Ferrari Portofino M, super potente con il tuning Novitec

Il tuner mette le mani sulla vettura del Cavallino rendendola ancora più cattiva nell'aspetto e più potente nella prestazioni

Ferrari Portofino by Novitec

Ferrari Portofino by Novitec - Foto credits Ferrari press

Ferrari Portofino M è una delle Rosse più apprezzate. Non solo dagli automobilisti, ma anche dai tuner; è il caso di Novitec che, pur mantenendo i canoni estetici dell’auto made in Maranello ha deciso di svelare la sua personalissima versione.

Una vettura che, dopo la cura del tuner, si scopre incattivita nell’aspetto e ancora più potente.

Più cattiva e potente la nuova Rossa firmata Novitec

Caratterizzata da nuove appendici aerodinamiche in fibra di carbonio, da cerchi da 21” e 22” dal design specifico firmato dall’americana Vossen, la Ferrari Portofino firmata Novitec mostra nuove prese d’aria e il deflettore, che fa sentire la sua efficacia alle massime andature, oltre ai nuovi specchietti con calotte in fibra di carbonio. Al posteriore, invece, ecco uno spoiler aggiuntivo che aggiunge deportanza oltre a un sistema di sollevamento che permette con un tasto di rialzare la vettura di 40 mm sino a 80 km/h, per superare i dossi e le pendenze delle rampe dei garage

Ferrari Portofino M firmata Novitec
Ferrari Portofino M firmata Novitec – Foto credits Novitec media

Il tuner Novitec, però, non si è limitato all’aspetto estetico ma ha lavorato anche sul motore con La potenza dell’otto cilindri a V sovralimentato di 2,9 litri che è stata incrementata toccando così i 704 CV a 7.400 giri al minuto. Aumentata anche la coppia motrice che, con gli affinamenti all’elettronica, tocca 882 Nm a 3.750 giri, 122 Nm in più rispetto alla proposta originale. Numeri che, su strada, si traducono in un incremento della velocità di punta, passata da 321 km/h a 325 km/h con un tempo di 3,1 secondi per raggiungere i 100 km/h con partenza da fermo.

Parole di Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti