Dopo Audi, anche Volkswagen dirà addio ai motori endotermici entro il 2035

La casa tedesca vuole produrre e distribuire esclusivamente auto elettriche entro il 2050, ma in Europa già entro il 2035

Marchio Volkswagen: solo motori elettrici entro il 2035

Foto Unsplash | Julian Hochgesang

I marchi del gruppo Volkswagen si stanno gradualmente convertendo ai motori elettrici, abbandonando per sempre quelli endotermici: dopo l’annuncio di Audi, ora tocca al marchio Volkswagen, che prevede la produzione esclusivamente di veicoli elettrici tra il 2033 e il 2035. Il cambio di motorizzazioni raggiungerà il 70% dei veicoli già entro i prossimi 9 anni per poi adeguare il rimanente nel giro di 5 anni.

Dalla casa tedesca fanno sapere che l’obiettivo generale è quello di convertire completamente la flotta del marchio entro il 2050 in tutto il mondo, ma questo accadrà in Europa già tra 12-14 anni. questa differenza di tempistica nelle varie aree è data dal fatto che sul mercato cinese e americano il passaggio sarà più lento, e lo sarà ancora di più in Sud America e Africa, dove le infrastrutture non sono ancora adeguate.

Volkswagen, essendo un produttore di massa, deve sapersi adattare alle varie zone in cui agisce con politiche e decisioni adeguate: come ovvio, in Europa la transizione sarà più rapida, anche perché la concorrenza è più diretta e veloce, ma questo non significa che anche il resto del mondo non ne sarà coinvolto.

Gruppo Volkswagen: investimento da 46 miliardi nei motori elettrici

Il gruppo tedesco, superpotenza europea dell’automobile, investirà nei prossimi 5 anni 46 miliardi di euro per perfezionare i motori elettrici e il passaggio a questi, giocando d’anticipo sulle decisioni dell’Unione Europea che a giorni prenderà noto le regole per le emissioni di CO2 entro il 2030. Già da tempo è in corso un braccio di ferro tra UE e case automobilistiche per trovare un accordo su emissioni di inquinamento: dopo la protesta per le regole dell’Euro 7, considerate troppo dure e impossibili da rispettare in tempi brevi, ora le case automobilistiche dovranno inevitabilmente accelerare e convertire i proprio processi di produzione.

Parole di Carlotta Tosoni

"Una cosa bella è una gioia per sempre" diceva John Keats. Provo ad applicare questi versi nella pratica cercando e studiando tutto ciò che è esteticamente e intellettualmente interessante. Infatti arte, bellezza e comunicazione sono sempre stati la mia guida nello studio, nel lavoro e nella vita: ricercare contenuti validi da esprimere in maniera piacevole e da comunicare efficacemente. Solo così si può provare a cambiare le cose. La mia formazione è stata economica e artistica, la scrittura il mio mezzo preferito per raccontare il mondo, le mie passioni la storia dell’arte, il beauty, lo sport. Dal 2020, collaboro con Alanews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection.