Tesla, il problema di qualità è evidente: chi lo vede si spaventa

La Tesla non sta vivendo un momento troppo felice, ed ora c’è un annuncio che rende bene l’idea della crisi.

Il 2023 si sta per chiudere con risultati molto altalenanti per il marchio Tesla, che dopo un inizio a dir poco eccezionale ha dovuto conoscere un calo dal punto di vista delle immatricolazioni. La compagnia di Elon Musk ha avuto un crollo durante l’estate, cosa che non ha di certo fatto felici gli investitori, che ora rischiano un’altra legnata.

Tesla nuovo problema
Tesla brutto guaio – Allaguida.it

Infatti, tra pochi giorni succederà qualcosa di molto atteso, ma che rischia di causa una grave perdita alla Tesla. Stiamo parlando delle prime consegne del Cybertruck, modello rivoluzionario, di cui si è discusso parecchio nel corso di questi mesi, e che è pronto per essere dato ai clienti. Ecco il nuovo problema.

Tesla, ecco il problema del mostruoso Cybertruck

Dopo un’attesa durata una vera e propria eternità, il momento del Tesla Cybertruck sta per arrivare. Infatti, questo mostruoso pick-up vedrà iniziare le proprie consegne il prossimo 30 di novembre, a 4 anni dalla sua presentazione. Di questa vettura si erano conosciute le forme nel 2019, ma poi si erano perse le tracce nel corso degli anni, sino a tornare a parlarne negli scorsi mesi.

Tesla Cybertruck che guai
Tesla Cybertruck in mostra (Tesla) – Allaguida.it

Secondo quanto riportato da Insideevs USA, pare che ci siano degli importanti problemi qualitativi attorno a questo Cybertruck, soprattutto per un esemplare che è stato avvistato nel Sud della California, e che ha fatto parte del raduno Cars and Coffee. Al volante c’era Franz von Holzhausen, il direttore del design della compagnia di Elon Musk.

Secondo quanto emerso, il pick-up è apparso colorato da una tinta nera opaca, che è sembrato mettere ancor più in risalto alcuni dei difetti della carrozzeria di questa vettura, come le bolle di wrapping che di certo non fanno un bell’effetto. Lo stesso magnate sudafricano aveva promesso il massimo della qualità in queste settimane, ed è probabile che sulla versione definitiva venga migliorata la situazione.

Infatti, sono apparse delle bolle soprattutto nella zona della fiancata e del montante A, con l’elemento nero all’interno dell’abitacolo che crea un angolo cieco importante e potenzialmente pericoloso quando si è nelle zone degli incroci. Dunque, il problema non sarebbe solamente estetico con alcuni difetti che riguardano la carrozzeria della Tesla Cybertruck, ma si tratterebbe di un guaio generico che causa non pochi grattacapi. Di certo, i problemi di sicurezza non possono essere ben visti

Musk ha ammesso che con il Cybertruck si è scavato la fossa da solo, dal momento che i costi di produzione sono stati molto elevati e che, per il momento, non ci sono stati sufficienti ordini per ora. Pare, infatti, che molti di coloro che avevano pre-ordinato il modello, a seguito di un forte aumento di prezzo, abbiano deciso di non confermarlo, con alcuni che parlano anche di un costo d’acquisto raddoppiato. Al momento, non c’è l’ufficialità, ma molti indizi portano a pensare che ciò possa essere possibile.

Impostazioni privacy