Queste Mercedes non hanno un motore tedesco: a farlo ci pensa un’altra big europea

Mercedes-Benz rappresenta una delle eccellenze del panorama mondiale, ma alcune auto montano un motore prodotto da un’altra casa: ecco quale.

Nel mondo delle auto capita, a volte, di vedere vetture che hanno alcuni componenti firmate da altre aziende. Questo capita perché semplicemente quel brand non è specializzato in quel particolare pezzo. O magari perché, attraverso accordi commerciali, due case hanno stretto un’alleanza per quanto riguarda alcuni componenti che verranno prodotti da una parte e poi montati su entrambi i veicoli delle due aziende.

Il motore Mercedes-Benz
Mercedes-Benz, così si fanno produrre i motori (Canva) – Allaguida.it

Una pratica che non è così inconsueta e alla quale ricorrono – o hanno ricorso in passato – anche alcune grandissime aziende che hanno scritto la storia dell’auto. Come ad esempio Mercedes-Benz.

Le Mercedes con un motore straniero

Fino a non molti anni fa, infatti, alcuni dei modelli firmati dal colosso dell’auto tedesca non montavano motori firmati Mercedes. Sembra strano ma uno in particolare non era prodotto dalla casa di Stoccarda. Si tratta del Mercedes-Benz OM607, un motore diesel prodotto dal 2012 al 2019 dalla casa automobilistica francese Renault, montato su diverse vetture del marchio della Stella e indicato da più parti come uno dei più moderni ed efficienti nella sua categoria.

Mercedes, alcune auto hanno un motore diverso
Mercedes, ecco i modelli con un motore straniero (Peter H da Pixabay – Allaguida.it)

Questo motore, infatti, fu il primo prodotto della joint-venture stretta all’inizio del 2010 dalla Daimler-Benz con il gruppo Renault-Nissan, oggi ormai agli sgoccioli con Renault che ha venduto le sue quote in Mercedes nel marzo 2021, seguita da Mercedes nel novembre 2021. Si trattava di un motore strettamente imparentato con il diesel K9K, del quale tra l’altro vengono conservate le stesse caratteristiche dimensionali, e perciò anche le misure di alesaggio e corsa.

A partire dal 1.5 K9K largamente diffuso nella produzione Nissan e Renault, la casa tedesca però effettuò alcune modifiche. Furono infatti inseriti nuovi intercooler, l’alternatore, il motorino di avviamento, i condotti di aspirazione e di scarico ed i supporti del motore. Tolte queste modifiche, però, il motore era uguale a quello che montavano anche le Renault con caratteristiche importanti. Come la distribuzione monoalbero in testa con due sole valvole per cilindro.

L’assemblaggio di tale motore avveniva allo stabilimento Renault di Valladolid, per cui è di fatto un motore Renault. Che però trova applicazione prevalentemente nella produzione Mercedes-Benz con tantissimi modelli del marchio tedesco ad essere spinti da questo propulsore. Tra i più famosi ci sono Mercedes Citan, Mercedes CLA, Classe A e Classe B, tutti veicoli che hanno usufruito del frutto della collaborazione tra due delle case automobilistiche più famose al mondo sfruttando la join-venture creata per l’occasione. E rappresentando, al tempo stesso, un pezzo di storia sia della Mercedes che della Renault.

Impostazioni privacy