Limitazioni neopatentati: quali sono e quali sanzioni comportano

Velocità massima, potenza, cilindrata e tasso alcolemico: tutto quello che devi sapere se hai preso la patente B da meno di tre anni

limitazioni neopatentati

Foto Shutterstock| di Kzenon

Prendere la patente di guida è un traguardo che comporta onori e oneri. Il sogno di una vita che si realizza e che grida “indipendenza” deve essere accompagnato dalle necessarie responsabilità. Specie quando si è alle prime armi con un veicolo, infatti, bisogna prestare ancora più attenzione alle regole. Qual è la cilindrata massima? A quale velocità si può viaggiare nei primi mesi dal rilascio della patente? Si può portare la macchina dei genitori? Vediamo quali sono e qual è la durata delle limitazioni neopatentati.

Neopatentati: significato

Con l’etichetta neopatentato si inquadra una persona che ha conseguito la patente (A2, A, B1 o B) da meno di tre anni. Durante questo periodo esistono delle limitazioni neopatentati che riguardano:

Limitazioni neopatentati: validità

Le limitazioni per neopatentati valgono dalla data del conseguimento del documento di guida:

  • In caso di nuova patente italiana o rilasciata a seguito di revoca della precedente
  • Per i militari che hanno convertito la propria patente
  • Per i cittadini stranieri che hanno convertito la loro patente in vigore fino ad allora

Le limitazioni non si applicano, invece, solo se i conducenti, seppure neopatentati, circolano in Italia con patente estera, anche se i conducenti sono italiani.

Leggi anche: patente auto a punti, quando scatta la decurtazione e la tabella delle penalità

Limitazioni neopatentati: potenza

Esiste una limitazione potenza per neopatentati? Molto spesso si è portati a credere che il barrage per chi ha conseguito la patente da meno di tre anni sia rappresentato dalla cilindrata. In realtà non è così. La limitazione riguarda infatti la potenza ed equivale a 70 kW (pari a 95 CV). Il rapporto peso/potenza, invece, non può in alcun caso essere superiore ai 55 kW per tonnellata. Questi due paletti valgono però soltanto per il primo anno dal conseguimento del documento di guida e non per tutto il triennio in cui si è considerati neopatentati. Tutti i dati in questione si rilevano dalla carta di circolazione del veicolo oppure interrogando il sito del Portale dell’Automobilista.

Eccezioni

Queste limitazioni non operano se il neopatentato si trova alla guida di un veicolo al servizio di una persona diversamente abile, a condizione che questi sia munito di contrassegno di circolazione e che la persona sia a bordo del veicolo stesso.

…e la cilindrata?

Non esiste alcun tipo di relazione tra neopatentati e cilindrata. La cilindrata di un’automobile non rappresenta una discriminante quando si inizia a guidare. Le voci da considerare sono quelle elencate in precedenza, ovvero il rispetto dei kwatt. Neopatentati equivale a rispettare il limite dei 70 kilowatt nel primo anno dal conseguimento della patente B.

Quali auto si possono guidare da neopatentati?

Finora abbiamo parlato di cilindrata e potenza restituendo alcuni dati numerici. La loro traduzione è abbastanza elementare: per i neopatentati esiste una buona gamma di veicoli da poter guidare. Ogni anno viene infatti stilata una lista che comprende più di 900 modelli progettati ad hoc per loro. Ce n’è per tutti i gusti, dalle citycar fino ad arrivare ad alcuni Suv. Non esistono limitazioni neopatentati legati al tipo di motore e alla cubatura. L’auto di papà si può guidare? Basta interpellare lo strumento presente sul Portale dell’Automobilista per avere la risposta. Sarà sufficiente inserire il numero di targa del veicolo per capire se il neopatentato è autorizzato alla sua guida.

Limitazioni neopatentati: velocità

Per quanto riguarda i limiti di velocità, i neopatentati non possono superare i 100 km/h in autostrada e i 90 km/h sulle strade extraurbane principali per i primi tre anni dalla data di conseguimento del documento di guida. Per quanto riguarda il tasso alcolico bisogna invece sapere che il limite massimo consentito è 0 g/l: ciò significa che i neopatentati non possono bere alcuna bevanda alcolica prima di mettersi al volante.

Sanzioni

A stabilire le sanzioni per i neopatentati è il comma 5 dell’articolo 117 del Codice della Strada. Le violazioni dei limiti di velocità e del rapporto peso/potenza del veicolo sono soggette a una multa da 152 a 608 euro. Inoltre è prevista la sanzione accessoria della sospensione della patente da due a otto mesi. Se vengono commesse infrazioni punibili con la decurtazione dei punti della patente, infine, la sottrazione viene raddoppiata. Tale obbligo vale per tutti e tre gli anni in cui si resta neopatentati.

Leggi anche: patente auto, solo il 15% viene bocciato all’esame

Parole di Marco Ferri

Nasce come giornalista e vive di content marketing. Pubblicista dal 2010, già caporedattore allo sport per quotidiani regionali e direttore di testate online. Fatica sulle due ruote senza motore, si diverte come un bambino su quattro.