Pagani Utopia, la nuova opera d'arte firmata Horacio

La casa di Horacio Pagani ha svelato la sua ultima creatura: ecco le sue caratteristiche

Pagani Utopia

Pagani Utopia - Foto credits Pagani press

Horacio Pagani colpisce ancora: uno dei più famosi designer, fondatore di Pagani, l’azienda che porta il proprio cognome, ha infatti svelato la Pagani Utopia, erede della Huayra che costerà oltre 2,15 milioni di euro – tasse escluse – e monterà un motore Mercedes-AMG da 864 cavalli privo di qualsiasi tipo di elettrificazione.

La vettura, che sarà consegnata ai primi clienti a partire da aprile 2023, è frutto di ben sei anni di lavoro, con una forte ispirazione alle auto degli anni cinquanta. Pagani Utopia, infatti, presenta soluzioni aerodinamiche integrate nella carrozzeria, proprio per ottenere linee più sinuose e riducendo del 20% le componenti della carrozzeria con, ad esempio, soluzioni come i fari carenati. A completare il tutto, poi, ecco il grande diffusore e i quattro scarichi centrali, che permettono al sound del motore Mercedes-AMG di farsi ascoltare in tutto il suo splendore.

Nuova Pagani Utopia
Nuova Pagani Utopia – Foto credits Pagani press

L’erede della Huayra arriverà nel 2023

Il motore, poi, è un V12 biturbo sei litri da 864 CV e 1.110 Nm di coppia con il cambio manuale, mentre la novità è la possibilità di scegliere un automatico; entrambe le versioni della trasmissione sono state sviluppate da XTrac, hanno sette rapporti, sono montate trasversalmente e sono dotate di frizione tridisco e differenziale a controllo elettronico.

Pagani Utopia, basata su una nuova monoscocca realizzata in Carbo-Titanio HP62 G2 e Carbo-Triax HP62 con rollbar integrato a scomparsa mentre nell’abitacolo si trovano parti in tinta carrozzeria, uno schermo informazioni e unaconsole centrale con comandi analogici mentre niente touch screen, una scelta da veri puristi delle auto.

Parole di Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti