Renault Austral, un SUV ambizioso per riconquistare il segmento C

Cinque versioni benzina ibride (due motori esclusivi), sofisticata tecnologia, ed un aspetto raffinato e muscoloso per il nuovo Sport Utility compatto della Casa francese

Renault-Austral-profilo

Fonte Renault

E’ l’erede di Renault Kadjar e il suo nome prende il nome dalla parola latina “australis” (australe), scelta perché è una parola “presente in molte lingue europee”. Renault Austral si presenta al pubblico dopo numerosi rumors e bozzetti rilasciati dalla Casa francese e si prepara a conquistare il cuore del mercato automobilistico mondiale, ovvero quello dei SUV compatti.

Alto 1,62 metri, largo 1,83 metri e lungo 4,51 metri, con un passo di 2,67 metri, vanta le proporzioni di un tipico Sport Utility del segmento C.

La base è la nuova piattaforma piattaforma CMF-CD dell’Alleanza di cui Renault Austral è pioniera. Tratti stilistici molto moderni, vedi i suoi cerchi imponenti (fino a 20” con un diametro di 720 mm).

Ed un SUV definito atletico, basato sul nuovo linguaggio sensual tech della casa della Losanga. In particolare il cofano scolpito conferisce un carattere incisivo con linee muscolose che definiscono un profilo dalle linee tese,con dettagli strutturati molto precisi.

L’abbinamento di curve sensuali e linee tese è costellato da tanti dettagli tecnici, come i fari LED posteriori con tecnologia micro-ottica olografica e i motivi a losanga incorporati nei gruppi ottici anteriori.

Renault-Austral-fari-led-anteriori
Fonte Renault

All’anteriore, Nuovo Austral integra la firma luminosa C-Shape che caratterizza i modelli della gamma Renault. La firma rivisitata dà al veicolo un look tecnico, gli conferisce carattere e rafforza il design rendendolo così distintivo. I fari compatti comprendono fino a 7 moduli high-tech in grado di modulare la diffusione del fascio di luce.

I gruppi ottici multifunzionali sono proposti in tre versioni. LED Pure, Vision, LED Adaptative Vision e LED Matrix Vision con indicatori di direzione dinamici

Renault-Austral-2022-profilo-posteriore
Fonte Renault

Nuovo Renault Austral presenta anche tutti i codici tradizionali dei SUV. Ski anteriori e posteriori, protezioni laterali e sottoscocca a contrasto, altezza dal suolo pronunciata (170 mm) e linea di cintura rialzata per garantire la protezione degli occupanti.

Abitacolo accogliente dalla guida high-tech con il display OpenR

Renault-Austral-display-open-r
Fonte Renault

Un abitacolo iconico, tecnologico e intuitivo. Viene così descritto l’ambiente interno di Renault Austral, forte della presenza del grande display OpenR che si attiva con una sequenza di benvenuto.

Si accende l’ambient lighting che mette in risalto il posto guida, mentre gli altoparlanti diffondono il suono distintivo dell’identità Renault per augurare il benvenuto a bordo.

Inaugurato su Nuova Mégane E-TECH Electric, il display OpenR è uno dei più grandi del mercato automotive. È il pezzo forte dell’abitacolo di Nuovo Austral che, a forma di L rovesciata, congiunge il driver display digitale del cruscotto e lo schermo multimediale della consolle centrale.

Questi due elementi si riuniscono per formare un unico grande pannello, simbolo dell’esperienza immersiva che si vive a bordo delle Renault.

La finitura del display OpenR è in linea con gli standard dei tablet e smartphone di fascia alta. È rivestito di vetro alluminosilicato di tipo Gorilla Glass: un vetro temperato ultraresistente ai graffi, agli urti quotidiani e alle frequenti operazioni di pulizia. È stato anche sottoposto ad un trattamento specifico antiriflesso e anti-impronte per essere gradevole non solo alla vista, ma anche al tatto.

Renault-Austral-dettaglio-driver-display
Fonte Renault

Il display OpenR offre un’inedita superficie totale di visualizzazione: 321 cm² per il driver display da 12,3’’ (1920 x 720 pixel, formato orizzontale) e 453 cm² per il display multimediale da 12’’ (1250 x 1562 pixel, formato verticale). Si raggiunge così un totale di 774 cm².

Con l’immagine ad alta risoluzione proiettata dall’head-up display da 9,3’’, pari a 210 cm², Nuovo Austral propone una delle più grandi superfici di visualizzazione del mercato: circa 1000 cm².

La parte driver display di OpenR permette di ottenere quattro diverse visualizzazioni per il conducente, a seconda delle necessità durante la guida: Classic (computer di bordo con strumenti classici), Navigation (cartografia), Zen (grafica minimalista) e Road (visualizzazione delle informazioni sulla e sul traffico intorno al veicolo).

Ampiamente personalizzabile, il driver display propone anche cinque widget (consumi, pressione pneumatici, distanza, eco-monitor, musica) e 8 colori di illuminazione.

Una consolle “grand confort” per Renault Austral

Renault-Austral-dettaglio-plancia
Fonte Renault

Altro elemento distintivo all’interno di Renault Austral è la consolle centrale ampia e rialzata, nota come “consolle grand confort”, che rientra nella tradizione delle gran turismo.

Moderna e curata nei dettagli, definisce con discrezione lo spazio anteriore riservato al conducente da quello del passeggero. Ognuno avrà così il suo spazio, in un cocoon ultramoderno e protettivo, condividendo momenti di convivialità a bordo.

Ergonomica e scorrevole, permette di usare comodamente senza affaticarsi i tasti funzione a pianoforte e il display al centro della plancia. La maniglia è inoltre dotata di un ingegnoso supporto verticale per lo smartphone.

Integrato al centro della consolle, c’è il vano per lo smartphone. Dotato di caricabatterie a induzione, questo vano che assomiglia a una custodia presenta un rivestimento curato, morbido e antiscivolo, arricchito da un motivo a losanga ottenuto con uno stampo inciso al laser.

Altra chicca a bordo di Renault Austral la così battezzata Living Lights, l’illuminazione basata sul ciclo circadiano, il ritmo biologico del corpo umano nelle 24 ore, può adattarsi alla luminosità esterna e cambiare colore automaticamente ogni 30 minuti.

L’ambient lighting è personalizzabile tramite i settaggi MULTI-SENSE, il cui pulsante di accesso diretto è direttamente sul volante. Il conducente può anche regolare l’intensità dell’illuminazione adattando il colore al proprio umore o preferenze sul display OpenR, dove un cursore di regolazione manuale gli permette di scegliere su una tavolozza di 48 tinte diverse. Anche la luce della plancia, dei pannelli delle porte e del cruscotto cambia colore in funzione della modalità di guida selezionata.

Grande cura dedicata alle sellerie con tre allestimenti

Renault-Austral-2022-dettaglio sedili
Fonte Renault

Particolare cura è stata dedicata alle sellerie di Nuovo Austral. I sedili delle versioni entry-level sono rivestiti da un tessuto grigio riciclato ripreso sui pannelli delle porte, gli inserti della plancia e la consolle.

Nell’allestimento Techno, le sellerie abbinano un tessuto cerato Nero Titanio con un tessuto imbottito che si schiarisce progressivamente, passando dal nero della seduta al grigio chiaro dei poggiatesta. Un gioco di sfumature che dà luce nell’abitacolo. Il tutto è accentuato dalle impunture e dai profili argentati.

Nell’allestimento Iconic, il rivestimento in tessuto cerato Nero Titanio è abbinato ad un tessuto grigio chiné. I sedili, in matelassé, hanno impunture e profili Warm Titanium ripresi sui pannelli delle porte e sulla consolle. In questo allestimento è anche disponibile l’opzione pelle matelassé microforata Nero Titanio con profili e impunture Warm Titanium.

Su Renault Austral si inaugura un nuovo motore E-TECH Hybrid e un Mild Hybrid Advanced

Renault-Austral-2022-motori-ibridi-benzina
Fonte Renault

Lato motori, nuovo Renault Austral può contare su un’innovativa gamma di gruppi motopropulsori con un sistema E-TECH Hybrid di nuova generazione da 400V, in grado di erogare fino a 200 cv, ma anche con altri due motori benzina. Un Mild Hybrid Advanced 48V da 130 cv e un Mild Hybrid 12V da 140 e 160 cv.

In particolare la motorizzazione E-TECH Hybrid inaugurata su Renault Austral è alimentata da un nuovo motore turbo benzina 3 cilindri 1,2 litri da 96 kW, con 205 Nm di coppia.

Questo è associato ad un motore elettrico più potente, dotato di maggior coppia (50 kW e 205 Nm), a una batteria agli ioni di litio di maggiore capacità (1,7 kWh / 400 V) e ad una trasmissione che passa da 6 a 7 rapporti (2 per la modalità elettrica e 5 per la modalità ibrida). Quest’ultima è ottimizzata in termini di capacità di coppia (da 350 Nm a 410 Nm), potenza, resa e piacere di guida.  

Renault-Austral-2022-nuovo-motore-e-tech-hybrid
Fonte Renault

Proposta con due livelli di potenza, 160 cv e 200 cv, la motorizzazione E-Tech Hybrid di Nuovo Austral offre massima efficienza di utilizzo con una reattività da leader di mercato, permettendo di passare da 80 a 120km/h in soli 5,9 secondi (6,8 secondi per la versione a 160 cv).

La frenata rigenerativa, che si attiva automaticamente in fase di decelerazione o frenata, associata alla forte capacità di autoricarica delle batterie agli ioni di litio e alla resa del sistema E-Tech, ottimizza i consumi.

Diventa così possibile circolare in città in modalità 100% elettrica fino all’80% del tempo, con una riduzione dei consumi che può arrivare fino al 40% rispetto ai motori termici in ciclo urbano, senza cambiare le proprie abitudini.  

Come nel motore E-Tech Hybrid della precedente generazione, l’avviamento è sempre al 100% elettrico, con una coppia immediatamente disponibile, per offrire il piacere di guida tipico dei veicoli elettrificati, abbinando silenziosità e reattività. Consumi dichiarati di a partire da 4,6 l/100 km.

C’è poi la motorizzazione Mild Hybrid Advanced, proposta per la prima volta nella gamma Renault con nuovo Austral, e costituisce un’ottima alternativa al diesel.

Il nuovo motore turbo benzina 3 cilindri da 1,2 litri è associato ad una batteria agli ioni di litio da 48V e ad un alternatore starter. Quest’ultimo assiste il motore termico nelle fasi che assorbono più energia, all’avviamento e in accelerazione, per erogare più potenza nelle riprese, mantenendo comunque i consumi contenuti. La Casa dichiara consumi a partire da 5,3 l/100 km.

Renault-Austral-2022-vista-anteriore
Fonte Renault

Infine la motorizzazione Mild Hybrid, primo livello di ibridazione proposto con Nuovo Austral, comprende un motore turbo benzina 4 cilindri da 1,3 litri a iniezione diretta già disponibile in parte della gamma Renault. Sviluppato in collaborazione con Daimler, questo motore è assistito da un alternatore starter e una batteria agli ioni di litio da 12V.

Con la motorizzazione Mild Hybrid 12V da 160 cv, Nuovo Austral vanta una coppia massima di 270 Nm disponibile da 1.800 a 3.500 giri/min e consumi misti dichiarati dalla Casa a partire da 6,2 l/100 km.

A livello di assistenza alla guida nuovo Austral è dotato delle tecnologie MULTI-SENSE e 4CONTROL di ultima generazione. All’avanguardia della modernità, offre 32 dispositivi di assistenza alla guida completati da innovativi sistemi di sicurezza passiva. Con tutte queste tecnologie, proattive e smart, Nuovo Austral sale al vertice della categoria a livello di comfort e sicurezza.

Nuovo Renault Austral inaugura anche il nuovissimo Head-up Display da 9,3’’.Velocità del veicolo, dispositivi di assistenza alla guida attivati, alert di eccesso di velocità e informazioni sulla navigazione sono ora proiettati direttamente sul parabrezza. Compaiono in tempo reale nel campo visivo del conducente, per un comfort di guida ottimale.

Renault-Austral-2022-vista-posteriore
Fonte Renault

Per quanto riguarda la sicurezza attiva, Nuovo Austral è dotato di tre dispositivi di assistenza alla guida già noti per ridurre i rischi di urto.

Il Lane Departure Warning (allerta superamento della linea di carreggiata – LDW), il Blind Spot Warning (sensore di angolo cieco – BSW) e il Lane Keep Assist (assistenza al mantenimento nella corsia – LKA).

Altri tre nuovi dispositivi di assistenza alla guida sono invece destinati alla protezione degli altri utenti della strada, in particolare pedoni e ciclisti. Il sistema Rear Automatic Emergency Braking (frenata automatica di emergenza in retromarcia – Rear AEB) è, come dice il nome stesso, la controparte della frenata automatica di emergenza (AEBS), quando il conducente effettua la retromarcia.

Parole di Riccardo Mantica

Nell’editoria online dal 2001 quando scrivere per il web era una chimera. Pubblicista dal 2005, blogger per caso nel 2010, ha vissuto l’avvento del web 2.0 e dei social network condividendone gioie e dolori. Le passioni coltivate negli anni per sport, motori e tecnologia sfociano oggi anche nel panorama della mobilità sostenibile. Il motto preferito? Guardare sempre avanti senza dimenticare il passato. Stay tuned!