DS 4, un nuovo allestimento Opèra e una versione Performance Line

Beneficiando delle innovazioni tecniche, l'autonomia a emissioni zero di DS 4 E-TENSE 225 è aumentata del 13%, ora fino a 62 chilometri in modalità elettrica

DS4

L’intera gamma DS 4 si rinnova con l’arrivo di una nuova specifica Opèra, disponibile su DS 4 e DS 4 Cross. Questo modello si colloca al top della gamma con una notevole quantità di equipaggiamento di serie. Parliamo quindi di ammortizzatori a smorzamento controllato, DS Active Scan Suspension, tetto apribile, portellone posteriore elettrico in modalità mani-libere, finestrini anteriori e posteriori acustici, ricarica wireless, pedali e poggiapiedi in alluminio.

DS Drive Assist 2.0 è opzionabile con l’implementazione di nuove funzionalità come il cambio di corsia semiautomatico, che consente di cambiare corsia automaticamente e in sicurezza tra 70 e 180 km/h con una semplice pressione sull’indicatore e l’adattamento della velocità consigliata. Il volante è inoltre dotato di un sensore di presa che controlla continuamente se il conducente sta prestando attenzione.

Tre le motorizzazioni per DS 4 Opèra

Sono disponibili tre trasmissioni con E-Tense 225 ibrida plug-in, PureTech 130 benzina e BlueHDi 130 Diesel.

E-Tense 225 ha ora un’autonomia a zero emissioni di 62 chilometri sul ciclo combinato WLTP (in crescita del 13%). Questo aumento è dovuto al miglioramento del controllo del software e una batteria più efficiente.

Al fine di allineare la gamma di DS 4 al nuovo DS7 la versione Business oggi diventa Bastille Business con l’introduzione di finiture basalto nero, illuminazione PolyAmbient, inserti in rilievo Platinum Clous de Paris e una console centrale chiusa.

Le prese d’aria posteriori includono due nuove porte USB che vengono aggiunte. All’esterno, la griglia è ora Gloss Black con design a punta di diamante cromata mentre nella parte posteriore vengono introdotte finiture cromate con diffusore Gloss Black.

Parole di Riccardo Mantica

Nell’editoria online dal 2001 quando scrivere per il web era una chimera. Pubblicista dal 2005, blogger per caso nel 2010, ha vissuto l’avvento del web 2.0 e dei social network condividendone gioie e dolori. Le passioni coltivate negli anni per sport, motori e tecnologia sfociano oggi anche nel panorama della mobilità sostenibile. Il motto preferito? Guardare sempre avanti senza dimenticare il passato. Stay tuned!