Gianmarco Tamberi e quella passione per i motori: il suo garage è da medaglia d’oro

Gianmarco Tamberi è uno dei più grandi atleti in Italia e il suo garage è davvero degno di una medaglia d’oro olimpica.

Per tanti anni l’Italia ha vissuto nell’oblio più totale per quanto riguarda l’atletica. Non riuscivano a nascere dei campioni in grado di poter lottare per i titoli mondiali e meno ancora per le Olimpiadi, con le posizioni in classifica nella seconda settimana che piano piano viravano verso il basso.

Gianmarco Tamberi, garage da medaglia d'oro
Gianmarco Tamberi (Ansa – AllaGuida)

A Tokyo nel 2021 qualcosa è cambiato, perché quella era l’estate d’oro dello sport italiano, iniziata a giugno con la grande rincorsa verso l’Europeo dell’Italia di Roberto Mancini. Se quel trionfo fu eroico, fu però un altro giorno a entrare per sempre nel mito più assoluto dello sport del Belpaese.

Era l’1 agosto 2021 e tra le ore 14.30 e le ore 14.50 scattarono i venti minuti in assoluto più pazzi che si siano mai assistiti nella storia d’Italia. Gianmarco Tamberi trionfava nel salto in alto e subito dopo toccava a Marcell Jacobs vincere la gara più importante, l’oro olimpico nei 100 metri.

L’Italia non era mai andata nemmeno vagamente vicina a questo pazzo trionfo e ora Gimbo ha saputo replicare l’impresa. Gianmarco infatti ha messo in mostra ancora il proprio enorme talento e soprattutto la voglia di vincere e con un salto di 2 metri e 36 centimetri ha ottenuto l’oro al Mondiale di Budapest 2023.

Tamberi dunque è nel mito assoluto e con le proprie gambe ci sa davvero fare. Anche lui però quando decide di girare per le città vuole essere comodo ed è per questo motivo che il suo garage è davvero di tutto rispetto.

BMW, Nissan e Dune Buggy: il pazzo garage di Tamberi

Gianmarco Tamberi ha una grandissima passione per i motori, tanto è vero che in varie occasioni si è fatto ammirare anche nel modo più assurdo possibile. Il ragazzo infatti era a bordo di una dune buggy, una delle auto più particolari e incredibili, con il ragazzo che si trovava sopra una di essa.

Non si sa se questa fosse esattamente la sua auto o fosse solo stata noleggiata. Fatto sta che sono altre due le automobili che possiede nel proprio garage e sono davvero due gioiellini di potenza ed eleganza.

Nissan Juke

La prima auto che ha modo di guidare Tamberi non è forse l’auto più appariscente del mondo, ma la Nissan Juke è sinonimo di qualità. Le sue dimensioni parlano di una lunghezza di 421 cm, una larghezza di 180 cm e un’altezza di 160 cm, il che la porta a essere una cinque posti.

Nissan Juke, auto di Tamberi
Nissan Juke (Ansa – AllaGuida)

La vettura in questione negli anni ha subito diversi miglioramenti e adesso si presenta sul mercato sia in versione a benzina che ibrida. La prima prevede un motore 3 cilindri da 1000 di cilindrata, con l’erogazione massima di 114 cavalli. In questo modo la sua velocità di punta è di 180 km/h, con il consumo di soli 5,9 litri ogni 100 km, per un costo che parte da 23.700 Euro.

Più prestazionale invece la variante ibrida, con quest’ultima che monta un motore 4 cilindri da 1600 di cilindrata. La potenza di erogazione è di 143 cavalli e il suo prezzo in questo caso sale a 31 mila Euro.

BMW X6

Per un atleta così elegante durante le sue corse, non poteva di certo mancare anche una delle auto più affascinanti al mondo. Si tratta della BMW X6, auto con un costo decisamente superiore rispetto alla Juke, dato che parte da ben 93.400 Euro.

BMW X6, auto di Tamberi
BMW X6 (Ansa – AllaGuida)

L’auto in questione presenta una lunghezza di 496 cm, una larghezza di 200 cm e un’altezza di 170 cm, permettendole così di essere una cinque posti. La BMW X6 si presenta al momento con due motori ibridi, entrambi Mild Hybrid ma uno a benzina e il secondo a gasolio. La versione più prestazionale prevede un V8 da 4400 di cilindrata da 625 cavalli, ma il suo prezzo di partenza si impenna a 167 mila Euro.

Impostazioni privacy