Lamborghini non vuole rinunciare ai motori "tradizionali"

La casa italiana, per stessa ammissione del suo amministratore delegato, non vuole rinunciare ai motori benzina e diesel studiando l'uso di combustibili sintetici

Lamborghini Huracan Evo

Lamborghini Huracan Evo - Foto credits Lamborghini press

Lamborghini ha costruito la propria storia sulle grandi auto sportive dalle prestazioni esagerate e dal design inconfondibile. Una strada che la casa di Borgo Panigale vuole continuare a percorrere anche dopo il 2030; a confermarlo, in una intervista a Welt am Sonntag, è stato Stephan Winkelmann – amministratore delegato di Lamborghini – che ha dichiarato che ci sarebbe la possibilità di mantenere in vita il propulsore endotermico sfruttando i combustibili sintetici, così come ha fatto Porsche con la sua 718 Cayman GT4 RS.

Lamborghini Countach LPI 800-4
Lamborghini Countach LPI 800-4 – Foto credits Lamborghini press

Lamborghini, infatti, nonostante abbia abbracciato la tecnologia ibrida, sembra intenzionata a proseguire nel solco della tradizione e la soluzione ideale potrebbe essere quella di utilizzare carburanti sintetici che bruciano in modo più pulito rispetto alle tradizionali benzina e diesel traducendo il tutto in minori emissioni di CO2 prodotte anche se, al momento, la loro produzione è troppo costosa per pensare di utilizzarli su larga scala.

Parole di Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti