Fiat 500, sapete perchè si chiama proprio così? I motivi sono ben due

La mitica Fiat 500 rappresenta una delle pietre miliari dell’automobilismo italiano: ecco da cosa deriva il suo nome e perché si chiama così.

Fiat 500 è, senza ombra di dubbio, una delle auto italiane più famose nel mondo. Il mitico “Cinquino”, infatti, ha avuto il merito di motorizzare l’Italia negli anni ’50 e ’60, quando le automobili erano ancora un bene di lusso per pochissimi, contribuendo anche allo sviluppo economico del Paese che si stava riprendendo dopo la Seconda Guerra Mondiale diventando un simbolo nel mondo.

Un modello mitico, riconosciuto universalmente nel mondo come una delle eccellenze del made in Italy e capace di diventare anche un’opera d’arte tanto da essere esposta al Mo.Ma di New York, uno dei musei più importanti sulla Terra. Ma da cosa deriva il nome 500? Ecco la risposta.

Fiat 500, perché si chiama così

Era il 1957 quando, per la prima volta, Fiat 500 veniva svelata in anteprima prima al Presidente del Consiglio Adone Zoli, nei giardini del Viminale, e il giorno dopo, il 2 luglio, la vettura fu presentata presso il circolo Sporting di Torino. A colpire, oltre alle misure contenute del veicolo, fu anche il nome. Una scelta particolare quella dalla casa torinese per la sua auto, che però nascondeva un duplice motivo.

Fiat 500, i motivi per cui si chiama così
Fiat 500, ecco da cosa deriva il suo nome (Fiat press – Allaguida.it)

I vertici della Fiat, infatti, decisero di scegliere il nome per sottolineare la discendenza e la comunanza alla 500 “Topolino”, quale automobile di minor costo della gamma FIAT, fissato a 490.000 lire, pari a circa 13 stipendi di un operaio. Era proprio questo il prezzo della vettura quando uscì; una cifra che all’epoca, però, venne giudicata troppo elevata soprattutto per gli standard dell’epoca, soprattutto se messa in relazione alla sorella maggiore tanto che molti automobilisti preferivano mettere da parte qualche soldo e acquistare la Fiat 600, più grande e più spaziosa.

Proprio per questo Fiat corse ai ripari tanto che a partire dal novembre 1957 500 viene quindi commercializzata in due versioni: Economica – venduta a 465.000 lire anziché 490.000 – e Normale. Addirittura i proprietari delle Fiat 500 Economica vendute prima del lancio della Normale, ricevettero la differenza di 25.000 lire tramite assegno e vennero invitati presso le Stazioni di Servizio autorizzate FIAT per l’aggiornamento gratuito del motore.

Il prezzo, però, non è l’unico motivo per il quale i dirigenti del gruppo torinese decisero di chiamare il modello 500. Il nome, infatti, deriva anche dal tipo di motore utilizzato per la vettura. L’auto voluta dalla Fiat si presentava al grande pubblico, nella sua prima versione, con un propulsore a due cilindri raffreddato ad aria, con una cilindrata di 497 cc con una potenza di soli 13 CV. Un valore che la rendeva, appunto, una cinquecento, particolare che i vertici della casa del Lingotto decisero di evidenziare con un nome che richiamasse anche questo aspetto.

Impostazioni privacy