Marc Marquez fa mea culpa e chiede scusa al team: “Tra poco è finita”

Altra gara da incubo per Marc Marquez in quel di Mandalika, dove è arrivato un mesto ritiro. Ecco cosa ha dichiarato a fine gara.

La stagione di Marc Marquez si conferma un calvario, ed il fine settimana di Mandalika è stato uno dei peggiori in assoluto. Il nativo di Cervera è caduto sia nella Sprint Race che nella gara domenicale, ed in entrambi i casi, ha fatto davvero poca strana. Lo spagnolo si è ritirato al primo giro al sabato, mentre durante il Gran Premio di Indonesia è finito a terra dopo pochi giri.

Marquez delusione a Mandalika
Marquez in conferenza stampa (ANSA) – Allaguida,it

Peggio di così non potrebbe andare, ma come lui stesso ha fatto notare, per fortuna mancano poche gare alla fine, poi potrà lasciare questa inguidabile Honda e pensare alla Ducati del Gresini Racing. Il futuro del campione iberico è più radioso rispetto al presente, ma è chiaro che vederlo soffrire così nelle retrovie è sempre un peccato.

Marquez, anche a Mandalika, ha fatto la differenza sul passo nei confronti delle altre RC213V, ma ancora una volta non è riuscito a vedere la bandiera a scacchi. Nel corso del 2023, il rider iberico è arrivato a quota 23 cadute, nessuno è arrivato a tanto, e questo però fa anche capire quanto questo pilota ci provi ogni domenica fino in fondo.

Marquez, ecco le sue parole a fine gara

Il ritiro di Mandalika è l’ultimo di una lunga serie, con Marc Marquez e la Honda che tornano a casa a bocca asciutta. Il podio di Motegi aveva illuso sulla possibilità di avere una buona possibilità di finire positivamente la stagione, ma il GP dell’Indonesia ha riportato lo spagnolo con i piedi per terra. A fine gara è arrivato il suo commento alla stampa.

Marc Marquez molto deluso
Marc Marquez in azione (ANSA) – Allaguida.it

Ecco le sue parole: “Il fine settimana è iniziato in maniera molto buona, ma poi si è complicato strada facendo. In gara ho mantenuto la calma anche se perdevo terreno, ma non mi sono fatto prendere dal panico. Dovevo finire la gara, ma alla Curva 13 ho perso l’anteriore e sono caduto. Per me è una caduta difficile da capire, quella della Sprint Race l’ho capita, ma quella della gara no. Questo è ancora peggio, visto che la telemetria dice che stavo facendo le cose del giro prima“.

Marquez ha fatto mea culpa, chiedendo anche scusa per la sua scivolata alla squadra: “Questo è stato un mio errore e voglio chiedere scusa alla squadra. Il nostro fine settimana è andato molto in calando, ora dobbiamo pensare a tornare alla mentalità di gare come Barcellona o Silverstone, nelle ultime gare sembrava che fossimo cresciuti, questo ti toglie i riferimenti“.

Un Marc in vena di confessioni ha poi chiosato: “Dobbiamo compiere un passo indietro e tornare al vecchio obiettivo, che è quello di finire le corse. Ci siamo tolti una gara in più con quella di Mandalika, per fortuna ora rimangono altri cinque week-end e poi è finita“. Lo spagnolo lascerà la Honda a fine anno per trasferirsi al Gresini Racing dove guiderà la Ducati, nella speranza di tornare al top.

Impostazioni privacy