Nuova Renault Megane E-TECH Electric, al Salone di Monaco il via alla generazione 2.0

Arriverà sul mercato all'inizio del 2022, sarà tecnologica e super connessa con picco di 470 km di autonomia e due livelli di batteria

Renault-Megane-E-Tech-electric

La Renault Megane del futuro sembra un concept ma non lo è. Un po’ crossover, un po’ coupé. Sicuramente 100% elettrica. Di certo con la nuovissima Megane E-TECH Electric, Renault segna l’inizio di un nuovo capitolo della rivoluzione elettrica iniziata circa 10 anni fa ed è la prima dei suoi veicoli elettrici di generazione 2.0.

E’ più corta dell’attuale con motore endotermico. E’ lunga 4 metri e 21, con il passo di 2 metri e 70. Decisamente generoso come spazio interno. Caratteristica ridondante nelle auto elettriche. Questa la grande novità al Salone di Monaco 2021 della Casa francese. Nuova Megane E-TECH Electric sarà prodotta in Francia nello  stabilimento di Douai, nel cuore di ElectriCity, il nuovo centro industriale elettrico di riferimento in Europa e sarà ordinabile da febbraio 2022 per arrivare nelle concessionarie ed essere commercializzata da marzo. Ancora non si conoscono i prezzi.

Renault-Megane-E-Tech-2022-profilo

La presenza di caratteristiche che evocano il mondo dei crossover trasmette un’idea di robustezza. Grandi ruote da 20”, protezioni nella parte bassa delle porte e passaruota, linea di cintura della scocca rialzata.

Il tetto spiovente, la carreggiata ampliata e le maniglie delle porte a filo carrozzeria di serie, invece, evocano il mondo dei coupé. L’altezza contenuta, l’abitabilità e il volume del bagagliaio fanno, infine, riferimento al mondo delle tradizionali berline del segmento C.

Renault-Megane-E-Tech-2022-profilo-posteriore

Nuova Megane E-TECH Electric sarà disponibile in sei tinte di carrozzeria eleganti e distintive. Grigio Aviation, Grigio Scisto, Blu Notturno, Rosso Passion, Nero Etoilé e Bianco Ghiaccio.

Per una maggiore personalizzazione, è possibile optare per tinte bi-tono differenziando il colore del tetto, dei montanti e, in funzione degli allestimenti, delle scocche dei retrovisori esterni con le tinte Grigio Scisto, Nero Etolié e Bianco Ghiaccio, con 13 combinazioni possibili.

Renault-Megane-E-Tech-2022-profilo-anteriore

Altro elemento distintivo, quello della la tinta dorata Warm Titanium per il rivestimento della lama aerodinamica integrata ai paraurti anteriori e posteriori nonché delle prese d’aria laterali del paraurti anteriore, nelle versioni premium. Un dettaglio che conferisce vigore e sportività a Nuova Mégane E-TECH Electric.

Nuova Renault Megane E-TECH Electric, il maxi schermo OpenR

Renault-Megane-E-Tech-2022-infotainment

Su nuova Megane E-TECH Electric è presente la nuova dashboard OpenR, a forma di L rovesciata che mette insieme il driver display digitale del cruscotto e il display multimediale della console centrale.

È la prima volta che questo equipaggiamento viene proposto come dotazione di serie. Unico sul mercato e frutto di tanti anni di sviluppi dei dipartimenti Design, Prodotto ed Ingegneria di Renault, incorpora nativamente anche le bocchette dell’aria centrali per restare fedele allo stile “a filo carrozzeria” del design del veicolo.

Il display OpenR è rivestito da una superficie di vetro rinforzato che lo rende più resistente, piacevole al tatto e alla vista. La luminosità e il coefficiente di riflessione luminosa dei display sono stati ottimizzati per una migliore visibilità al sole, insieme ad uno specifico trattamento antiriflesso. In tal modo, è possibile eliminare la classica “visiera” del cruscotto guadagnando spazio e conferendo al tutto un effetto flottante molto moderno.

Renault-Megane-E-Tech-2022-display digitale

La dashboard OpenR offre un’inedita superficie totale di visualizzazione: 321 cm² per il driver display da 12,3” (1920 x 720 pixel, formato orizzontale) e 453 cm² per il display multimediale da 12” (1250 x 1562 pixel, formato verticale). Insomma, un totale di 774 cm² per uno spazio digitale a bordo unico per la categoria, degno delle migliori berline premium! Nelle versioni entry-level, il display multimediale misura 9” (1250 x 834 pixel, formato orizzontale).

La dashboard OpenR fa il pieno delle migliori tecnologie per un’esperienza fluida e ricca. Comprende la terza generazione della piattaforma Snapdragon Automotive Cockpit di Qualcomm, che supporta più display, una connettività all’avanguardia, tra cui l’USB di tipo C, e tutte le tecnologie necessarie per la sicurezza a bordo e i dispositivi di assistenza alla guida (Around View Monitor 3D, ad esempio). A livello di software, propone il nuovo sistema multimediale OpenR Link con Google integrato, per un’esperienza connessa intuitiva ed ottimizzata.

Renault-Megane-E-Tech-2022-dettaglio-interni

Oltre ai due sistemi audio Arkamys sulle versioni entry-level e cuore di gamma, Nuova Mégane E-TECH Electric include un inedito sistema audio premium firmato Harman Kardon nell’allestimento alto di gamma (in opzione nella versione cuore di gamma).

Lo studio di questo sistema è stato parte integrante dello sviluppo di Nuova Mégane E-TECH Electric, per offrire un’inedita esperienza musicale agli occupanti del veicolo.

Con una potenza totale di 410 W, ha ben 9 canali: 2 tweeter ai lati del cruscotto, due woofer nei pannelli delle porte anteriori, due tweeter e due woofer nei pannelli delle porte posteriori e un subwoofer nel bagagliaio.

Fino a 470 Km di autonomia

Renault-Megane-E-Tech-2022-anteriore

Il gruppo motopropulsore di cui è dotata Nuova Mégane E-TECH Electric è completamente nuovo. È stato sviluppato nell’ambito dell’Alleanza e ripreso dai vari partner. È prodotto in due siti: in Giappone per Nissan e in Francia, nello stabilimento di Cléon, per Renault.

Si tratta di un motore sincrono a rotore avvolto, la tecnologia su cui Renault punta da un decennio e che sarà quella del futuro per il Gruppo Renault e l’Alleanza. Offre un rendimento migliore rispetto alla tecnologia del motore a magneti permanenti e l’assenza di terre rare riduce il suo impatto ambientale e i costi di produzione su larga scala.

Grazie al design ottimizzato, è un motore compatto che pesa solo 145 kg (trasmissione inclusa), ossia il 10% in meno rispetto a quello ora utilizzato su Renault ZOE, nonostante il significativo aumento di potenza e coppia. Sotto il cofano di Nuova Mégane E-TECH Electric, sarà proposto in due versioni:

  • da 96 kW (130 cv) e 250 Nm
  • da 160 kW (218 cv) e 300 Nm

Offre tutto il piacere della guida elettrica, in particolare un’accelerazione istantanea, dinamica e lineare (fluida e senza scatti), e consente a Nuova Mégane E-TECH Electric di passare da 0 a 100 km/h in soli 7,4 secondi.

Renault-Megane-E-Tech-2022-in-ricarica

La batteria è integrata nella piattaforma ed è tra le più sottili sul mercato, è spessa solo 11 cm e pesa 395 kg, il che permette di tenere basso il baricentro a favore della dinamica di guida. Sarà disponibile in due diverse capacità, da 40 e da 60 kWh; la prima per un’autonomia di 300 km, la seconda di 470, entrambe calcolate secondo il ciclo di omologazione WLTP.

Oltre ai due livelli di potenza del motore e alla capacità della batteria, Nuova Mégane E-TECH Electric deve la sua versatilità di utilizzo alla molteplicità delle sue soluzioni di ricarica, potendo ricaricare nelle infrastrutture di ricarica AC, solitamente diffuse in città, fino a 22 kW, e, in quelle DC, più frequenti in autostrada, fino a 130 kW.

Tutte le soluzioni sono ottimizzate per la massima efficienza.

Nuova Mégane E-TECH Electric è, pertanto, compatibile con tutte le infrastrutture di ricarica che erogano corrente alternata (AC): dalla presa domestica (10A/2,3 kW monofase) alla colonnina pubblica (32A/22 kW trifase). Quest’ultima consente di recuperare fino a 160 km in un’ora.

In funzione delle versioni, può essere compatibile anche con le infrastrutture di ricarica che erogano corrente continua (DC) fino a 130 kW (prese combo), come le stazioni di ricarica rapida che si trovano in autostrada. Può così recuperare fino a 300 km WLTP in 30 minuti.

Parole di Riccardo Mantica

Nell’editoria online dal 2001 quando scrivere per il web era una chimera. Pubblicista dal 2005, blogger per caso nel 2010, ha vissuto l’avvento del web 2.0 e dei social network condividendone gioie e dolori. Le passioni coltivate negli anni per sport, motori e tecnologia sfociano oggi anche nel panorama della mobilità sostenibile. Il motto preferito? Guardare sempre avanti senza dimenticare il passato. Stay tuned!