Ford punta su auto elettriche, veicoli commerciali e servizi

Auto e veicoli elettrici saranno il fulcro strategico del futuro di Ford. Importantissimo anche l'ambito dei veicoli commerciali da lavoro

logo ford

Foto Pexels | Julissa Helmuth

Ford non ha nessun dubbio: anche se a oggi la redditività delle auto e dei veicoli elettrici è inferiore rispetto a quella degli analoghi modelli con motori benzina e diesel, entro pochi anni il valore superiore dei Bev e, soprattutto, gli utili provenienti dalle attività commerciali e dai servizi connessi, saranno il fulcro strategico dei futuri risultati positivi dell’azienda.

Questo è quanto ha comunicato Jim Farley, Ceo del Gruppo Ford, in un incontro via web con gli analisti. Più nello specifico, riferendosi allo stato di avanzamento del piano Ford +, Farley ha anticipato che questa strategia porterà nel 2023 a un EBIT globale rettificato dell’8% e del 10% solo per il Nordamerica.

“Sono entusiasta di ciò che Ford + significa per i nostri clienti che potranno vivere nuove e migliori esperienze utilizzando i nostri iconici modelli assieme alla nostra tecnologia connessa che migliora costantemente nel tempo” ha detto nella sua introduzione il Ceo Farley.

Riferendosi a ciò che già oggi è disponibile nella Mustang Mach-E e nel nuovissimo pick-up elettrico F150 Lightining, Farley ha chiarito che queste innovazioni permetteranno di “fornire costi inferiori, di mettere a disposizione maggiore controvalore a tutti i nostri utenti e di aumentare la fedeltà dei clienti”.

Farley ha poi spiegato come il Gruppo di Dearborn si stia allontanando dal modello di business tradizionale e transazionale che ha contraddistinto l’industria automobilistica per molti decenni, per diventare un produttore di auto e veicoli commerciali green. Farley ha Confermato anche un maggiore budget (30 miliardi di dollari) per l’elettrificazione pianificata entro il 2025, incluso anche lo sviluppo delle nuove batterie IonBoost di produzione propria.

Nasce Ford Ion Park

Il Ceo del Gruppo Ford ha anche affermato di aspettarsi che nel 2030 “il 40% del volume globale dei veicoli Ford possa essere elettrico”. Uno degli elementi chiave della strategia elettrica di Ford à la creazione di Ford Ion Park, un centro globale di eccellenza dedicato esclusivamente alle batterie, dove oltre 150 esperti lavorano per aumentare l’autonomia e ridurre i costi industriali e quindi quelli per i clienti finali. Accanto alle batterie IonBoost agli ioni di litio, Ford sta lavorando anche alle IonBoost Pro e alle batterie allo stato solido, che permetteranno grandi autonomie e bassi costi.

Importantissimo per il futuro di Ford anche l’ambito dei veicoli commerciali da lavoro, per attività di distribuzione e per il trasporto persone. A questo proposito, Farley ha parlato anche della creazione di Ford Pro, una divisione totalmente dedicata al mondo del trasporto, per fornire alta produttività ai clienti professionali, agli artigiani, alle aziende a agli enti con veicoli elettrici, elettrificati o tradizionali.