Autovetture segmento C, la classifica delle migliori sul mercato nel 2023

Quali sono le migliori auto di segmento C presenti sul mercato 2023? Ecco alcuni dei migliori modelli da acquistare.

Peugeot 308

Peugeot 308 - Foto credits Peugeot press

Le auto di segmento C, fino a qualche anno fa, dominavano il mercato. Adesso, con l’arrivo prepotente di SUV e crossover questa categoria di veicoli sta piano piano cedendo il passo, ma nonostante una flessione degli ultimi anni ci sono ancora diversi automobilisti che guardano a queste auto con interesse. Le vetture di segmento C, infatti, sono tutte quelle auto compatte con lunghezza compresa tra 4,10 e 4,50 metri, comode da guidare in città grazie alle dimensioni non eccessive ma in grado di far viaggiare comodamente e per molti chilometri tutta la famiglia garantendo una discreta capacità di carico.

Ma quali sono le migliori auto di segmento C presenti sul mercato 2023? In un mercato dominato soprattutto dai grandi nomi del passato, ecco alcuni dei modelli migliori da acquistare.

Opel Astra

Nuova Opel Astra
Fonte Stellantis

Arrivata alla sesta generazione, Opel Astra si conferma ancora una volta come una delle migliori auto di segmento C anche per il 2023. A distinguerla dalle precedenti generazioni c’è il frontale con la mascherina a sviluppo orizzontale che al centro ha il marchio del brand Opel e i fari a Led ai lati mentre per gli interni ecco gli strumenti analogici con il Pure Panel completamente digitale formato da due pannelli da 10″, uno per la strumentazione e l’altro di tipo touch per il sistema multimediale, integrati all’interno del stesso cruscotto. 

La nuova Opel Astra, inoltre, è disponibile sia nelle versioni “classiche”, con motori benzina e diesel nelle varianti di potenza che variano da 81 kW (110 CV) a 96 kW (130 CV) e fino a 165 kW (225 CV) con le varianti ibride plug-in. Di serie sui propulsori benzina e diesel è il cambio a sei marce, optional sui motori più potenti un cambio automatico a otto rapporti (elettrificato sugli ibridi plug-in).

Peugeot 308

Peugeot 308
Peugeot 308 – Foto credits Peugeot press

Nome storico, ma completamente riprogettata, la 3° generazione della Peugeot 308 a cinque porte è cresciuta nella dimensioni per offrire una maggiore comodità durante i viaggi sfoggiando anche un design sportivo: tutte caratteristiche che la rendono una delle auto di segmento C migliori per il 2023. Il look moderno è enfatizzato dal frontale grintoso, dalle fiancate muscolose e dall’assetto ribassato mentre all’interno dell’abitacolo spicca l’evoluzione dell’I-Cockpit Peugeot con cruscotto digitale e touch-screen centrale da 10 pollici.

Novità assoluta, poi, sono gli i-toggle, ossia dei tasti virtuali configurabili a piacimento che permettono di interagire con il sistema infotaintement in modo facile e intuitivo. Dal punto di vista motoristico, invece, la casa francese propone sia il benzina 1.2 PureTech da 110 o 130 CV, sia il diesel 1.5 BlueHdi da 130 CV e le versioni ibride plug-in 1.6 da 180 o 225 CV con l’arrivo della versione 100% elettrica previsto nel nuovo anno.

Skoda Scala

Skoda Scala -Foto Credits Skoda press

Tra le auto di segmento C rientra anche Skoda Scala, berlina a 5 porte di medie dimensioni che punta tutto sulla praticità e sul favorevole rapporto qualità/prezzo anche con il restyling in vista del nuovo anno.

Basata sulla nuova piattaforma modulare MQB-A0 condivisa con altre berline compatte del gruppo, per la nuova Skoda Scala le novità estetiche riguarderanno sia il frontale sia la parte posteriore con nuovi paraurti e gruppi ottici più affusolati, oltre a nuove tinte per la carrozzeria e cerchi in lega inediti.

Per gli interni, invece, Skoda Scala si presenterà con una strumentazione rivisitata con schermi del sistema di infotainment leggermente più grandi con funzioni inedite. Confermate, invece, le motorizzazioni attuali con il 1.0 tre cilindri benzina da 95 e 110 CV mentre come novità potrebbe esserci il 1.5 turbo a benzina EVO2 di seconda generazione da 150 CV.

Toyota Corolla

Toyota Corolla GR
Toyota Corolla GR – Foto credits Toyota press

Toyota Corolla, nel mondo delle auto di segmento C, rappresenta un vero e proprio evergreen. La vettura giapponese si è modernizzata nel look e nelle dotazioni tanto che ora sfoggia una silhouette sportiva caratterizzata da linee moderne e muscolose e adotta l’inedita piattaforma TNGA che, abbinata ai diversi sistemi di sicurezza inclusi nel pacchetto Toyota Safety Sense, ha permesso di raggiungere elevati standard di sicurezza.

Aggiornata con il restyling di metà carriera, la nuova Toyota Corolla può vantare una calandra inedita, nuove cornici per i fendinebbia e fari bi-LED con abbaglianti adattivi disponibili di serie sugli allestimenti più ricchi. Migliorati anche gli interni, con nuovi rivestimenti e display più grandi con il touchscreen centrale da 10,5” e il cruscotto digitale da 12,5”. Le motorizzazioni, infine, sono elettrificate a benzina con il 1.8 da 140 Cv e il 2.0 da 196 Cv.

DS 4

DS 4
DS 4 – Foto credits DS press

Si presenterà rinnovata anche DS4, vettura premium della casa francese che rientra di diritto tra le migliori auto di segmento C del 2023. Con il nuovo modello la vettura offrirà anche l’allestimento top di gamma Opéra che include le sospensioni DS Active Scan, il tetto apribile, il portellone elettrico, i cristalli laminati, la piattaforma di ricarica wireless e le finiture in alluminio della pedaliera, ma soprattutto viene proposto in esclusiva il rivestimento interno in pelle Nappa Criollo Brown con il caratteristico motivo incrociato ripreso dai cinturini dei cronografi.

Ulteriori aggiornamenti, poi, riguarderanno le varianti Performance Line e Performance Line +, riconoscibili ora per le badge di colore nero e per la finiture Texture Black degli inserti nella parte bassa della fiancata. Alla base della gamma resta la sola Bastille, caratterizzata ora dalle finiture interne Basalt Black, dalla console centrale modificata, dagli inserti Platinum Clous de Paris e dalle finiture esterne con abbinano cromature e sezioni in nero lucido.

Per tutti gli allestimenti è previsto infine un aggiornamento del pacchetto opzionale di Adas DS Drive Assist 2.0 che include ora il Lane Changing semiautomatico attivo tra i 70 e 180 km/h e il sensore nella corona dello sterzo per verificare lo stato di attenzione del guidatore.

avatar autore

Parole di Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti