Skoda: il futuro sarà sempre più elettrico e digitale

Skoda guarda al futuro e investe nell'elettrico e nel digitale, con l'obiettivo di allargare il mercato internazionale. Pronti 3 nuovi modelli elettrici entro il 2030

skoda

Fot Shutterstock | josefkubes

La Skoda punta a investire sull’internazionalizzazione e l’espansione del marchio, oltre che nell’elettrificazione, con almeno altri tre nuovi modelli a batteria nei prossimi anni e un mercato europeo con il 50-70% di Skoda a pile entro il 2030.

Skoda punta alla conquista del mercato UE

Sarà un cammino tutto elettrico e digitale quello della Skoda da qui al 2030. Lo ha affermato Thomas Schäfer, l’amministratore delegato della casa ceca che ha posto l’accento anche sull’internazionalizzazione del marchio. La casa boema, infatti, vuole diventare uno dei primi cinque produttori di auto in Europa entro il 2030, e prevede di crescere fino a raggiungere la posizione di leader europeo in India, Russia e Nord Africa.

3 nuovi modelli elettrici entro il 2030

La nuova strategia aziendale punta su tre forti pilastri, che il capo della Skoda ha chiamato Expand, Explore ed Engage. Il primo, Expand, risponde all’esigenza di espansione del marchio, principalmente attraverso uno sviluppo maggiore nei segmenti delle citycar e delle utilitarie, ampliando però l’offerta ad almeno altri tre modelli elettrici entro il 2030, che saranno tutti posizionati più in basso rispetto alla suv elettrica Enyaq iV, sia per il prezzo sia per le dimensioni. La casa boema punta in Europa a vendere il 50-70% dei suoi modelli con l’alimentazione elettrica, a seconda degli sviluppi del mercato. Un obiettivo che intende realizzare gradualmente, trasformando gli impianti di produzione cechi in un polo dell’elettro-mobilità.

Con il secondo pilastro Explore, la Skoda vuole anche conquistare nuovi mercati, come quello indiano, russo e nordafricano, che potrebbe portare le venditi globali a 1,5 milioni di unità l’anno. Da poco è cominciata la produzione del suv compatto Kushaq, il primo modello sviluppato per il mercato indiano.

Un futuro sempre più sostenibile

Infine, il terzo pilastro, Engage, porta la casa boema a impegnarsi a rendere più semplice e sostenibile l’utilizzo delle auto.Uno dei primi progetti è il PowerPass (un servizio di ricarica alle colonnine che avviene attraverso un’app per smartphone e una tessera), che rende la ricarica di una vettura elettrica della Škoda semplice e comoda. È già disponibile in oltre 30 mercati e può essere utilizzato in più di 210.000 punti di ricarica in Europa.

Parole di Giulia Martensini