Lamborghini Revuelto, la prima elettrica si chiamerà così?

La casa italiana ha avvisato la richiesta per il deposito di proprietà intellettuale per il nome Revuelto, probabile anticipazione di un nuovo modello

AL1 monopattino elettrico MT Distribution Lamborghini

Foto Pexels | Sundesh Chaudhary

Lamborghini potrebbe aggiungere a breve una nuova vettura all’elenco delle supercar di Borgo Sant’Agata: lo scorso 25 maggio, come riportato da CarBuzz, negli uffici della European Union Intellectual Property Office sono arrivate le richieste di deposito di proprietà intellettuale per il nome Lamborghini Revuelto che sarà tutelato nelle classi 12 (auto e/o auto elettriche), 9 (componenti elettroniche), 25 (abbigliamento) e 28 (modellini e giocattoli).

Una prassi che nella maggioranza dei casi anticipa appunto il debutto di un nuovo modello. La casa italiana, infatti, non ha mai nascosto la sua intenzione di elettrificare la gamma passando sia per quelli attuali sia per la creazione di nuove vetture.

Cosa sappiamo su Lamborghini Revuelto

Per il momento sono poche le informazioni che circolano sulla nuova vettura elettrica a marchio Lamborghini: quello che sembra certo è che l’auto dovrebbe essere una GT 2+2, come anticipato dall’allora Amministratore Delegato Stefano Domenicali, mentre la piattaforma elettrica potrebbe essere quella dei brand premium come Porsche con Macan o Audi con A6.

Considerando che il concept di A6 e-tron è stato presentato con un doppio motore elettrico in grado di scaricare a terra 470 CV e 800 Nm di coppia, è probabile che Revuelto alzerà le prestazioni della piattaforma mantenendo il pacco batterie da 100 kWh della berlina coupé tedesca. Infine, è probabile che Lamborghini Revuelto possa essere utilizzato anche per i successori ibridi plug-in di Aventador e Huracan.

Parole di Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti