Porsche, in arrivo la sesta generazione del servizio di infotainment

La sesta generazione del servizio di infotainment della casa automobilistica tedesca ha implementato i comandi per Apple e Android e il Voice Pilot

Logo Porsche

Foto Unsplash | NeONBRAND

Porsche ha deciso di ampliare l’offerta di funzionalità disponibili per il suo PCM, il Porsche Communication Management. La sesta generazione del sistema di infotainment della casa automobilistica tedesca arriverà, a partire da questa estate, sui modelli Cayenne, Panamera e 911.

PCM, servizi integrati per Apple e Android

Il marchio ha così implementato il suo sistema di infotainment con alcune novità. Porsche, infatti, ha inserito nel suo PCM alcuni servizi specifici per i clienti Apple: l’integrazione di Apple Music e Apple Podcast e il supporto wireless per Apple CarPlay. Ma non solo. Perché la casa automobilistica di lusso tedesca pensa anche ai possessori di Android e aggiunge Android Auto. Questo servizio è incluso per la prima volta nel Porsche Communication Management.

Porsche punta sul Voice Pilot intelligente

Inoltre, è stata inserita anche la funzionalità ottimizzante dell’assistente vocale Voice Pilot. Questo consento il riconoscimento di tutte le istruzioni dettate dal conducente con un linguaggio più naturale.

Infatti, dal momento in cui entrerà in uso il nuovo PCM, sarà sufficiente dire “Hey Porsche” affinché il veicoli si attivi ed esegua tutti i comandi. Questo, senza che il conducente della vettura debba togliere le mani dal volante. Una distrazione in meno, anche per evitare e ridurre gli incidenti stradali.

Inoltre, il nuovo sistema vocale è in grado di riconoscere tantissimi comandi vocali diversi. Ad esempio, il Posche Communication Management è in grado di riconoscere il comando “Devo fare benzina”. Il sistema, attraverso questo comando, segnalare al conducente della vettura il percorso più veloce per raggiungere la prima stazione di rifornimento.

Ma non solo. Il PCM riconosce anche il comando “Ho freddo”, regolando la temperatura all’interno della macchina. Infine, è anche in grado di azionare i sedili massaggianti e regolare la luminosità all’interno dell’abitacolo.

Voice Pilot di Porsche rimane costantemente connesso e questo gli permette di imparare sempre nuove frasi, migliorando “autonomamente” l’esperienza di guida e fornendo costante supporto al guidatore. Infine, il sistema di sesta generazione di Porsche consente di effettuare gli aggiornamenti per il software attraverso la tecnologia over-the-air.

Parole di Benedetta Minoliti

Benedetta Minoliti, nata a Milano il 24 marzo 1993. Sono laureata in Lettere moderne all’Università degli Studi di Milano e diplomata presso la Scuola di Giornalismo dell’Università Cattolica di Milano. Non esco mai di casa senza le cuffie, ascolterei la musica anche mentre dormo e adoro scattare polaroid. Collaboro con AlaNews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection.