Maserati MC20, la supercar che introduce il nuovo corso del Tridente

Il bolide della Casa di Modena apre una nuova era per il marchio di lusso con il nuovo motore V6 Nettuno a fare da apripista ad un futuro elettrico

Maserati MC20

Con la Maserati MC20, la Casa del Tridente torna su un palcoscenico in cui è sempre stata protagonista, quello delle Supercar che coniugano lusso e prestazioni con uno stile unico. MC20 è una Maserati con un’efficienza aerodinamica strabiliante. Il suo aspetto superbo nasconde un’anima sportiva senza compromessi, con il nuovo motore V6 Nettuno da 630 CV che eroga un’accelerazione 0-100 km/h in meno di 2,9 “e una velocità massima di oltre 325 km orari. Un motore brevettato, 100% Maserati, che beneficia della tecnologia MTC (Maserati Twin Combustion), l’innovativo sistema di combustione messo a punto dal Brand, evoluto dalla tecnologia della precamera utilizzata sui propulsori di Formula 1. Ideato, progettato e costruito interamente in-house.

Elegante, sportiva e leggera

Il merito di questi numeri va anche alla massa, che è contenuta entro la tonnellata e mezza. Per quando riguarda il telaio, invece, la nuova Maserati sfrutta una monoscocca in carbonio, che peraltro è già stata progettato per le future varianti spider e 100% elettrica. Anche la carrozzeria utilizza la fibra di carbonio, mentre per le sospensioni lo schema è lo stesso sia all’anteriore che al posteriore, cioè i doppi triangoli sovrapposti. Tutta la parte telaistica è stata sviluppata insieme a Dallara, così come l’aerodinamica, per la quale le linee di progetto chiedevano un disegno particolarmente pulito, senza appendici aerodinamiche sopra il piano ruota.

Concettualmente, il design aerodinamico della Maserati MC20 divide l’auto in due parti. Una parte superiore dove predominano le considerazioni stilistiche e una parte inferiore più tecnica, codificata da colori rispettivamente in nero e fibra di carbonio. Nella parte superiore della vettura, le forme rispondono principalmente a priorità estetiche e le caratteristiche aerodinamiche sono amalgamate nelle linee concepite dai designer, per ottenere un’elevata efficienza senza interferire con la carrozzeria slanciata ed elegante. Le prese d’aria sul cofano e quelle laterali che forniscono la presa d’aria del motore e raffreddano l’intercooler sono quindi caratteristiche “naturali”, praticamente invisibili quando si guarda la vettura da alcune angolazioni.

Propulsore in posizione centrale

Il cuore della meccanica della Maserati MC20 è comunque il propulsore V6 in posizione centrale, il primo motore che il marchio modenese si fa in casa dai tempi del V8 3.2 sviluppato per la 3200 GT, che rimase in produzione fino al 2001. Tanto importante da essere battezzato con un nome, Nettuno, il nuovo V6 è stato progettato, ingegnerizzato e sarà pure prodotto a Modena. Con architettura a V di 90 gradi, un alesaggio di 88 millimetri mutuato direttamente dal V8 che equipaggia la Ferrari SF90, 3 litri bi-turbo con valvole wastegate attuate elettronicamente, Nettuno è coperto da un brevetto internazionale per il suo esclusivo sistema di combustione che lo pone ai vertici dei sei cilindri sul mercato per potenza specifica, con 210 CV/litro.

Maserati MC20, sono 5 le modalità di guida

Maserati MC20 dispone di cinque modalità di guida, gestibili tramite il selettore al centro del tunnel: WET, GT, SPORT e CORSA. Ognuno è identificato dal proprio colore. Verde per il WET; Blu per GT; Rosso per SPORT; Giallo per CORSA; arancione per ESC OFF.

La modalità GT è la modalità di guida predefinita, attiva all’avvio dell’auto. È l’ideale per la guida di tutti i giorni e offre la massima facilità d’uso e comfort. La modalità WET offre il massimo livello di controllo su superfici stradali bagnate o umide, per evitare slittamenti durante l’accelerazione o le curve. La modalità SPORT offre le massime prestazioni in condizioni di elevata trazione ed è ideale per l’utilizzo in pista. La modalità CORSA offre al guidatore l’esperienza più estrema. Il controllo della trazione è molto meno attivo e il controllo della stabilità è attivo ma con soglie molto alte. Questa modalità offre il massimo divertimento, ma anche la gestione più impegnativa. In modalità CORSA, il conducente può attivare il Launch Control utilizzando il pulsante al volante. In ESC OFF, tutte le funzioni di controllo sono disattivate. È simile alla modalità CORSA, ma con il controllo della trazione totalmente disattivato.

Il sistema multimediale

La MC20 è completa del sistema multimediale di nuova generazione MIA (Maserati Intelligent Assistant). Il cuore di MIA è il potente sistema operativo Android Automotive, che offre una User Experience completamente nuova, innovativa e performante, con totale personalizzazione in base alle preferenze di utilizzo del guidatore. MIA ha due schermi all’interno dell’auto, il quadro strumenti digitale e il display centrale, simili per forma e dimensioni. Né troppo grandi né troppo piccoli, si adattano perfettamente agli interni funzionali della cabina della Maserati MC20 e facilitano il comfort di guida poiché il guidatore non deve rimettere a fuoco gli occhi quando cambia lo sguardo tra gli schermi. Il cluster da 10,25 pollici è completamente digitale con display TFT (Thin Film Transistor). Il display centrale, anch’esso da 10,25 pollici, ha una Risoluzione HD di 1920×720 e funzioni touch tipiche dei dispositivi personali smart screen. Lo schermo è dotato di uno speciale rivestimento antiriflesso per garantire la massima visibilità anche alla luce diretta del sole. L’effetto a dispositivi spenti è total black, grazie ad un’innovativa soluzione ottica. L’MC20 è inoltre dotata di un sistema audio Premium Unbranded a 6 altoparlanti di serie e di un sistema audio High-Premium Sonus Faber a 12 altoparlanti come optional.

In futuro anche elettrica

I prossimi anni per Maserati saranno decisivi per riaffermarsi in un mondo automobilistico destinato a cambiare profondamente. E la rivoluzione elettrica sta attraversando anche la Casa di Modena. Nel 2022, in occasione del lancio della nuova Maserati Granturismo, arriverà la prima delle cinque auto elettriche previste. Sempre nel 2022 arriveranno le altre tre proposte alla “spina”. Probabilmente la variante cabriolet della Granturismo, la Maserati MC20 (basata sulla stessa architettura, ma dotata della stessa tecnologia delle altre EV del Tridente) e una nuova SUV, più piccola della Levante, che si chiamerà Maserati Grecale prevista già dal prossimo anno. Tutte le auto elettriche, come accennato, affiancheranno al proprio nome la dicitura Folgore.

Leggi anche: supercar elettriche, le più potenti sul mercato

Parole di Riccardo Mantica

Nell’editoria online dal 2001 quando scrivere per il web era una chimera. Pubblicista dal 2005, blogger per caso nel 2010, ha vissuto l’avvento del web 2.0 e dei social network condividendone gioie e dolori. Le passioni coltivate negli anni per sport, motori e tecnologia sfociano oggi anche nel panorama della mobilità sostenibile. Il motto preferito? Guardare sempre avanti senza dimenticare il passato. Stay tuned!