Golf GTI Clubsport 45, un'edizione speciale con 300 CV per celebrare il compleanno

L’edizione speciale Clubsport 45 celebra l’anniversario della Golf GTI, la cui prima versione debuttò nel 1976

Golf GTI Clubsport 45

Nell’estate del 1976, la Volkswagen lanciò una versione sportiva della Golf. La GTI. Una compatta super sportiva di successo, oggi icona di un segmento dove contano i cavalli e le prestazioni.

E per festeggiarne il quarantacinquesimo compleanno la Volkswagen ha creato una serie speciale per l’anniversario. La Golf GTI Clubsport 45, basata sulla GTI Clubsport da 300 CV.

Sono tanti gli elementi tecnici che differenziano la Clubsport 45 dall’ultima versione della GTI standard, a partire dal motore 2.0 TSI che eroga 55 CV in più e dalla modalità Special, dedicata alla guida su pista.

Nuovi elementi estetici caratterizzano la Clubsport 45

Golf GTI Clubsport 45 dettaglio alettone

Inoltre, dal punto di vista estetico la Golf GTI Clubsport 45 si distingue per le prese d’aria maggiorate, per l’alettone posteriore sportivo dal disegno specifico che ottimizza i flussi e per l’impianto di scarico sportivo in titanio della Akrapovič con due uscite separate agli estremi del paraurti posteriore.

La personalizzazione di questa edizione speciale dedicata ai 45 anni dalla nascita della Golf GTI include anche il tetto completamente nero con l’alettone posteriore dello stesso colore, un omaggio al portellone nero della prima GTI.

Golf GTI Clubsport 45 dettaglio cerchio in lega

Il pacchetto Race di serie, dotazione specifica della Clubsport 45, include cerchi in lega Scottsdale da 19″ in nero lucido con cordone rosso che richiama la classica linea della calandra GTI, impianto di scarico sportivo e la rimozione del limitatore di velocità massima che le permette di toccare i 270 km/h.

Il logo 45 sulla parte inferiore della fiancata identifica in modo discreto la serie speciale GTI e ne sottolinea ulteriormente il carattere sportivo.

La Golf GTI Clubsport 45, inoltre, è dotata di serie di proiettori anteriori IQ.Light LED Matrix con la finitura rossa tipica delle GTI.

Golf GTI Clubsport 45 interni

Anche l’interno di questa edizione anniversario sfoggia elementi estetici tipicamente GTI. Le tre lettere che da sempre identificano la compatta sportiva Volkswagen sono riportate sugli schienali dei sedili anteriori Premium Sport.

Il logo “45” sulla razza centrale del volante multifunzione sportivo identifica ulteriormente l’unicità di questa serie speciale.

La Golf GTI Clubsport 45 aumenta di 55 CV

Dal punto di vista tecnico, la Clubsport 45 si pone al vertice delle Golf GTI di ottava generazione. Il motore turbo 2.0 TSI della serie EA888 evo4 ora eroga 300 CV/221 kW e 400 Nm di coppia massima, ed è associato al cambio automatico doppia frizione DSG a 7 rapporti.

Lo 0-100 km/h è coperto in 5,6 secondi e la velocità massima senza limitazioni è di 270 km/h. Inoltre, il nuovo telaio sportivo è coordinato dall’innovativo Vehicle Dynamics Manager. Oltre a gestire il differenziale elettronico XDS+ e il controllo adattivo del telaio DCC (optional), nella Clubsport 45 il Vehicle Dynamics Manager coordina anche il differenziale elettromeccanico autobloccante anteriore presente di serie su questa edizione speciale.

Con la Clubsport 45, la Volkswagen scrive un nuovo capitolo nella storia delle versioni ad altissime prestazioni della GTI.

La prima Clubsport fu lanciata nel 2016, in occasione del quarantesimo compleanno della Golf GTI. La sua potenza massima era di 265 CV, che potevano arrivare temporaneamente a 290 CV grazie alla funzione boost.

Lo stesso anno vide l’arrivo della Golf GTI Clubsport S, versione estrema e a due posti capace di ben 310 CV.

Nell’autunno 2020 la Volkswagen ha lanciato la nuova GTI Clubsport (non disponibile in Italia), la prima a integrare nel Vehicle Dynamics Manager il controllo del differenziale elettromeccanico autobloccante anteriore, come anche la Clubsport 45.

La Clubsport 45 può essere ordinata in Italia al prezzo di listino di 51.900 Euro.

Parole di Riccardo Mantica

Nell’editoria online dal 2001 quando scrivere per il web era una chimera. Pubblicista dal 2005, blogger per caso nel 2010, ha vissuto l’avvento del web 2.0 e dei social network condividendone gioie e dolori. Le passioni coltivate negli anni per sport, motori e tecnologia sfociano oggi anche nel panorama della mobilità sostenibile. Il motto preferito? Guardare sempre avanti senza dimenticare il passato. Stay tuned!