Hai mai visto l’antenata della Nissan GT-R? Ne hanno prodotte pochissime

Tra le sportive entrate nel mito c’è senz’altro la Nissan GT-R, ancora oggi in produzione. Ecco la speciale antenata.

Ci sono auto che passano quasi senza colpo ferire, altre invece che fanno la storia. E ce n’è una che deve ringraziare non solo le sue prestazioni su strada, ma soprattutto un film, Fast & Furious. Parliamo della Nissan GT-R, che ha vissuto prima come Skyline GT-R , poi nel 2007 ha visto nascere il secondo prototipo. Una coupé sportiva che è stata apprezzata moltissimo, soprattutto in Oriente, per le sue forme e per le sue performance.

Nissan introvabile
Nissan – AllaGuida.it

Addirittura nel gennaio 2017, la Nissan GT-R è entrata nel Limca Book of Records, l’equivalente indiano del Guinness dei primati, per aver disegnato il più grande contorno della mappa di una Nazione (India) sulla superficie asciutta del lago Sambhar, nel Rajasthan. Ma ci si chiede più che altro quale sia stata l’antenata di questa vettura, se ci sia stata una macchina che è stata di profonda ispirazione per Nissan, che ancora oggi vola in fatto di vendite con i suoi modelli. E alla fine è spuntata fuori.

L’antenata della Nissan GT-R è una “perla”

Parliamo della Datsun 280Z “Black Pearl Edition”, edizione speciale limitata della 280Z costruita nell’ultimo anno ella sua produzione, il 1978. Costruita in soli 1500 esemplari, arrivò dopo l’incredibile successo della Datsun 280Z “ZZZAP Edition” che era stata lanciata nel 1977, che fu la prima auto nella storia che è stata lanciata insieme a un videogioco per promuoverlo.

Si tratta dell’evoluzione a sua volta della Nissan Fairlady Z, o per meglio dire la 240Z, una delle auto sportive giapponesi più importanti mai realizzate. Negli anni ’60 le auto sportive giapponesi erano ancora viste da molti in Occidente come auto economiche, invece fu proprio questa Nissan a dare il via al cambio, cancellando definitivamente questo stereotipo. Con sospensioni a quattro ruote indipendenti, grande maneggevolezza e un sei cilindri in linea da 2,4 litri e 151 CV divenne in breve tempo un’auto molto apprezzata in Asia.

La Nissan 280Z non era altro che la versione aggiornata e potenziata, con un 2,8 litri e altre diverse chicche come un avanzato sistema di iniezione del carburante Bosch L-Jetronic. Questa poi è l’unica con vernice nera, colore considerato sfortunato in Giappone perché è associato alla morte e al lutto.

Il nome Black Pearl scelto per questo modello è invece dato per accomunarla al simbolo del lusso per eccellenza, la perla, così rara e misteriosa. Questa edizione speciale era rifinita con strisce rosse e argento su entrambi i lati e sul cofano, doppi specchietti laterali e feritoie sul vetro posteriore.

L’antenata della GT-R ora è all’asta

Si ritiene oggi però che molte delle Datsun sono state perse a causa della ruggine e per altri problemi. Solo un esemplare è oggi ancora funzionante ed è quello che è finito all’asta su Mecum Auctions. Non è mai stata restaurata, ha ancora la sua vernice originale senza alcun graffio e ha solo 61.282 miglia sul contachilometri. Inoltre è una versione con cambio manuale a 5 marce, quando di solito questa aveva quello automatico a 3 o 4 marce. Andrà a breve all’asta a Monterey, in California, con prezzi che vanno dai 100 ai 200 mila dollari.

Impostazioni privacy