Subaru Impreza 2018: prova su strada, prezzo, motori e scheda tecnica

Subaru Impreza 2018: prova su strada, prezzo, motori e scheda tecnica

Alla guida di…Subaru Impreza 2018. La nostra nuova prova su strada è in compagnia della berlina di segmento C della casa delle Pleiadi, recentemente rinnovata in modo piuttosto rilevante. Oltre al nuovo look, decisamente più moderno ed affilato rispetto a prima, cambia anche il pianale, capace di abbassare il baricentro di 5 mm rispetto alla generazione precedente. Ma non finisce qui perchè, grazie all’uso di acciaio altoresistenziali nelle zone più critiche in caso di incidente, l’auto risulta anche più sicura e con una migliore capacità di assorbimento dell’energia in caso di collisione.

E gli interni della Subaru Impreza 2018 migliorano sotto il profilo dei materiali e delle finiture, mentre il look resta molto razionale come da tradizione del marchio. Sulla consolle centrale spicca il rinnovato sistema di infotainment touchscreen con display fino ad 8 pollici.

Subaru Impreza 2018: scheda tecnica

Il nuovo pianale modulare Subaru regala alla scheda tecnica della Subaru Impreza 2018 uno schema sospensivo interessante, con un classico McPherson all’anteriore ed un raffinato doppio braccio oscillante al posteriore. La versione in prova è la Subaru Impreza 1.6i 114 cv Style Navi, dotata dell’unica motorizzazione disponibile al momento. Si tratta del motore 1.6 litri quattro cilindri boxer aspirato, capace di sviluppare una potenza massima di 114 CV a 6.200 giri al minuto ed una coppia di 150 Nm a 3.600 giri al minuto. La trasmissione è affidata ad un cambio automatico CVT Lineartronic, che trasferisce la potenza al sistema di trazione integrale permanente simmetrica AWD. La Subaru Impreza 2018 in quanto a prestazioni accelera da 0 a 100 km/h in 12,4 secondi e raggiunge una velocità massima di 180 km/h, mentre i consumi dichiarati sono di 6,4 litri per 100 km, equivalenti a circa 15,6 km/l. Il serbatoio è da 50 litri e consente, quindi, un’autonomia teorica di circa 780 km.


Subaru Impreza 1.6i
Cilindrata:
1600 cm³
Alimentazione:
benzina
Potenza:
84 kW (114 CV)
Coppia:
150 Nm
0-100 km/h:
12,4 s
Velocità massima:
180 km/h
Consumo dichiarato:
6,4 l/100km

Subaru Impreza 2018: dimensioni e bagagliaio

In quanto a dimensioni la Subaru Impreza 2018 è una berlina di segmento C un po’ abbondante, tra le più grandi della categoria.


Dimensioni esterne
Lunghezza:
4.460 mm
Larghezza:
1.775 mm
Altezza:
1.480 mm
Passo:
2.670 mm

Lo spazio a bordo non manca, nemmeno dietro. In più il bagagliaio della Subaru Impreza è in grado di contenere un minimo di 450 litri con cinque passeggeri a bordo, ma si sale fino ad un volume di 1.310 litri abbattendo il divanetto posteriore.
L’allestimento Style Navi monta di serie ruote misura 205/50 R17, mentre la versione Pure ha le 205/55 R16. Il peso in ordine di marcia, infine, è di 1.376 kg per la versione in prova.

Subaru Impreza, la tecnologia di serie

La Subaru Impreza Style Navi è la più ricca ed ha già tutto di serie: cerchi da 17″, specchietti ripiegabili elettricamente, vetri oscurati, sensori pioggia e fari, sistema di infotainment con navigatore satellitare e display da 8 pollici (compatibile con Apple CarPlay e Android Auto) e fari anteriori e posteriori a LED.

Ma non finisce qui, perchè Subaru Impreza 2018 è anche sinonimo di sicurezza, dato che offre di serie il sistema EyeSight. Questo sistema sfrutta due telecamere stereo per catturare immagini a colori tridimensionali di ciò che sta davanti alla vettura, con una eccellente capacità di riconoscimento. Grazie alle immagini provenienti da entrambe le telecamere l’EyeSight riconosce forma, velocità e distanza dei veicoli, moto, biciclette e pedoni. Quando rileva un potenziale pericolo il sistema avverte il guidatore e, se necessario, provvede anche a frenare in modo da evitare incidenti. A questo si aggiungono l’Adaptive Cruise Control ed il Lane Keeping Assist.

Infine il prezzo della Subaru Impreza 2018: si parte da 19.990 euro, ma la Style Navi della prova sta a 26.490 euro di listino.

Subaru Impreza 2018, prova su strada

posteriore della berlina di segmento c subaru

E’ finalmente giunto il momento di metterci al volante della nuova Subaru Impreza e di cominciare il nostro test drive. Apriamo la portiera e ci sediamo su dei sedili molto comodi e avvolgenti, mentre la plancia di fronte a noi ha un design abbastanza datato. Buona la qualità degli assemblaggi, con plastiche curate alla vista e al tatto. Questi interni danno una sensazione di forte solidità. Spiccano nel mezzo sopra il tunnel centrale i due schermi, uno da 6 pollici che serve per visualizzare tutte le informazioni provenienti dall’Eyesight, il secondo più in basso è il touch screen capacitivo con tutti i supporti multimediali. C’è tanto spazio nei sedili anteriori, anche sul divano posteriore ci si sta in tre persone senza problemi. Accendiamo il motore e partiamo.

subaru impreza 2018 dimensioni

C’è poco da dire sul propulsore: guardando la scheda tecnica c’è un solo motore a listino, il 1.6 aspirato 114 cavalli benzina. Questo non brilla in accelerazione, colpa o merito del cambio CVT lineartronico che fa effetto scooterone: è un cambio regolare, gentile, non certo sportivo. Ne consegue che la nuova Subaru Impreza è una vettura votata alla famiglia, al comfort e alla sicurezza. Il brio e la sportività non sono più di casa. Non è quindi una vettura dalla natura sportiva, ma accontenta chi guida l’auto con passo turistico.

subaru impreza 2018 prezzo

Promosso il comfort di bordo, pochi fruscii aerodinamici a velocità autostradale, buono lo sterzo: la vettura non si scompone mai sui tornanti, entra ed esce dalle curve in maniera precisa e pulita. Grande precisione di guida quindi. Consumi nella norma: di media abbiamo fatto 11 km con un litro.

subaru impreza 2018 allestimenti pure e style

Insomma: dimentichiamoci il passato glorioso dei rally di Subaru Impreza. Ora è una vettura comoda, con una buona qualità percepita degli interni, ma soprattutto creata per la famiglia. I lati negativi sono una scheda tecnica priva di cambio manuale e di un motore benzina, che le impediscono di trasformarsi in una mangiatrice di kilometri. Prezzo invece molto convincente, anche per l’ottima dotazione di serie prevista in termini di sicurezza.