Lamborghini Revuelto, il tuner DMC immagina la futura Aventador

L’azienda tedesca ha realizzato la propria idea reale di quella che potrebbe essere la supercar ibrida della casa di Sant'Agata Bolognese

lamborghini-revuelto-by-dmc

La Lamborghini Aventador diventerà presto obsoleta e si dice che il suo successore si chiamerà Revuelto. Il tuner tedesco DMC si è fatto un nome nel mondo Lambo, quindi non sorprende che i loro designer stiano già lavorando su come potrebbe potenzialmente apparire la nuova vettura, includendo alcuni dettagli tipici del Marchio italiano.

Cosa sappiamo della futura Lamborghini Aventador

Lamborghini sta preparando un bolide super-ibrido per raccogliere l’eredità dell’Aventador e i recenti scatti spia mostrano un cambiamento di design notevole in questa vettura che arriverà sul mercato entro la fine dell’anno. Diventerà la prima ibrida plug-in di Sant’Agata Bolognese, un piccola ma grande rivoluzione elettrica, mentre Lamborghini si prepara a terminare la produzione dell’ammiraglia con motore V12, a più di dieci anni dal suo lancio. Il marchio ha smesso di ricevere ordini per l’edizione commemorativa nell’ottobre dello scorso anno.

È importante sottolineare come la sostituta dell’Aventador sarà in parte elettrificata, ma ciò nonostante prenderà la maggior parte della sua potenza da un V12 brioso, in linea con l’impegno del capo dell’azienda Stephan Winkelmann che non rinuncia al valore emozionale delle sue supercar.

Lamborghini Revuelto un tocco di Sian e dettagli da Countach

lamborghini-revuelto-profilo-anteriore

A prima vista ci sono molti elementi della recente Sian, specialmente nella parte anteriore, mentre la parte posteriore sembra avere un design completamente nuovo ma che ricorda la Lamborghini Countach LPI 800-4.

Da DMC fanno sapere che non molte persone hanno visto l’auto dal vivo, ma è stato confermato che un modello dimostrativo sarà mostrato presso rivenditori selezionati già a dicembre 2022. Fino ad allora, saranno le foto pubblicate da DMC a far immaginare cosa presto potrebbe diventare realtà.

E a proposito di immagini se la parte esterna è ben evidente e si notano anche  i quattro scarichi posti al centro del paraurti posteriore o le due prese d’aria laterali poste dietro le portiere a ricordare le ultime supercar della casa del Toro, per quanto riguarda gli interni e la meccanica, il tuner tedesco non si è sbilanciato e non si hanno foto.

Parole di Riccardo Mantica

Nell’editoria online dal 2001 quando scrivere per il web era una chimera. Pubblicista dal 2005, blogger per caso nel 2010, ha vissuto l’avvento del web 2.0 e dei social network condividendone gioie e dolori. Le passioni coltivate negli anni per sport, motori e tecnologia sfociano oggi anche nel panorama della mobilità sostenibile. Il motto preferito? Guardare sempre avanti senza dimenticare il passato. Stay tuned!