Delta Safarista, l'auto regina dei rally torna a vivere

Automobili Amos torna a far vivere una delle vetture iconiche del mondo auto l'auto sarà prodotta in non più di 10 esemplari

la nuova Delta Safarista

Delta Safarista - Foto credits Automobili Amos

Uno dei miti dell’automobile torna a vivere con la Delta Safarista, basata sulla Delta Futurista firmata da Automobili Amos, che riprende una delle vetture iconiche da rally, la Lancia Delta che nel 1988 con Miki Biasion e Tiziano Siviero vinse il Rally Safari. L’auto presenta tutte le caratteristiche di una vettura nata per l’off road come l’assetto rialzato, i pneumatici tassellati con copricerchi di carbonio o i paraspruzzi di plastica.

La Delta Safarista
Delta Safarista – Foto credits Automobili Amos

Delta Safarista, spiccata vocazione da rally

Anche gli interni mantengono fede alla sua vocazione da rally tanto che l’arredamento è in stile minimal con un moderno display, sedili, cinture e leva del cambio specifici, così come il comando verticale del freno a mano idraulico. La Delta Safarista di Automobili Amos sarà prodotta in non più di 10 esemplari, tutti altamente personalizzabili dai clienti per la cifra di circa 570 mila euro l’una.

Parole di Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti