Infiniti Q Inspiration Concept al Salone di Detroit 2018: la Q70 del futuro

Il concept anticipa i nuovi stilemi Infiniti e l'architettura elettrificata che potrebbe dar vita alla Infiniti Q70 nel 2020

da , il

    Infiniti al Salone di Detroit 2018 lancia Infiniti Q Inspiration Concept. Esercizio di stile, una show car che anticipa quello che sarà il prossimo corso del marchio in termini di design, dopo l’arrivo di Karim Habib da BMW. Una grande berlina con il profilo da coupé e la linea del tetto molto bassa verso la coda. E’ stata svelata in anteprima mondiale al Salone di Detroit 2018.

    Cambia notevolmente il design rispetto alle ultime proposte del marchio e la Q Inspiration potrebbe anticipare i contenuti che vedremo tra un paio di anni sulla Infiniti Q70. Una generazione che avrà certamente tanti contenuti multimediali a bordo, guida autonoma e nuovo motore. però non elettrico. Guarda anche:

    Infiniti Q Inspiration Concept: estetica e design

    Infiniti Q Inspiration Concept estetica

    Gli esterni di Infiniti Q Inspiration Concept presentano un design con proporzioni dinamiche e sicure. È la prima manifestazione del nuovo linguaggio di Infiniti. Il concept evita forme di berlina classiche, è più una coupé con quattro porte, che permettono un facile ingresso nell’abitacolo. Frontale muscoloso, il muso integra nuovi fari particolari di nuova concezione, il logo della Casa e la cornice della calandra sono anch’essi retroilluminati e danno vita a un frontale estremamente moderno. Prese d’aria integrate nel paraurti.

    Infiniti Q Inspiration Concept: interni

    Infiniti Q Inspiration Concept interni

    Molto puliti e minmalisti quindi gli esterni, come gli interni. Dentro è tutto in vetro, che dà l’impressione di grande ampiezza. Il volante c’è, anche se debutta il sistema di guida ProPilot di quarto livello: il pilota controllerà sempre l’auto, tramite volante e pedali, mentre l’elettronica agirà come copilota, aiutando il driver in caso di pericolo. Questo sistema ProPilot è in grado di guidare l’auto da solo, seguendo le indicazioni del navigatore. Utilissimo soprattutto nelle strade extraurbane e in autostrada, dove permette al conducente di rilassarsi. Negli interni inoltre sono presenti schermi per ogni passeggero, dotato di tutte le funzioni del veicolo, di sistemi di infotainment, monitora perfino lo stato di salute degli occupanti.

    Infiniti Q Inspiration Concept: nuovo motore

    Infiniti Q Inspiration Concept nuovo motore

    L’altra grande novità su questa Infiniti Q Inspiration Concept è il motore VC-Turbo, un powertrain a rapporto di compressione variabile “on-the-go”, grazie ad un sistema di leveraggio sotto l’albero a camme che modifica l’azata del pistone. In altre parole il quattro cilindri turbo è in grado di variare la corsa dei pistoni modificando il rapporto di compressione: a seconda delle necessità si può privilegare prestazione o efficienza di marcia.

    Q Inspiration per sostituire Infiniti Q70?

    Infiniti Q70 oggi è un’ammiraglia da 4 metri e 98 centimetri di lunghezza, quattro porte e cinque posti, già con una proposta ibrida che abbina il motore V6 all’unità elettrica, per 364 cavalli in totale. Lo schema potrebbe svilupparsi in una nuova architettura ibrida. Una berlina di grandi dimensioni che sembra andare a pescare nel territorio delle coupé quattro porte, ispirata dalla strada percorsa da Mercedes CLS.

    Forme morbide, linea di cintura alta, un passo molto lungo, anticipano dal marchio, lasciando sfuggire l’indicazione di un volume abitacolo insolitamente lungo.

    In Italia, Infiniti Q70, che abbiamo preso quale possibile riferimento per una corrispondenza del concept Infiniti Q Inspiration, qualora dovesse trasformarsi in prodotto di serie, parte da 50.050 euro con motore 2.2 litri turbodiesel, non mancano le versioni 3.7 V6 benzina e il già elencato ibrido, con motore V6 3.5 litri benzina.