Mercedes E53 AMG 4MATIC+ Coupé e Cabriolet: le sportive ibride [FOTO]

Il segreto delle E53 AMG sta nel compressore elettrico e nell'EQ Boost: alternatore e motorino d'avviamento in un unico elemento. Aumentano le prestazioni e diminuiscono i consumi

da , il

    Svelate le nuove Mercedes E53 AMG 4MATIC+ Coupé e Cabriolet al Salone di Detroit 2018. Se pensate che le ibride non si sposano bene con le alte prestazioni, la Casa di Affalterbach farà di tutto per farvi cambiare idea. Alla kermesse americana ha infatti presentato le sue due ultime sportive equipaggiate, da un 6 cilindri in linea da 3 litri di cilindrata e 435 cavalli di potenza, dotato di impianto elettrico a 48 V e compressore elettrico (che va ad affiancarsi al turbocompressore “classico”). Il motore quindi visto sulla nuova Mercedes CLS restyling arriva anche sulle E Coupé e Cabriolet, collocandosi come via di mezzo tra gli altri due motori firmati “AMG”, il V6 43 ed il V8 63.

    Mercedes E53 AMG 4MATIC+ Coupé e Cabriolet: Design inconfondibile

    Le Mercedes E53 AMG 4MATIC+ Coupé e Cabriolet si distinguono immediatamente dalle sorelle “standard”, grazie alla caratterizzazione alla quale ci hanno abituato i designer di Affalterbach. Troviamo quindi un frontale aggressivo, caratterizzato dalla mascherina anteriore specifica e da uno splitter incorporato nel paraurti con grandi prese d’aria. Immancabili le due nervature longitudinali sul cofano motore. Elegante la fiancata con i cerchi a cinque doppie razze a stella, attraverso i quali fanno capolino i dischi in materiale composito autoventilanti, da 370x36mm all’anteriore con pinze a 4 pistoncini e da 360×26 con pinza monopompante al posteriore. Tocco di classe il nolder (piccolo spoiler aerodinamico) collocato sulla sommità del cofano baule. Rimanendo al posteriore, troviamo l’estrattore ed i quattro terminali di scarico.

    Mercedes E53 AMG 4MATIC+ Coupé e Cabriolet: Tecnologica e lussuosa

    Mercedes E53 AMG 4MATIC+ Coupé e Cabriolet

    Guardiamo gli interni. L’abitacolo delle Mercedes E53 AMG 4MATIC+ Coupé e Cabriolet è impreziosito dagli inserti in fibra di carbonio su plancia, tunnel centrale e pannelli porta. Molto curati i rivestimenti in pelle con impunture a vista e contrasto. Opera d’arte il volante a tre razze con parte inferiore appiattita, rivestito in pelle ed alcantara. Il quadro strumenti interamente digitale è caratterizzato da uno schermo da 12.3″ di diagonale, optional. Tramite i comandi vocali Voicetronic è possibile gestire il climatizzatore automatico bizona, le luci ambientali nell’abitacolo e pure l’head-up display. Numerose le regolazioni elettriche dei sedili sportivi marchiati AMG, ampliata la gamma colori dei rivestimenti.

    Mercedes E53 AMG 4MATIC+ Coupé e Cabriolet: Prestazioni di livello

    Mercedes E53 AMG 4MATIC+ Coupé e Cabriolet

    Il punto saliente delle due nuove sportive di Affalterbach si cela sotto il cofano motore. L’EQ Boost svolge i compiti di alternatore, motorino di avviamento ed elemento principali della rete a 48V, pronto a dare una sorta di overboost per qualche secondo di 22 cv e 250 nm. Quest’unità specifica delle E53 AMG aumenta le prestazioni e diminuisce al tempo stesso i consumi. La Casa tedesca dichiara infatti un accelerazione 0-100 in 4.5 secondi, una velocità massima di 270 km/h (autolimitati, nel Driver’s Package) ed un consumo medio nel ciclo misto di 8.4 l/100 km. Il sistema EQ Boost recupera energia in frenata, migliora il funzionamento dello start&stop. La presenza del compressore elettrico inoltre consente di eliminare quasi del tutto il turbo-lag, ottenendo 520 Nm di coppia disponibili già a partire da 1.800 giri ed erogati fino ai 5.800 giri al minuto.

    Il cambio è un automatico a 9 rapporti SPEEDSHIFT TCT AMG, mentre la trazione integrale 4MATIC+ Performance AMG consente un’efficace ripartizione della coppia tra l’asse anteriore e quello posteriore. Cinque le modalità di guida selezionabili dal Dynamic Select AMG: Eco, Comfort, Sport, Sport+ ed Individual.

    Di serie troviamo il RIDE CONTROL+ AMG, le sospensioni pneumatiche regolabili su tre livelli per migliorare la tenuta di strada, ridurre al massimo il rollio in curva ed abbassare il baricentro della vettura. Il servosterzo di tipo elettromeccanico ha due livelli di regolazione, per adattarsi al meglio ad una guida in souplesse piuttosto che a quella col coltello tra i denti in pista.

    Non ancora comunicato il listino prezzi per il mercato italiano.