Mascherina in auto, le regole per mettersi alla guida senza rischi

L'uso della mascherina in auto è obbligatorio? Ecco cosa dice la legge e in quali casi serve indossarla per evitare il rischio di contagio da coronavirus

Mascherina in auto, le regole per mettersi alla guida senza rischi

Foto Shutterstock | di Liza Kras

La gestione dell’emergenza coronavirus che ha paralizzato l’italia è entrata nella Fase 2 e con essa sono arrivate anche diverse novità per chi si sposta in auto. Rimane l’obbligo dell’autocertificazione – salvo in alcuni casi -, così come il distanziamento sociale e il rispetto delle norme sanitarie, ma a tenere banco negli ultime tempo è l’uso della mascherina in auto.

Mascherina in auto, quando è obbligatoria e quando no

Il Dpcm del 26 aprile ha introdotto nuove regole per tutti coloro che, dal 4 maggio in poi, si mettono alla guida. L’uso della mascherina in auto, però, rimane uno dei temi più scottanti. Per il servizio taxi e NCC l’uso della mascherina è obbligatorio qualora gli occupanti del veicolo fossero due, oltre al guidatore: se, su due passeggeri, uno non dovesse averla, è costretto a scendere dall’auto e prendere un’altra corsa in solitaria. Qualora ci fosse un solo passeggero questo dovrà sedere il più lontano possibile dal conducente – come già specificato dal Ministero della Salute che aveva dettato le regole per circolare in sicurezza – mentre non sono obbligatorie le paratie divisorie anche se consigliate.

La questione più spinosa, però, riguarda il trasporto privato. Stando alle linee guida è logico pensare che le indicazioni valide per taxi e NCC possano essere attuate anche al trasporto privato quindi massimo 3 persone all’interno del veicolo e dotate di mascherina. Se si è soli nella propria auto si può fare a meno della mascherina, proprio perché non viene menzionato nessun obbligo di questo tipo nel testo del decreto mentre nel caso di due persone conviventi a bordo non è obbligatoria. Discorso diverso, invece, nel caso di persone non conviventi nella stessa vettura: anche in questo caso vale la regola del distanziamento sociale e l’uso della mascherina in auto per una maggiore sicurezza.

Le regole per la pulizia del veicolo

Oltre all’uso della mascherina in auto, nei casi in cui si rende necessario il suo utilizzo, particolare importanza riveste anche la pulizia del veicolo stesso. L’Istituto Superiore di Sanità ha diffuso alcune semplici regole da seguire per evitare di correre rischi. Ad esempio è bene pulire le superfici interne dell’auto con un panno in microfibra e preparati a base di alcol mentre è consigliato far controllare i filtri dell’auto e sanificare le bocchette e i tubi che mettono in circolo l’aria.

Nel caso del car sharing, invece, è bene utilizzare i guanti avendo però l’accortezza di non toccarsi occhi, naso o bocca e di igienizzarsi le mani quanto più possibile. Anche in quaesto caso se si ha a disposizione un panno a microfibra e un preparato a base di alcol, pulire tutte le superfici che possono essere state toccate da altre persone: volante, leva del cambio, freno a mano, bocchette dell’aria, cinture di sicurezza, indicatori di direzione, interruttori per tergicristalli e luci, specchietto retrovisore interno, leva per regolare lo specchietto retrovisore esterno, chiavi e maniglie.

Parole di Matteo Vana

Da non perdere
Potrebbe interessarti