Torino come Bologna, nel capoluogo piemontese cambiano i limiti di velocità

Il consiglio comunale del capoluogo piemontese ha deciso di seguire l'esempio di Bologna abbassando i limiti orari a 30 km/h sulla strade cittadine

Un autovelox

Un autovelox - Foto credits Shutterstock | di Frederic Legrand - COMEO

Torino segue l’esempio di Bologna e abbassa il limite di velocità sulla proprie strade, passando dai 50 a 30 km/h. A deciderlo è stato il consiglio comunale del capoluogo piemontese che ha disposto la riduzione del limite di velocità, fissandolo a 30 chilometri orari, in tutte le strade cittadine senza “diritto di precedenza”.

Una scelta che segue quindi l’esempio di Bologna, la prima in Italia ad attuare un provvedimento del genere e, probabilmente, non certo l’ultima a varare una riduzione del limite di velocità per salvaguardare vite umane e ridurre il numero di incidenti.

Torino, ecco i nuovi limiti nel capoluogo piemontese

Anche Torino, quindi, ha deciso di aumentare la consapevolezza dei cittadini del rispetto delle regole e della moderazione nella guida dei veicoli, come si legge nel provvedimento approvato dal consiglio comunale, limitando la velocità all’interno della propria area urbana.

Con l’approvazione del nuovo atto, infatti, si istituiranno “zone 30 km/h” ovunque – mentre al momento il limite è in vigore solamente nei controviali, mentre sulle altre strade il limite è di 50), con la riduzione a 50 km/h nelle strade a scorrimento, dove invece attualmente si può procedere a 70 km/h.

Parole di Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti