaso P900
De Tomaso P900 – Foto credits De Tomaso press

Inoltre, i soli 900 kg di peso complessivo sono merito anche del telaio in fibra di carbonio, che è disegnato dallo studio Capricorn che ha seguito da vicino lo sviluppo della Porsche 919 Evo di Le Mans e tanti progetti della Formula 1. Una vettura per pochi eletti che vedrà la luce nel 2024 e sarà destinata a soli 18 clienti, tanti quanti il numero di esemplari che verranno prodotti della De Tomaso P900.

avatar autore

Parole di Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti