Rinnovo patente, le nuove regole: quando farlo e quanto costa

Le patenti e i fogli rosa scaduti o in scadenza nel periodo di emergenza sanitaria nazionale restano in corso di validità fino al 29 luglio 2021

patente di guida

Foto Pixabay | Robfoto

Quando si tratta di bollo dell’auto, assicurazione e cambio delle gomme, l’incubo di ogni automobilista è dimenticarsi le scadenze importanti. Ma un’altra delle date che si rischia di dimenticare è quella relativa al rinnovo della patente. Vediamo, dunque, quando farlo, quanto costa e quali documenti sono necessari.

Quando scade

In seguito al prolungarsi dello stato di emergenza per Covid, il Governo ha prorogato i nuovi termini di validità delle abilitazioni alla guida e dei documenti necessari per il loro rilascio. Secondo quanto stabilito, i documenti della patente o del foglio rosa scaduti o in scadenza nel periodo dell’emergenza sanitaria restano in corso di validità fino al 29 luglio 2021. Per verificare la data di scadenza, è sufficiente controllare la parte frontale della tessera. Al punto 4a è indicata la data di rilascio, mentre al punto 4b si legge la data di scadenza. La patente prevede un rinnovo ogni ogni 10 anni fino al raggiungimento dei 50 anni di età, dopo i quali il rinnovo va effettuato ogni 5 anni. Dai 70 agli 80 anni il rinnovo è previsto ogni 3 anni, mentre dagli 80 anni in poi ogni 2 anni.

Quando farlo

Se non volete dimenticarvi di effettuare il rinnovo, ricordate che esso si può effettuare già dal quarto mese antecedente la data di scadenza. Per procedere al rinnovo della patente B, è sufficiente recarsi presso una scuola guida (in tal caso i costi saranno lievemente più alti), una delegazione ACI, alla Motorizzazione Civile o presso un ufficio ASL.

Quanto costa

Per rinnovare la patente, occorre effettuare due versamenti, il primo di 10,20 euro sul c/c 9001 intestato al Ministero dei Trasporti, e il secondo di 16 euro sul c/c 4028 come imposta di bollo. Una volta effettuati i versamenti, dovrete esibire bollettini presso l’ufficio competente, insieme a documento di identità, codice fiscale, la patente da rinnovare e due foto tessere. Il costo della visita medica per il rinnovo dell’abilitazione di guida è pari a 25 euro. Mentre il pagamento dei diritti sanitari cambia da un minimo di 20 a un massimo di 50 euro, a seconda della Regione.

La visita medica

La visita medica per il rinnovo patente può essere effettuata presso una ASL o direttamente presso la Motorizzazione. Esame della vista, verifica della sensibilità al contrasto, visione crepuscolare, sensibilità all’abbagliamento e tempo di recupero dopo l’abbagliamento: sono questi i parametri che verranno verificate durante la visita medica. Effettuato l’esame con esito positivo, il medico rilascia al conducente la ricevuta dell’avvenuta conferma della validità della patente di guida.

Il documento sostitutivo

Una volta finalizzate tutte le pratiche burocratiche e la visita medica, sarà compito della Motorizzazione Civile inviare a casa la nuova patente. In caso di patente già scaduta, verrà rilasciato, in attesa del rinnovo, un documento sostitutivo della patente B. Con questo documento, si potrà guidare senza incorrere in sanzioni fino al ricevimento del duplicato della patente.

Parole di Linda Pedraglio

Mi chiamo Linda Pedraglio. Sono nata e cresciuta in un piccolo paese vicino al lago di Como, ma, fra studio e lavoro, ho avuto modo di vivere città diverse: l’Erasmus a Helsinki, gli anni dell’università a Milano, il corso di giornalismo a Firenze. Sogno una piccola casa sul lago, piena di libri, che sono il mio affaccio sul mondo, e un orto di pomodori e peperoncini. Attualmente, collaboro con Alanews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection, dove mi occupo di donne, salute e benessere, con qualche incursione nel percorso di emancipazione femminile.