Una Ferrari rarissima nel fienile: il valore è incalcolabile

Di Ferrari uniche ne abbiamo conosciute nel corso degli anni, ma quella che vi stiamo per presentare ha qualcosa di davvero magico.

Il marchio Ferrari ha una storia lunghissima, e nel 2022 ha compiuto i 75 anni di età. Il grande Drake la fondò nel 1947, quando presentò, assieme al suo manipolo di eroi, la 125 S. In quel momento è iniziata la leggenda di questo costruttore, forgiata anche e soprattutto dai successi ottenuti nel mondo del motorsport. La casa di Maranello, al giorno d’oggi, sorride e non poco sul fronte del prodotto auto, mentre nelle corse è divisa tra la strepitosa vittoria alla 24 ore di Le Mans e la crisi in F1.

La Ferrari ora sta viaggiando verso il futuro, e dopo aver svelato il Suv Purosangue nel settembre scorso, si prepara anche alla presentazione della prima supercar ad emissioni zero. La Ferrari, tuttavia, ci ha fatto sognare con modelli ben diversi in passato, ed uno di essi è la 308 GTB, di cui è stata rinvenuta una versione unica, di cui si erano perse le tracce.

Ferrari, guardate questa vecchia Rossa trovata in un fienile

Al Salone di Parigi del 1975, la Ferrari presentò la splendida 308 GTB, acronimo di Gran Turismo Berlinetta, di cui venne poi realizzata anche la versione GTS, ovvero quella Spider. Si trattava dell’erede designata della Dino 246, ed andò ad affiancare nella gamma la Dino 308 GT4, ed oggi affronteremo un argomento molto curioso che riguarda la suddetta 308 GTB.

Ferrari 308 GTB Scaglietti che ritrovamento
Ferrari 308 GTB Scaglietti ora all’asta (RM Sotheby’s) – Allaguida.it

Infatti, si tratta di una delle sole 712 unità realizzate in vetroresina, ed una delle quali è stata rinvenuta in un fienile abbandonato. Venne realizzata dalla Carrozzeria Scaglietti, che da sempre è legata a doppio filo al Cavallino rampante, e decise di rivedere la vettura puntando su un peso molto ridotto. Il modello è unico, ed ha un peso di soli 1.050 kg, che per l’epoca era un risultato davvero eccezionale.

Il motore è un V8 trasversale da 2,9 litri, montato al posteriore ed abbinato ad un cambio manuale a 5 rapporti. La carrozzeria in vetroresina durò per soli tre anni, poi, dal 1977, la Ferrari decise di passare a quella in acciaio. Questo portò il peso ad aumentare in maniera netta, di circa 150 kg, motivo per il quale quelle dotate della vetroresina sono amatissime dai collezionisti.

Il ritrovamento di questa 308 GTB alleggerita nella carrozzeria e bella impolverata come potete vedere in foto è avvenuto in un fienile, negli Stati Uniti d’America. Si tratta di una versione che è anche meno potente, visto che oltreoceano venivano consegnate delle vetture con potenza massima di 240 cavalli, contro i 255 di quelle che venivano commercializzati in Italia ed in Europa.

Il motivo? Le leggi che limitavano le emissioni in America già all’epoca, e secondo quanto riportato da “Motor1.com“, il modello in questione è stato assemblato nel giugno del 1976. Secondo quanto si è saputo, ha percorso appena 9.587 miglia, ovvero 15.428 km. Il gioiellino verrà messo in vendita all’asta di RM Sotheby’s che si terrà a Monterey, in California, dal 17 al 19 di agosto. Il prezzo? Non è ancora stato valutato, ma c’è davvero da attendersi cifre milionarie secondo quelle che sono le indiscrezioni.

Impostazioni privacy