Volkswagen ID.5: l'avveniristica SUV coupé promette 520 Km di autonomia

Anteprima mondiale per il modello elettrico di punta basato sull' architettura MEB di VW, con versioni a trazione posteriore e integrale

Volkswagen ID.5

Un SUV coupé elettrico perfetto per i lunghi spostamenti. Volkswagen ID.5 viene presentato così dalla casa di Wolfsburg, un modello di punta basato sull’avveniristica piattaforma elettrica modulare MEB, che vanta un estetica possente ed organica. E di fatto dopo la ID.3 e la ID.4, la ID.5 è già la terza vettura nuova basata su MEB.

ID.5 combina al meglio il carattere sportivo con sostenibilità ed eleganza. Il primo SUV coupé a trazione elettrica della Volkswagen offre infatti performance sportive a emissioni zero per un pubblico sempre più esigente.

Esternamente ID.5 si presenta con un baricentro basso per una salda tenuta di strada. Il tutto abbinato a un ridotto valore Cx che scende anche a 0,26 per la massima autonomia. Fino a 520 km secondo lo standard WLTP.

La carrozzeria è futuristica e originale. Con i suoi sbalzi corti, propone un design coupé di carattere abbinato a uno spazio interno in stile lounge tipico delle categorie superiori.

Volkswagen ID.5 vista dall'alto

Il tutto grazie ad una lunghezza complessiva di 4,60 metri, con cui la ID.5 propone un’efficienza dello spazio eccelso. E nonostante la forma da coupé sportiva della vettura, lo spazio per la testa offerto ai passeggeri posteriori è di appena 12 millimetri inferiore rispetto alla ID.4.

Inoltre grazie al passo di 2,77 metri e all’architettura compatta della piattaforma elettrica modulare MEB, l’abitacolo si trasforma in una grande ambiente. Il guadagno di spazio così ottenuto sottolinea le nuove possibilità di design offerte dalla trazione elettrica e, con la ID.5, delinea il look del futuro.

Tre livelli di potenza per Volkswagen ID.5

Volkswagen ID.5 e ID.5GTX

Il SUV coupé elettrico della Volkswagen verrà lanciato nel 2022 con tre motorizzazioni. Nella versione ID.5 Pro la trazione è affidata a un motore elettrico posteriore da 128 kW (174 CV). Il motore della ID.5 Pro Performance eroga invece una potenza di 150 kW (204 CV).

La ID.5 GTX presenta un motore elettrico nell’asse posteriore e uno nell’asse anteriore. La trazione integrale a doppio motore eroga una potenza massima di 220 kW (299 CV). Il modello top di gamma accelera da 0 a 100 km/h in 6,3 secondi, raggiungendo un picco di velocità di 180 km/h.

Tutte le motorizzazioni della Volkswagen ID.5 sfruttano una batteria grande e idonea per i lunghi spostamenti, in grado di accumulare 77 kWh di energia. In questo modo la ID.5 Pro e la ID.5 Pro Performance raggiungono un’autonomia massima prevista di 520 km. Il posizionamento centrale della batteria sotto il vano passeggeri garantisce un baricentro ribassato e un’equilibrata ripartizione del peso sugli assi. L’autonomia massima prevista del modello di punta a trazione integrale ID.5 GTX è di 480 km.

Ricarica rapida con il sistema WeCharge

Volkswagen ID.5 in ricarica

We Charge è il nome del sistema ecologico per la ricarica comfort, connessa e sostenibile delle auto elettriche realizzato dalla Volkswagen.

We Charge permette al conducente della ID.5 di accedere a una delle reti di ricarica più grandi e a più rapida crescita d’Europa, che attualmente comprende circa 250.000 punti di ricarica.

Tramite il cavo Mode 3 di serie, il SUV coupé elettrico si ricarica con corrente alternata (AC) fino a 11 kW anche durante gli spostamenti. In una stazione di ricarica rapida a corrente continua (DC) la batteria può accumulare in 30 minuti energia sufficiente per percorrere altri 390 km o 320 km nella GTX (WLTP) e raggiunge una potenza di ricarica massima di 135 kW.

Nella rete di IONITY i clienti della Volkswagen possono effettuare la ricarica con We Charge a condizioni vantaggiose, e chi viaggia molto può usufruire di una tariffa su misura. Ricarica AC oppure DC: in ogni caso sono sufficienti la carta per la ricarica We Charge oppure uno smartphone con l’app We Connect ID. della Volkswagen per avviare la procedura di ricarica. In futuro la ricarica sarà persino più agevole grazie al sistema Plug & Charge.

L’auto si autorizza autonomamente alla colonnina di ricarica e la attiva, la procedura di ricarica inizia così automaticamente. Questo è possibile unicamente con un contratto per l’energia di ricarica, ad esempio con We Charge.

Un software gestionale 3.0 con il Travel Assist

Volkswagen ID.5 dettaglio interni

La ID.5 e la ID.5 GTX vantano un hardware nuovo e il software di generazione 3.0 di ultima concezione. Così, oltre che per gli aggiornamenti del software, potrà essere sfruttata la modalità over-the-air anche per altre funzioni del veicolo.

Il sistema di assistenza alla guida Travel Assist con scambio di dati con le altre auto è un elemento basilare dei sistemi di questo tipo.

Con la regolazione della velocità e della distanza ACC per la dinamica longitudinale da 0 km/h alla velocità massima oltre all’assistenza per il mantenimento della corsia Lane Assist per la dinamica trasversale, il sistema di assistenza alla guida può avvalersi di due dispositivi comprovati che ora sono completamente interconnessi.

Quando attiva il Travel Assist premendo un pulsante sul volante multifunzione di serie, il conducente deve comunque mantenere le mani sul volante per poter gestire il sistema di assistenza qualora le circostanze lo richiedano.

Grazie all’integrazione dei dati di navigazione e del riconoscimento della segnaletica stradale, la ID.5 offre ora anche un adattamento dinamico all’ambiente circostante.

Con la comunicazione Car2X, Volkswagen porta inoltre la sicurezza a un nuovo livello. La vettura è infatti in grado di sfruttare gli swarm data dei veicoli compatibili della flotta Volkswagen e i segnali forniti dall’infrastruttura stradale fino a un raggio massimo di 800 metri per avvertire il conducente dell’eventuale presenza di zone di pericolo, incidenti e traffico congestionato.

Due display come cuore pulsante di Volkswagen ID.5

Volkswagen ID.5 interni

Il concetto di comando della ID.5 è moderno ed essenziale, snello e intuitivo. Due display indipendenti ne costituiscono il cuore pulsante.

Il compatto display del conducente (da 5,3 pollici) viene comandato tramite le superfici touch presenti sul volante multifunzione. Alla sua estremità destra è presente una levetta per la scelta dei rapporti. Al centro della plancia trova posto il grande display touch per le funzioni multimediali, di navigazione e telefonia, nonché per i sistemi di assistenza e il setup della vettura.

La sua diagonale nella versione di serie è di 12 pollici. La struttura dei menu è semplice e intuitiva: i contenuti sono infatti subito intuibili grazie alla grafica molto lineare.

Un ulteriore livello è costituito dal Natural Voice Control “Hallo ID.”, con capacità di apprendimento. È in grado di elaborare numerose formulazioni di utilizzo quotidiano, grazie al collegamento Internet (di serie) che gli consente di accedere ai dati del cloud. Il sistema di comando vocale risulta così ancora più sicuro e più rapido anche nella risposta.

Volkswagen ID.5 uscita

La Volkswagen ID.5 e la ID.5 GTX, prodotte nello stabilimento di Zwickau, verranno consegnate in Europa con un bilancio di CO2 neutro.

Insieme alla ID.4, la Volkswagen ID.5 si inserisce nel più grande segmento di mercato del mondo. La categoria dei SUV compatti.

Le due serie di modelli diventano così una pietra miliare strategica nell’offensiva elettrica della Volkswagen. Il Gruppo aspira a diventare leader nel mercato mondiale della mobilità elettrica al più tardi nel 2025. Nei prossimi cinque anni sono in programma investimenti per circa 46 miliardi di euro nella mobilità elettrica e nell’ibridazione della flotta.

Parole di Riccardo Mantica

Nell’editoria online dal 2001 quando scrivere per il web era una chimera. Pubblicista dal 2005, blogger per caso nel 2010, ha vissuto l’avvento del web 2.0 e dei social network condividendone gioie e dolori. Le passioni coltivate negli anni per sport, motori e tecnologia sfociano oggi anche nel panorama della mobilità sostenibile. Il motto preferito? Guardare sempre avanti senza dimenticare il passato. Stay tuned!