Permesso disabili ZTL, adesso è valido in tutta Italia

L'attuale documento, tramite un'integrazione, consentirà alle persone munite di cartellino di disabilità di accedere alle zone a traffico limitato in tutti i comuni del Paese

Un posto auto riservato ai portatori di handicap

Foto Shutterstock | di merrymuuu

Cambiano le regole del permesso disabili per l’accesso alla Ztl. Da ora, infati, basterà avere un unico documento il quale darà la validità di accesso a tutte le aree di “zona a traffico limitato” d’Italia.  E’ questa una delle novità introdotte dal Dl Semplificazione, uscito in Gazzetta ufficiale, secondo quanto riporta il ministero dell’Innovazione sul suo sito, facendo un elenco delle misure volte alla digitalizzazione. 

Permesso disabili ZTL valido in tutta Italia grazie al Dl Semplificazione

Questa normativa modificata a favore delle persone con disabilità sarà possibile grazie ad una piattaforma unica informatica, presso il ministero delle infrastrutture e dei trasporti, che “consentirà di verificare le targhe associate a permessi di circolazione dei titolari di contrassegni“. Il permesso disabili per Ztl rimane in ogni caso valido per accedere alle aree Ztl del comune in cui è stato richiesto. Per renderlo valido in tutta Italia e quindi con accesso alle aree in tutte le Ztl va prima effettuata una pratica. Importante, poi, non dimenticare di chiedere l’integrazione all’attuale permesso in quanto il rischio è quello di incappare in sanzioni come previsto dall’art. 198 del Codice della Strada.

Ricordiamo che dopo la sospensione del lockdown a Milano dal 3 giugno sono state riaccesse le telecamere Ztl, mentre a Torino è stata prorogata la sospensione della Ztl centrale sino al 30 agosto (eccezion fatta per l’area romana e quella del trasporto pubblico).

Bologna, invece, la sospensione del pagamento era finita il 18 maggio ma dal 1° giugno sono cambiate le norme per accedere temporaneamente alla Ztl: sarà necessario acquistare i ticket elettronici. A Firenze, dove non è stata mai sospesa la Ztl, erano stati prorogati i permessi sino al 15 giugno e sospese le multe nei parcheggi.

Parole di Riccardo Mantica

Nell’editoria online dal 2001 quando scrivere per il web era una chimera. Pubblicista dal 2005, blogger per caso nel 2010, ha vissuto l’avvento del web 2.0 e dei social network condividendone gioie e dolori. Le passioni coltivate negli anni per sport, motori e tecnologia sfociano oggi anche nel panorama della mobilità sostenibile. Il motto preferito? Guardare sempre avanti senza dimenticare il passato. Stay tuned!