Kia cambia volto: dal 2027 sette nuovi modelli elettrici

Kia cambia volto, all'insegna del nuovo motto “Movemente that inspires”, entro il 2027 metterà sul mercato sette nuovi modelli elettrici

kia

Foto Kia Corporation

Kia ha cambiato volto: sia nel logo, che nello slogan. Durante l’evento di presentazione del suo nuovo simbolo, infatti, la casa automobilistica ha presentato anche il nuovo motto del marchio: “Movemente that inspires”.

Kia: un marchio in movimento

Lasciarsi ispirare dai movimenti, questa la nuova filosofia. Per farlo, la casa coreana ha avviato un vero e proprio cambio di prospettiva. Il core businness non sarà più, quindi, solo la mobilità (cancellato infatti motors dal norme stesso dell’azienda, che oggi è Kia Corporation).

Kia ha in previsione un’espansione su più settori: nuovi prodotti e servizi di mobilità, all’insegna dell’innovazione, che garantiranno un’esperienza della quotidianità unica per i propri clienti.

Mobilità come diritto umano

Ho Sung Song, Presidente e CEO di Kia Corporation, ha dichiarato: “In Kia crediamo che il trasporto, la mobilità e il movimento siano un diritto umano. La nostra visione è creare soluzioni di mobilità sostenibile per i consumatori, la comunità e la società a livello globale. Oggi iniziamo a mettere in atto questa visione con il lancio del nostro nuovo brand e della nuova strategia per il futuro“.

Il movimento del futuro secondo Kia

Il movimento è lo scopo dell’uomo: il viaggio, la scoperta, la crescita. Tutto è leghato al movimento, che diventa la nuova filosofia

Il movimento è sempre stato al centro dell’attenzione del nostro marchio e la mobilità delle persone al centro della nostra attività. Il movimento aiuta l’umanità a progredire, migliorare e ad evolversi costantemente. Ecco perché in Kia crediamo che il movimento ispiri anche la genesi delle idee“, ha spiegato Artur Martins, Senior Vice President, Head of Global Brand & Customer Experience di Kia.

La strategia green di Kia

Nella nuova strategia del marchio ampio spazio sarà lasciato allo sviluppo green. Per rispondere e dare forma alle aspettative dei clienti, sempre più attenti all’ambiente, la nuova gamma di prodotti si svilupperà per rispondere alle esigenze di personalizzazione ed ecocompatibilità.

Kia implementerà la sua offerta di veicoli elettrici a batteria (BEV). Ben sette nuovi modelli entro il 2027. Nella gamma, SUV e monovolume di diversi segmenti dotati di carica a lunga durata e nuova piattaforma modulare elettrica globale (E-GMP) sviluppata da Hyundai Motor Group.

L’innovazione anche nei veicoli commerciali

Anche i veicoli commerciali (Purpose-Built Vehicles) saranno al centro del rinnovamento Kia. Le piattaforme flessibiliskateboard“, caratterizzate da strutture modulari, saranno in gradi di soddisfare le esigenze e le richieste specifiche di clienti aziendali e flotte. 

La mobilità eco-compatibile di Kia

Nel programma Plan S è inserito anche l’impegno a diversificare le attività di promozione di mobilità eco-compatibile. Già nel 2018, il marchio aveva investito in Grab (la più grande azienda di servizi di trasporto del Sud-Est asiatico) e nel 2019 in Ola

L’anno scorso, è arrivata l’ultima joint venture: Purple M, in collaborazione con CODE42.ai.

Obiettivo: migliorare la vita dei clienti

Karim Habib, Senior Vice President, Head of Kia Global Design Center, spiega: “Vogliamo che i nostri prodotti offrano un’esperienza istintiva e naturale che possa migliorare la vita quotidiana dei nostri clienti e anche ispirarli. Il nostro obiettivo è comunicare concretamente i valori espressi dal nostro marchio attraverso la realizzazione di veicoli elettrici originali, accattivanti ed entusiasmanti sulla base di una struttura semplice denominata “EV”. Le idee dei nostri designer e la mission del marchio sono più connessi che mai“.

Parole di Elena Pavin

Mi chiamo Elena Pavin, classe 1994, ho conseguito il diploma artistico solo prima di scoprire di non voler fare l’architetto né la designer. Così ho cambiato radicalmente i miei piani: all’Università di Milano-Bicocca ho studiato giapponese e mi sono laureata in Comunicazione interculturale, ho terminato i miei studi diplomandomi alla Scuola di Giornalismo. Amante dell’arte, incuriosita dalle tendenze, fanatica dell’enogastronomia (tanto da decidere di diventare sommelier). Nel 2020 ho iniziato a collaborare con Alanews e Deva Connection