Stellantis diventa un'automotive tech company, c'è l'accordo con Amazon

Una partnership strategica con il colosso dell'e-commerce fornirà soluzioni software da implementare in STLA SmartCockpit, la nuova piattaforma per l’abitacolo digitale che sarà avviata nel 2024

Stellantis si allea con Amazon

Stellantis si allea con Amazon e si muove a tutto gas per diventare una ‘automotive tech-company’. La partnership con il colosso delle vendite online e del cloud consentirà infatti al gruppo nato dalla fusione fra Fca e Psa di accelerare la sua trasformazione in azienda tecnologica di mobilita’ sostenibile e la messa a punto di auto connesse.   

Stellantis si allea con Amazon, i termini dell’accordo 

L’alleanza si basa su una serie di “accordi globali e pluriennaliche che trasformeranno l’esperienza di guida per chi acquisterà auto a firma Stellantis“, si legge in una nota. La nuova intesa coinvolge Amazon Devices, Amazon Web Services e Amazon Last Mile e prevede, fra l’altro, una collaborazione fra i due giganti per soluzioni software per la nuova piattaforma STLA SmartCockpit.

Stellantis e Amazon inoltre lanceranno iniziative per accelerare i tempi di commercializzazione di nuovi prodotti digitali e il colosso fondato da Jeff Bezos diventera’ il primo cliente commerciale del nuovo Ram ProMaster elettrico.

 “Siamo lieti di collaborare con Stellantis per trasformare l’industria dell’auto e reinventare l’esperienza all’interno delle vetture“, afferma l’amministratore delegato di Amazon, Andy Jassy.

Soddisfatto dell’intesa Carlos Tavares. L’amministratore delegato di Stellantis parla di una “partnership forte”, “molto bilanciata” dal punto di vista finanziario.

E soprattutto un’alleanza che facilita la strategia del gruppo, la cui “missione è semplice: “Vogliamo amplificare la libertà di movimento“, spiega Tavares intervenendo a un incontro organizzato da Morgan Stanley prima e al CES di Las Vegas. “L’industria automobilistica è nel mezzo di una rivoluzione. E Stellantis è impegnata in un viaggio ambizioso, stiamo reinventando il futuro della mobilità“, aggiunge ribadendo l’impegno del gruppo a una “significativa crescita” e a competere con i rivali.

Siamo a piena velocità, abbiamo destinato una quota significativa di investimenti all’elettrico. Stiamo già vendendo 33 modelli di auto elettriche“, afferma spiegando che “siamo qui per offrire prodotti sicuri, puliti e accessibili. A noi piace competere, ce l’abbiamo nel sangue“.     

Dallo stand Stellantis in Nevada, Tavares osserva come Stellantis può avere partnership importanti come quella con Amazon e con Foxxcon.

I 14 brand del gruppo vengono considerati un modo eccellente per coprire il mercato. E verranno usati per sfruttare la potenza di Stellantis non solo nella dimensione, ma usando la dimensione per grandi partnership. Tavares rimanda quindi tutti all’1 marzo per conoscere nel dettaglio la strategia del gruppo al 2030. ​

Parole di Riccardo Mantica

Nell’editoria online dal 2001 quando scrivere per il web era una chimera. Pubblicista dal 2005, blogger per caso nel 2010, ha vissuto l’avvento del web 2.0 e dei social network condividendone gioie e dolori. Le passioni coltivate negli anni per sport, motori e tecnologia sfociano oggi anche nel panorama della mobilità sostenibile. Il motto preferito? Guardare sempre avanti senza dimenticare il passato. Stay tuned!