Mercato dell'auto: anche a maggio, in Europa ripresa lenta. Lontani i numeri del 2019

La Cina già quest'anno supererà i volumi di vendita del 2019, un obiettivo che l'Europa raggiungerà entro i prossimi 5 anni: reazioni diverse alla pandemia

Mercato dell'auto: anche a maggio, in Europa ripresa lenta

Foto Pexels | Pixabay

Il mercato dell’auto anche nel mese di maggio registra una crescita rispetto allo stesso mese del 2020, rimanendo però ancora lontano rispetto a i livelli pre-Covid. Infatti, in Europa e nello specifico nei paesi dell’Unione Europea, EFTA e UK sono state immatricolate 1.083.795 auto, registrando un +73,7% rispetto a maggio 2020 ma un -25% rispetto a maggio 2019. Sempre -25% rispetto a 2 anni fa è il numero delle auto vendute nei primi 5 mesi dell’anno: 5 milioni 204398 auto, più 31,1% rispetto allo stesso periodo del 2020.

Secondo Global Automotive Outlook di AlixPartners, società di consulenza, il mercato dell’auto si riprenderà sì in tutto il mondo ma a velocità molto diverse. La ripresa sarà anche merito dell’investimento dei governi degli 11 paesi più ricchi del mondo, i quali hanno già investito 13 miliardi in incentivi e bonus, una cifra sette volte superiore rispetto a quella impiegata nella crisi del 2009, ma i diversi continenti reagiranno In maniera diversa rispetto all’uscita della pandemia.

Ci si aspetta che entro l’anno le auto i veicoli leggeri venduti arrivino a 83 milioni, ovvero +8,5% rispetto rispetto al 2020, portando il volume di vendita a 94 milioni nel 2025, pareggiando i numeri del 2017. Ma se la Cina già quest’anno si prevede superi i livelli del 2019, mostrando un grande ottimismo, negli Stati Uniti si tornerà ai livelli pre-pandemia nel 2023 mentre l’Europa lo farà nel 2026. Un segnale di diverse reazioni nei confronti dello shock della pandemia che si traducono in acquisti e scelte economiche.

Mercato dell’auto: a maggio l’Italia terza in Europa per vendite

Per quanto riguarda l’Italia, nel 2020 sono stati venduti 1.5 milioni di veicoli e quest’anno se ne prevedono 1.7 e 1.9 nel 2025: i 2.1 milioni del 2019 sembrano ancora lontani. Nel vecchio continente, nel mese di maggio l’Italia si è piazzata al terzo posto per numero di nuove immatricolazioni con 142.730, mentre al primo e secondo posto ci sono state Germania e Regno Unito. La fine degli incentivi ha inevitabilmente frenato le vendite nel nostro paese, tanto che il governo starebbe pensando di inserire nuovi bonus nel prossimo Decreto sosstegni-bis.

Incentivi quanto mai necessari per sostenere consumatori e aziende, in vista di una lenta ripresa piena di incognite e soprattutto imprevedibile.

Parole di Carlotta Tosoni

"Una cosa bella è una gioia per sempre" diceva John Keats. Provo ad applicare questi versi nella pratica cercando e studiando tutto ciò che è esteticamente e intellettualmente interessante. Infatti arte, bellezza e comunicazione sono sempre stati la mia guida nello studio, nel lavoro e nella vita: ricercare contenuti validi da esprimere in maniera piacevole e da comunicare efficacemente. Solo così si può provare a cambiare le cose. La mia formazione è stata economica e artistica, la scrittura il mio mezzo preferito per raccontare il mondo, le mie passioni la storia dell’arte, il beauty, lo sport. Dal 2020, collaboro con Alanews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection.